Come giocare con un gatto pigro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo articolo vi spiegheremo come giocare con un gatto pigro. I gatti che restano sempre in casa rischiano di non riuscire più ad amare il gioco se nessuna persona lo condivide con lui, sostanzialmente hanno bisogno di stimoli e li dovrete spronare a farli giocare. Ecco che allora occorre subito correre ai ripari, in quanto diventa un circolo vizioso: più sta fermo più ingrassa, più ingrassa più non ha voglia di muoversi, mangia e ingrassa. Lo stress di tale tipo di vita inoltre, per loro non è naturale e li porta a buttarsi sul cibo come consolazione, vincendo in questo modo la solitudine e noia. Il rischio è che potranno perciò ingrassare con un sovrappeso anche eccessivo creando problemi. Buona lettura e buon divertimento!

26

Occorrente

  • uno o più gatti
  • una scatola
  • una pallina con buchi
  • una bottiglia di plastica
  • una busta di carta
  • croccantini gustosi
  • tanta pazienza
36

I gatti in generale sono sempre attivi

In genere i gatti sono animali abbastanza attivi, specialmente di notte quando dovrebbe essere il momento propizio per andare a caccia. Se li fate vivere in casa i gatti perdono le loro abitudini ataviche, tendendo ad impigrirsi. Il gatto che sta in casa e che non esce, non viene mai a trovarsi in un ambiente stimolante con oggetti che si muovono che potrà “cacciare”. In questo modo perderà lo stile “felino” di avvicinarsi di più al nostro tipo di vita. I gatti generalmente hanno una buona vista ed un buon olfatto, intuendo nell'immediato che vicino è presente una “preda”: essa potrà essere ad esempio una pallina che fate rotolare lì vicino a lui, oppure qualcos'altro che si muove e che lo incuriosisce. I gatti in generale, sono meno dipendenti, a differenza dei cani, per tale attività ludiche, dai padroni.

46

Invogliate il gatto con un po' di cibo

Prima di tutto lo dovrete invogliare il vostro gatto con un po' di cibo. La cosa che proprio maggiormente gli interessa lo porterà a muoversi leggermente: il movimento gli fa bene, gli fa bruciare calorie, riattiva il suo metabolismo, infine diminuisce lo stress migliorando l’umore. Il risultato è che il gatto esce piano piano dal torpore, cominciando in seguito ad avere interesse anche per delle cose che non sono solo cibo. Il gioco con il cibo consisterebbe nel costruire una specie di “percorso” che il gatto potrà essere indotto a fare tramite un bocconcino di buon cibo o un croccantino gustoso. Potete mostrargli il cibo e poi metterlo in una scatola, costringendolo a infilarsi attraverso una piccola finestra, in modo da fare sforzo.

Continua la lettura
56

Potrete pensare ed utilizzare anche altri oggetti che hanno la funzione uguale

Potrete pensare ed utilizzare anche altri oggetti che hanno la funzione uguale. La cosa importante è che il vostro gatto dovrà essere stimolato parecchio a muoversi vedendo che piano piano si muoverà anche senza gli stimoli che lo legano al cibo. Al tempo stesso, sia l'umore che la forma fisica sua saranno migliorati avendo voglia di essere maggiormente più attivo. Altra idea che ci potrebbe venire in mente, sarebbe quella di costruirgli un giochino, come un pupazzetto di lana magari, facendo in modo che possa attrarre la sua attenzione, facendogli venire la voglia di muoversi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non mollate se ai primi tentativi il vostro gatto non viene stimolato

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come giocare con un gatto

Chiunque sia un amante degli animali non potrà non sentire la necessità di trovare un modo per avvicinarsi al proprio animale domestico, avvertito più come un componente della famiglia che come un animale, nei fatti; il filo conduttore che vi unirà...
Gatti

Come prenderti cura del tuo gatto

Dopo un'attenta valutazione hai deciso di adottare una piccola palla di pelo felina! Aprire le porte di casa ad un micio è l'inizio di una bellissima avventura, fatta di scoperte e divertimento. Al contrario di quanto si possa pensare infatti, il gatto...
Gatti

10 consigli per insegnare al gatto ad usare la lettiera

Se ci apprestiamo ad adottare un gatto, è importante sapere che la lettiera è un accessorio indispensabile, per evitare che l'animale possa imbrattare la casa con i suoi bisogni quotidiani; infatti, per massimizzare il risultato, è dunque necessario...
Gatti

Come fare ad allenare il cervello di un gatto

Tra tutti gli animali domestici, sicuramente il gatto ricopre un ruolo di primo piano, la sua bellezza, intelligenza e per quel suo tocco di mistero. Innumerevoli sono i benefici che si possono trarre dall'avere un gatto, come per esempio l'avere un ottimo...
Gatti

Esercizi da fare a un gatto obeso

È bello avere un gatto in casa. Quanti bei momenti che si trascorrono insieme al nostro amico. Di qualunque razza e di qualunque colore sono sempre un belvedere quando ci vengono vicini e fanno le fusa o si rotolano per agguantare un gomitolo o soltanto...
Gatti

Come insegnare a un gatto a non graffiare

I gatti sono animali molto intelligenti e sono molto più indipendenti dei cani. Ma il gatto è un felino, di conseguenza il suo istinto è quello di usare le unghie per vari motivi: per la caccia, per marcare il suo territorio da altri predatori e per...
Gatti

Come scegliere il nome del gatto

Se hai appena adottato un gattino, non ti resta che trovargli un nome. Lo accompagnerà per tutta la vita e lo distinguerà dagli altri mici del vicinato. Nonostante per natura sia piuttosto indipendente e restio ai comandi, il tuo gatto imparerà il...
Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.