Come farsi capire dal cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida vi spiego come farvi capire dal vostro cane. Essi variano molto in aspetto fisico e carattere, ma presentano stili di comunicazione simili. A differenza di altri animali domestici, i cani si prodigano per cercare di stabilire un contatto con il padrone. Per farci capire a nostra volta, occorrerà prima di tutto capire i segnali del cane e adattarci a questi. Vediamo come fare passo per passo. Vediamolo insieme in questo articolo, davvero molto semplice e veloce, che abbiamo deciso di proporvi!

27

Occorrente

  • cane
  • amore
  • passione per gli animali
37

Linguaggio ripetitivo

Per prima cosa cerca di utilizzare un linguaggio ripetitivo quando vuoi farti capire dal tuo cane. Per stabilire una comunicazione efficace è molto importante dire la stessa parola o frase più volte, affinché l'animale possa associare la parola stessa con l'azione che sta avvenendo nel momento. Utilizza lo stesso tono di voce, che deve essere fermo e dolce nello stesso tempo. Impara inoltre a capire cosa vuole comunicarti il cane. Un abbaio breve e acuto, ad esempio, serve per ottenere la tua attenzione. Comunica poi con la gestualità delle mani, in quanto gli animali comprendono meglio il linguaggio non verbale.

47

Gesti e postura

Ricordati anche di osservare con attenzione il suo linguaggio del corpo e la postura. Se il cane scodinzola, significa che è felice ed eccitato, magari perché ha capito che lo porterai a fare una bella passeggiata. Una coda orizzontale invece indica che sta esplorando e conoscendo il suo ambiente circostante. Una coda sollevata, infine, indica aggressività o agitazione. Capire questi segnali ti aiuterà a comunicare meglio con il tuo amico a quattro zampe, per esempio inviandogli comandi che lo invitano alla calma quando si sente preoccupato o è in una situazione di tensione, ma anche nel momento in cui si trova in presenza di un cane aggressivo. In questo caso sarà importante evitare di dare segnali affettivi troppo marcati, poiché la sua concentrazione non sarà di certo rivolta verso di te.

Continua la lettura
57

Suoni vocali

Utilizza inoltre una grande varietà di suoni vocali se vuoi comunicare efficacemente con il tuo cane. Esso dovrà arrivare a capire che un tuo comando breve e acuto significa che lo stai richiamando. Ecco perché è essenziale dare ogni istruzione associandola al tono sempre uguale di emissione vocale. In caso contrario il cane potrebbe sentirsi confuso e non riuscirebbe più a capire cosa vuoi dire. Quando esegue un'azione nel modo corretto, ricordati di lodarlo e di premiarlo sempre: si sentirà apprezzato e il vostro rapporto crescerà sempre di più, e con esso la vostra capacità comunicativa. Ed ecco che in pochi passi ed in poco tempo, anche noi saremo finalmente in grado di farci capire dal nostro bel cane, ed essere quindi in simbiosi con lui!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Imparare a capire il proprio cane e a farsi capire è un impegno costante!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
Cani

5 segnali dell’invecchiamento del tuo cane

Come le persone anche i cani cambiano mentre invecchiano. Solo i padroni, che gli sono vicini e li conoscono meglio si potranno rendere conto di questi cambiamenti dovuti all'età. Ad una certa età il tuo cane sarà meno attivo e quindi potrà necessitare...
Cani

5 segnali che indicano la gravidanza nel cane

Nella razza canina la gravidanza dura dai 58 ai 65 giorni, e tende a essere più protratta negli esemplari anziani. A differenza di quella umana, di solito non esordisce con ​ segnali eclatanti. Nulla a che vedere con i pianti improvvisi e le nausee...
Gatti

5 segnali che il tuo gatto sta invecchiando

Con le dovute cure e le giuste precauzioni, anche i gatti possono vivere molto tempo. La vita media è stimata attorno ai quindici anni, ma la razza, lo stile di vita, l'alimentazione e in generale il contesto di vita possono influire notevolmente su...
Cani

10 segnali che il tuo cane ti vuole bene

Un cane, nella maggior parte dei casi, è in grado di "parlare" attraverso specifici comportamenti e atteggiamenti. Il suo linguaggio può quindi essere compreso ed interpretato, così come i suoi sentimenti e il suo stato d'animo. Il rapporto tra cane...
Gatti

5 segnali che il mio gatto è felice

Sempre più famiglie italiane hanno deciso di adottare un gatto nelle proprie case. Questi animali affascinano per il loro spirito libero e per la loro intraprendenza, ma anche per l'affetto che sanno dimostrare verso i loro padroni.  È dovere dei padroni...
Cani

10 segnali che dimostrano che il cane ti ama davvero

Se hai deciso di avere in casa un animale, hai fatto un'ottima scelta. Se poi hai un cane, saprai benissimo quanto questi animali siano i più fedeli e leali in assoluto. Avere un amico a quattro zampe è molto impegnativo, ma sarai ripagato dalle sue...
Rettili e Anfibi

5 segnali dell'ipovitaminosi nelle tartarughe

Tra le malattie che possono colpire le tartarughe domestiche, l'ipovitaminosi è una delle più comuni. Con questo termine è denominata una patologia dovuta alla carenza di vitamina A nell'organismo delle testuggini. Ad esserne maggiormente colpiti sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.