Come Identificare Le Impronte Di Animali

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le impronte rilasciate sul terreno sono facilmente identificabili, per cui si può stabilire con assoluta certezza se si tratta di quelle di esseri umani o di varie specie animali. A riguardo di questi ultimi, bisogna però conoscere il tipo di zampa e relative forme anatomiche della pianta, in modo da stabilire se si tratta di un mammifero o un rettile. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come identificare le impronte di animali.

25

Osservare con attenzione

Se stiamo percorrendo un sentiero pianeggiante e asciutto, sarà molto più difficile individuare delle tracce poiché anche gli animali pesanti come ad esempio i cinghiali, non riescono ad imprimere l'impronta. In questo caso, sarà più utile affidarsi all'erba schiacciata e agli escrementi animali, tenendo però in considerazione che anch'essi devono essere freschi. Se ci troviamo invece in un sentiero innevato tutto può sembrare più semplice, ma in realtà non è cosi; infatti, neve e rugiada hanno la caratteristica di mantenere le impronte fresche anche quando non lo sono. In questo caso, bisogna tener conto che gli escrementi rilasciano un'orma molto marcata, dato che il loro peso tende a sfondare il terreno. Per individuare l'impronta fresca, la si deve quindi osservare in tutti i suoi lati e le sue possibili "sbavature", dovute allo scioglimento della neve circostante.

35

Guardare la forma delle impronte

Passiamo ora all'identificazione delle impronte di animali più comuni, come ad esempio cani, gatti e volpi che lasciano orme molto simili fra loro. Queste infatti, hanno la tipica forma di cuscinetto e presentano 4 dita per ogni zampa. Per poterle comunque differenziare e capire di quale animale si tratta, bisogna prestare attenzione alla grandezza della forma e all'andatura. I gatti ad esempio presentano delle dita arrotondate poiché non lasciano traccia delle unghie, i cani invece hanno le dita allargate, mentre le volpi le mostrano parallele e con dei segni più lunghi causati dalle unghie. Se parliamo della lepre, è importante sapere che nelle sue orme possiamo notare una figura inconfondibile a forma di Y.

Continua la lettura
45

Osservare le dimensioni

Per quanto riguarda l'orso, mostra tutta la sua orma poiché poggia la pianta della zampa interamente a terra, e sono sempre visibili i cuscinetti (maggiormente nelle zampe posteriori) con degli artigli affilati e lunghi a seconda dell'età. La lunghezza dell'orma posteriore di un orso bruno, va dai 22 ai 30 cm, mentre quella anteriore è di circa 12 cm, contro una larghezza di 13-17 cm per la zampa posteriore e 12-17 cm per quella anteriore. Dimensioni ed artigli, variano poi a seconda dell'età dell'orso e del tipo di alimentazione.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come identificare i dolori articolari nel cane

Purtroppo con l'età tendiamo a vedere il nostro cane molto meno attivo, dorme molto di più e anche i suoi movimenti risultano molto più lenti. La possibile ragione nella maggior parte dei casi è il dolore provocato dalla osteoartrite. Diversi segni...
Altri Mammiferi

Come tenere lontani gli orsi

Gli orsi sono tra gli animali più imponenti e pericolosi e incontrarli nel loro contesto naturale è un’esperienza indimenticabile che potrebbe anche diventare terrificante se ci si avvicina troppo. L’incontro tra un orso e un uomo può essere fatale,...
Altri Mammiferi

10 curiosità sugli animali

Le stranezze e i comportamenti bizzarri, non sono un'esclusiva umana! Il regno animale infatti, nasconde moltissime bizzarrie che spesso l'uomo ignora. Anche i nostri amici domestici spesso insospettabili, nascondono dei lati curiosi che non conosciamo....
Altri Mammiferi

Le più belle razze di orso

Uno degli animali più temuti ma al contempo amati del regno animale è l'orso. Nel pianeta terra ne esistono di diversi tipi appartententi ad ordini differenti e che presentano particolari caratteristiche diverse che li differenziano gli uni dagli altri....
Altri Mammiferi

Tutto sull'orso bianco

L'orso bianco, comunemente noto come orso polare è un mammifero di grandi dimensioni che può arrivare fino a tre metri di altezza con un peso che si aggira intorno ai 500 - 600 kg. Se volete ammirarlo con i vostri occhi dovrete fare un viaggio al Polo...
Animali da Compagnia

Come insegnare il piaffer a un cavallo

Il dressage (dal francese "addestramento") è una disciplina equestre in cui il cavaliere fa compiere al proprio cavallo dei movimenti geometrici denominati "arie" all'interno di un campo di forma rettangolare. Nell'ambito della disciplina del dressage,...
Altri Mammiferi

Come riconoscere un potamocero

Il potamocero è un mammifero che appartiene alla famiglia dei suini che vive prevalentemente nelle zone orientali e meridionali dell'Africa. Questi esemplari popolano praterie, boschi fluviali, paludi, canneti e le aree semi-aride e si suddividono in...
Cani

Come pulire la cuccia di plastica del cane

Tutti noi amiamo i nostri cani, ma sappiamo anche quanto sia faticoso mantenere pulito l'ambiente dove vivono. Essi portano in casa fango e sporcizia, rovesciano ciotole di cibo, perdono pelo e sono soggetti a incidenti che richiedono interventi di pulizia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.