Come fare un'iniezione al proprio gatto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se avete un gatto è indicato per la sua sopravvivenza fare delle iniezioni che assicureranno il loro benessere. Queste iniezioni dovranno essere fatte direttamente dal proprietario del gatto, ma che si riveleranno semplici dopo la pratica. Esistono due tipi di iniezioni a seconda del problema da prevenire che il veterinario vi chiederà probabilmente di fare al vostro micio, a seconda del problema da prevenire. A volte è quindi necessario imparare a praticare iniezioni per effettuare da sé, terapie a casa e al momento propizio con farmaci impossibili da somministrare per altre vie. Generalmente esistono due tipi di iniezioni: quelle sottocutanee o intramuscolari, facili da iniettare e quelle endovenose che però richiedono competenza e una certa pratica. Quindi, per quest'ultime è indicato rivolgersi al vostro veterinario di fiducia. Di seguito vi illustreremo come effettuare entrambe le iniezioni: quella sottocutanea e quella intramuscolare. È di fondamentale importanza eseguire la procedura con serenità e consapevolezza, senza lasciarsi suggestionare o terrorizzare da una pratica necessaria e indispensabile alla salute del vostro gatto.

27

Occorrente

  • Una siringa piccole dimensioni (1/2 cm)
  • farmaco
  • cotone
  • disinfettante
  • Gatto
37

Le iniezioni intramuscolari, appiaiono erroneamente più facili rispetto a quelle sottocutanee, ma in realtà non sono così semplici, quelle sottocutanee sono molto più semplici e necessitano di molto meno controllo sull'animale per evitare movimenti dannosi. Si deve praticare questo tipo di intervento nella parte posteriore della coscia, a metà altezza fra il bacino ed il ginocchio in vi sono delle grandi masse muscolari. Si prepara la siringa con il farmaco ed il cotone con il disinfettante. È molto importante tranquillizzare il vostro gatto e tenere la mano ben salda.

47

Per eseguire un'iniezione sottocutanea, tranquillizzate il vostro gatto a seconda del carattere, rendetelo più sereno utilizzando gli accorgimenti e seguendo le sue abitudini. Evitare comunque di essere ansiosi perché trasmetteremmo questo stato emotivo anche al nostro gatto. Procediamo con l'operazione e inseriamo l’ago della siringa parallelamente al corpo del vostro gatto, dall’indietro in avanti, in direzione della testa, dopo aver sollevato la pelle del dorso o dei fianchi, dove c'è abbastanza pelle da essere sollevata. I farmaci che agiscono in modalità sottocutanea danno un po' di fastidio al gatto quindi sarebbe preferibile fare il lavoro in due, entrambi conosciuti dal gatto per evitare scatti dell'animale (uno tiene e l'altro fa la puntura).

Continua la lettura
57

Tenere il gatto fermo preferibilmente in posizione sdraiata, calmato dalle coccole di un familiare. Dopo aver disinfettato la parte si infila lentamente l'ago nella massa e si aspira per assicurarsi di non essere penetrati in un vaso sanguigno, segnalato dalla presenza di sangue all'interno della siringa. Infine si inietta il farmaco e si estrae l'ago e con il cotone imbevuto di disinfettante si pratica un massaggio sulla parte in cui è stata fatta l'iniezione.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come fare se il pelo del gatto è stato trascurato

Il gatto è un'animale molto autonomo e di per se molto pulito. Infatti i gatti dedicano molto tempo alla pulizia del loro pelo. Allo stesso tempo però a causa della vivacità e lo spirito di avventura possono rovinare il loro pelo. In questa guida ci...
Gatti

5 consigli per mantenere in forma il tuo gatto

Il gatto è un animale che dorme tantissimo. Il suo riposo quotidiano può contare dalle 12 alle 16 ore di sonno. Per sua natura, il gatto tende alla pigrizia, e il gatto abituato a tutti i comfort casalinghi rischia di mettere su qualche chilo di troppo....
Gatti

10 cose che fanno vivere più a lungo il tuo gatto

Il gatto, insieme al cane, è l'animale da compagnia più apprezzato. Gli amanti del gatto amano in particolare la sua indole indipendente. Il suo carattere un po' schivo e allo stesso tempo curioso lo rende una creatura particolare. Prendersi cura di...
Gatti

Come fare ingrassare un gatto

Chi possiede un gatto normalmente è molto attento alla sua alimentazione e cerca, per quanto possibile, di evitare che esso ingrassi troppo: questo perché l'aumento smodato di peso nel gatto comporterebbe una sterilizzazione e castrazione. Ma ci sono...
Gatti

10 segnali che dimostrano che il gatto ti ama davvero

Il gatto è un animale domestico molto enigmatico. Non sempre riuscite a cogliere i sentimenti e l'emozioni che sta provando. In questa guida vedrete molto brevemente quando il gatto dimostra il suo amore per voi. Vediamo, quindi in maniera molto semplice,...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Gatti

10 consigli per un gatto stressato

Devi sapere prima di tutto che puoi riconoscere se il tuo gatto è stressato da vari sintomi, come quando ad esempio perde l'appetito oppure fa i bisogni al di fuori della propria lettiera. Inoltre, un gatto può essere stressato quando tende ad essere...
Gatti

Come sapere se il mio gatto ha freddo

Tra gli animali domestici più affascinanti e eleganti, troviamo il gatto. Il gatto è un animale che non richiede molte cure rispetto, ad esempio, al cane, perché è molto indipendente. Questo comunque non è motivo valido per non prendersi cura del...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.