Come fare un collare elisabettiano per il gatto

Tramite: O2O 31/12/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il collare di tipo elisabettiano molto spesso è una reale tortura per i nostri animali. A giudicare dalle loro reazioni quando glielo mettiamo, si può notare che si tratta di un vero e proprio martirio. Questo tipo di collare è comunque indispensabile per impedire ad un gatto di togliersi bende o medicamenti in seguito a trattamenti chirurgici o veterinari.
Per gli animali domestici, mordicchiare o lambire ripetutamente con la lingua la zona che si sta cicatrizzando è l'unico modo per tentare di trovare sollievo. Il collare elisabettiano è una specie di imbuto da mettere al collo, a forma di cono troncato. Questo oggetto rende molto buffo il nostro povero amico, ma gli consente di guarire in maniera veloce.
Se a casa non avete un collare di questa tipologia, avrete l'opportunità di crearlo da soli in pochi semplici passaggi. Grazie alla seguente breve guida, vediamo come bisogna fare un collare elisabettiano per il gatto.

27

Occorrente

  • Cartone
  • Foglio di plastica rigida trasparente
  • Spago
  • Matita
  • Forbici
  • Metro da sarta
  • Cerotti
  • Gatto
37

Misurare la distanza fra il collo e la punta del naso

La prima azione da compiere è quella di misurare la distanza esistente fra il collo e la punta del naso del vostro gatto. Prendete dopo il cartone e tracciate sopra un semicerchio con una matita. Il raggio di questa figura geometrica dovrà corrispondere alla distanza appena misurata più "5 cm".
Aiutatevi utilizzando lo spago legato alla matita. Con una mano tenete un'estremo dello spago in un punto che sarà il centro del vostro cerchio. Con l'altro arto superiore dovrete tenere l'estremo dello spago legato alla matita, alla distanza indicata.
Mantenendo il medesimo centro, disegnate un ulteriore semicerchio che abbia un raggio proporzionale alle dimensioni del collo del vostro adorato gatto.

47

Ritagliare il cartone

Dopo che avrete disegnato i semicerchi, dovrete ritagliare il cartone tramite un paio di forbici. Questo servirà per estrarre la sagoma che vi servirà per realizzare il personalizzato collare elisabettiano per il vostro gatto.
Successivamente prendete un foglio di plastica rigida trasparente e ritagliatelo esattamente della stessa misura della figura in cartone appena ottenuta.

Continua la lettura
57

Rifinire

Sui lati dritti del foglio di plastica rigida trasparente dovrete praticare dei fori. Essi dovranno risultare distanti fra loro soltanto di "1 cm" e posizionati ad almeno "100 mm" dal bordo.
Vi suggerisco di compiere questo lavoro sempre con l'ausilio delle forbici, in modo da non fare eccessiva fatica per avere un ottimo risultato finale. Ricordatevi che sarà un collare elisabettiano per il vostro adorato gatto.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come abituare il gatto al collare

Il collare non è un'esclusiva dei cani: a nche i gatti possono indossarlo senza alcun problema. Tuttavia, prima di farlo, dovranno abituarsi. Mediante il collare, il proprietario potrà riconoscere il proprio felino tra tanti, anche in mezzo ad un prato...
Gatti

Come scegliere il collare più adatto per il gatto

Se avete deciso di adottare un gatto, è importante sapere che può indossare un collare sia per un fattore estetico, che per collegarvi le bretelle da passeggio come il cane. In commercio sono disponibili svariate tipologie di collari, per cui nei passi...
Gatti

Come fare un collare antipulci per il gatto

I gatti, come gli altri animali domestici, sono soggetti agli attacchi di insetti e parassiti esterni, che attratti dal sangue, si nascondono nel pelo dell'animale creando numerosi problemi di salute, spesso anche gravi. Le più famose sono sicuramente...
Gatti

Come evitare che il gatto si gratti una ferita

Avere un animale domestico dentro casa significa principalmente prendersene cura alla pari di un essere umano. Prima perché esso è indifeso rispetto al caso in cui si trovasse nel suo habitat naturale, secondo per via del fatto che le ferite, oltre...
Gatti

Come fasciare la coda al gatto

Il gatto è un animale d'affezione, socievole ed adattabile alla vita con gli umani. Come per il cane, il gatto esprime le emozioni attraverso la coda. A secondo delle posizioni che assume, oltre a determinare l'equilibrio dell'animale, la coda comunica...
Gatti

Come fare se il pelo del gatto è stato trascurato

Il gatto è un'animale molto autonomo e di per se molto pulito. Infatti i gatti dedicano molto tempo alla pulizia del loro pelo. Allo stesso tempo però a causa della vivacità e lo spirito di avventura possono rovinare il loro pelo. In questa guida ci...
Gatti

Come disinfettare le ferite al gatto

I gatti si feriscono in vari modi: morsi, graffi o lacerazioni da corpi contundenti.Queste ferite se non trattate localmente possono infettarsi.Quest' ultime possono essere di diverse entità: più o meno superficiali, estese, profonde, con margini lineari...
Gatti

5 motivi per non mettere il sonaglio al gatto

È capitato a tutti di provare a fare indossare al proprio gatto qualcosa di imbarazzante (per lui) e divertente (per noi).Cappellini di carta improvvisati, palline sulla testa o buffi occhiali. Tra le cose più comuni, il sonaglio al collo. In questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.