Come gestire la cagnolina quando va in calore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Che sia di razza o meticcia, una cagnolina è il migliore animale da compagnia che si possa avere. Grazie alla taglia ridotta, non comporta né impegni né oneri gravosi. A meno che non abbia subito particolari traumi, solitamente il cane femmina è docile e molto affettuoso. Non è un problema portarlo a spasso o in viaggio. Socievole ed equilibrata, una cagnolina è anche la mascotte ideale dei bambini. L'unica circostanza in cui occorre prestare attenzione è quando va in calore. Tuttavia, il periodo dell'estro non è difficile da gestire come si pensa. Basta prendere alcune precauzioni per ridurre disagi e rischi di gravidanze indesiderate.

26

Occorrente

  • Guinzaglio
  • Mutandine assorbenti per cani
36

La maturità sessuale

A differenza della specie umana, in molti mammiferi il periodo fertile si manifesta con un estro visibile e marcato. La fase del calore si presenta prima della completa maturità sessuale. Una cagnolina può avere il primo calore entro i sei mesi di vita. Una femmina di taglia grande dopo il primo anno. Il calore ha ciclicità semestrale, per una durata complessiva di venti giorni. I segni sono molto evidenti, poiché l'animale ha perdite ematiche e i genitali gonfi. Inoltre, evidenzia uno stato d'insolita agitazione e nervosismo, con perdita d'appetito.

46

Le perdite mestruali

Oltre a portare la cagnolina al guinzaglio, può essere utile farle indossare delle mutandine o fasce igieniche per cani. Sono utili non solo per assorbire le perdite mestruali, ma anche per impedire eventuali accoppiamenti. Purtroppo, per motivi di sicurezza, bisogna ridurre la libertà della cagnolina. Per ragioni igieniche potrebbe essere necessario lavarla, ma non ci sono controindicazioni. Si sconsiglia fortemente di somministrarle dei farmaci contro il calore. A lungo termine provocano gravi forme tumorali. È preferibile ricorrere a soluzioni definitive, come la sterilizzazione, se non si prevede di fare accoppiare la propria cagnolina.

Continua la lettura
56

I cani maschi

Il problema più difficile da gestire quando la cagnolina va in calore è la presenza di cani maschi. Questi, attirati dall'odore della femmina, si aggirano nei paraggi di casa. Con l'approssimarsi dei giorni fertili, diventano insistenti. Allontanarli o scoraggiarli è praticamente impossibile. Occorre armarsi di pazienza per evitare gli approcci. Una buona soluzione è portare la cagnolina a spasso nelle ore meno frequentate e in posti isolati. La mattina presto o la sera tardi, per non incontrare altri cani al guinzaglio. Prevenire possibili problemi è il miglior modo per gestire la situazione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cambiare gli orari di uscita del proprio cane, preferendo luoghi isolati
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come curare la cagnolina dopo il parto

Se la vostra amica a quattro zampe mette alla luce dei splendidi cuccioli, è fondamentale darle supporto e assistenza nelle settimane successive al parto. Nonostante gli animali sappiano gestire in autonomia i momenti che seguono la messa al mondo dei...
Cani

Come Accudire Una Cagnolina Dopo La Sterilizzazione

Siamo ben felici di trattare un argomento, molto interessante ed anche attuale, attraverso il quale poter essere d'aiuto a tutti quei lettori e lettrici, che amano gli animali. Nello specifico vogliamo tentare di capire meglio, come e cosa fare per accudire,...
Cani

Come capire se la tua cagnolina è incinta

Gli animali da compagnia occupano un posto particolarmente importante nella nostra vita. Essi, infatti, diventano dei veri e propri membri della famiglia e, per molti di noi, sono quasi come figli. I cani sono probabilmente gli amici di prima scelta,...
Cani

5 modi per calmare il cane in calore

Quando si ha intenzione di prendere un cane, non tutti sanno a cosa si va in contro. Mantenere un cane richiede molto impegno e pazienza non solo dal punto di vista economico. L'animale crescendo raggiunge una maturità sessuale e quindi bisogna fare...
Cani

10 consigli per prepararsi al parto della nostra cagnolina

Anche se si tratta di un argomento piuttosto diffuso fra i proprietari di cagnette, pochi di essi realmente conoscono il funzionamento del ciclo di riproduzione delle loro pelosette e pertanto è consigliabile comprendere bene anticipatamente lo svolgimento...
Cani

5 suggerimenti per proteggere i cani dai colpi di calore

Bisogna stare molto attenti all'afa insopportabile o ai raggi diretti del sole per i nostri piccoli o grandi amici a quattro zampe. Quando fa caldo loro soffrono più di noi, non solo, ma rischiano anche di più. Dobbiamo essere noi che li amiamo a difenderli...
Cani

Come gestire 2 cani di sesso opposto

Se abbiamo un cane maschio o femmina, e desideriamo averne un altro, sorge il problema di come farli convivere se sono di sesso opposto. Infatti, si tratta di trovare un esemplare che abbia lo stesso carattere, non sia repulsivo nei confronti della femmina...
Cani

Come riconoscere e gestire il pianto del cucciolo

Prendere un cucciolo ed ospitarlo sotto il proprio tetto significa allargare la famiglia. Si tratta di una scelta da effettuare con responsabilità, consci del fatto che crescerlo vuol dire provvedere a tutti i suoi bisogni, alle sue cure e, soprattutto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.