Come favorire la crescita del gattino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Sia che si tratti di un trovatello, di un dono, un'adozione o un acquisto, l'arrivo di un micetto in casa non è da sottovalutare. Dal momento in cui varca la soglia dell'abitazione, il gattino diventa un membro della famiglia a tutti gli effetti ed è nostro preciso dovere favorire la sua crescita in maniera equilibrata e sana. Il suo sviluppo dipende indubbiamente da diversi fattori, quali: la razza, la genetica, le condizioni fisiche della madre, ma anche da una corretta alimentazione, un ambiente tranquillo e gioviale, una buona igiene sia del felino che della cuccia. Vediamo allora in linee di massima come favorire la crescita del gattino.

25

Occorrente

  • Pazienza e Sensibilità.
35

Nelle prime settimane di permanenza il gattino deve sentirsi a proprio agio in casa, per cui è bene limitare i suoi primi movimenti ad una stanza tranquilla, silenziosa e non esposta a sbalzi di temperatura, lontana da rumori molesti e fattori che possano impaurirlo o disturbarlo. Bisognerà mantenere pulito l'ambiente circostante e la sua cuccia per scongiurare qualsiasi rischio di contrazione di infezioni. Sarà necessario inoltre spazzolare con regolarità il manto per mantenerlo pulito e sano, oltre che per cominciare ad instaurare un legame forte tra il cucciolo.

45

L'alimentazione è un fattore importantissimo nella crescita del gattino. In fase di allattamento, occorrerà prestare particolare attenzione alla scelta del latte sostitutivo e alle dosi, che comunque verranno fornite nel dettaglio dal veterinario di fiducia in sede di primo controllo e di vaccinazione. A tale scopo, si potranno utilizzare un contagocce, una siringa o, in alternativa, il biberon, ricordando di sterilizzare spesso questi oggetti, per ridurre la diffusione di germi e batteri e conseguente contrazione di malattie.

Continua la lettura
55

Lo svezzamento termina intorno alla quarta settimana, da cui si potrà cominciare ad introdurre anche dei cibi solidi nella dieta. I gattini hanno esigenze nutrizionali differenti dall'adulto, quindi bisognerà procedere con dosi modeste di cibo. Evitare gli eccessi di proteine, sodio e magnesio, che possono favorire i calcoli nel dotto urinario, l'ipertensione e la disidratazione. Fino all'ottava settimana si consiglia di dare carne frullata ed omogeneizzati per bimbi, dopodiché si potranno introdurre le crocchette, efficaci contro l'alitosi e i problemi legati alla digestione ed obesità. Infine, solo una volta alla settimana, qualcosa di umido di ottima qualità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

10 consigli pratici per far ambientare il nuovo gattino

Se in casa per la gioia dei nostri bimbi abbiamo deciso di introdurre un gattino, è importante fare in modo che si ambienti il più possibile. Per ottimizzare il risultato, ci sono quindi una serie di accorgimenti da adottare, ed è per questo motivo...
Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

Come accudire un gattino di pochi giorni che ha perso la mamma

Purtroppo ogni tanto capita di trovare un piccolo gattino rimasto solo. Questo può essere causato da più di un motivo: qualcuno lo ha abbandonato, la mamma lo ha perso oppure lo ha abbandonato perché debole. Come comportarsi allora in questi casi?...
Gatti

Come scegliere il gattino giusto da tenere in casa

Arrivare alla decisione di avere un animale in casa è un passo molto importante da compiere. La decisione va ben ponderata, soprattutto analizzando il proprio carattere e la disponibilità che si è in grado di dare alla cura del proprio amico a quattro...
Gatti

Gattino appena nato: consigli su latte e cure

Soprattutto per chi abita in campagna, ma ormai anche nei centri cittadini, è molto facile trovare dei gattini neonati che non hanno più la loro mamma a prendersi cura di loro e che necessitano di nutrimento e attenzioni. Molto spesso i gatti randagi...
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
Gatti

Come alimentare un gattino orfano

Ci sono tanti gatti di strada che se la cavano ogni giorno. I più fortunati si ambientano in colonie all'interno di un parco, quelli più a rischio invece stanno vicino ai cassonetti. Questi ultimi, sono sempre esposti alle auto e può succedere che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.