Come identificare un ragno babbuino

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Originari del Sud Africa, i ragni babbuino appartengono alla stessa specie della tarantola. Conosciuti anche con il termine scientifico Theraphosidae questa particolare specie di insetto, presenta delle caratteristiche che ricordano le scimmie da cui prendono il nome. Essi, infatti possiedono dei cuscinetti sulle zampe e gli ultimi due segmenti, ricordano le dita dei babbuini. Inoltre, in caso di pericolo, questi particolari antropodi tendono a raddrizzarsi sulle zampe posteriori mostrando le zanne in segno di difesa. Parecchie caratteristiche, riescono a distinguere il ragno babbuino dalle altre specie e se siete interessati all'argomento, nei passi che seguono, troverete delle valide indicazioni a tale scopo. Vediamo allora insieme come identificare un ragno babbuino.

24

Le caratteristiche fisiche

Uno dei metodi più semplici ed efficaci da potere adottare al fine di identificare un ragno babbuino, consiste nella valutazione delle caratteristiche fisiche. Definito con "il gigante" dei aracnidi, questo esemplare riesce a raggiungere le dimensioni di venti centimetri. Inoltre, il ragno babbuino, presenta una grande quantità di pelo in tutto il corpo. Anche osservare il colore, può essere un indice di identificazione. Generalmente, i Theraphosidae sono di colore nero, ma possono essere anche grigi, marroni o giallastri. Infine, le zampe di questa specie di ragni, sono di grosse dimensioni e riescono a superare i cinque millimetri di lunghezza.

34

Le caratteristiche della tana

Altro metodo molto valido per riuscire ad identificare un ragno babbuino, consiste nel riconoscere il suo habitat. Essendo degli animali di terra, i ragni babbuino, sono soliti costruire la loro tana in terreni secchi di praterie o boschi foderando l'interno con la ragnatela. Inoltre, il loro nascondiglio, risulterà essere molto profondo per assicurarsi maggiore protezione. Generalmente, essendo animali notturni, durante il giorno rimarranno imboscati aspettando il buio della notte.

Continua la lettura
44

Le reazioni del morso

Il terzo metodo di cui potersi avvalere per identificare un ragno babbuino, è certamente quello meno consigliato in quanto consiste nel distinguere le reazioni ed i sintomi scaturiti da un eventuale morso. È importante sottolineare, che il morso del Theraphosidae non è assolutamente mortale ma non per questo meno fastidioso in quanto parecchio doloroso dato che inietta un potente veleno neurotossico. I sintomi più comuni provocati dal morso di questo pauroso animale, sono: vomito, spossatezza, vertigini e forte bruciore nella parte interessata. In caso fortuito, il consiglio è quello di recarsi nel minor tempo possibile all'ospedale più vicino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il ragno Tegeneraria Agrestis

In questa semplice ed esauriente guida ci occuperemo di come identificare e riconoscere la Tegeneraria Agrestis, che rappresenta un tipo di ragno molto pericoloso. Esso è nativo dell'Europa occidentale, ma alcuni esemplari sono stati trovati anche negli...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il ragno violino

Il ragno violino, scientificamente chiamato Loxosceles reclusa, è sicuramente uno dei più temuti in assoluto. Il suo habitat naturale è generalmente l'America settentrionale. Tuttavia, anche in quei luoghi in cui la loro presenza è massiccia, i morsi...
Invertebrati e Insetti

Come identificare i vari tipi di ragni

Molto spesso ci capita di scorgere la presenza di ragni sia all'interno che all'esterno della nostra casa, e altrettanto spesso capita di notare che questi non sono tutti uguali. Esistono, infatti, oltre 50 specie diverse di ragni, alcuni innocui, altri...
Invertebrati e Insetti

Come intervenire su un morso di un ragno

Quando si organizza una bella passeggiata in famiglia o con amici, soprattutto in campagna, si può incorrere in alcuni pericoli che sarebbe meglio evitare come i ragni. Per quanto non tutti siano a conoscenza della pericolosità di questo animale, sottovalutare...
Invertebrati e Insetti

Come allevare il ragno crociato

I ragni nella catena alimentare sono molto più importanti di quanto si possa immagginare. Sono sostanzialmente animali predatori con due precise caratteristiche: anno una forte capacità di adattamento, anno una marcata diversità fra specie e famiglia....
Invertebrati e Insetti

Come catturare un ragno

L'aracnofobia, ovvero la paura dei ragni, è una delle fobie più diffuse, tuttavia molte persone sono amanti dei ragni, a tal punto che catturarli ed osservarli spesso può diventare un vero e proprio hobby.Come qualunque altro insetto, i ragni sono...
Invertebrati e Insetti

Come identificare un'ape regina

L'ape regina si diversifica dalle api operaie in quanto è l'unica femmina dello sciame che può riprodursi. La sua vita si aggira in media fra i 2 ed i 5 anni ed è in grado di deporre fino a 2000 uova ogni giorno. Garantisce il benessere di tutto l'alveare...
Invertebrati e Insetti

Come identificare i vari tipi di formiche

Al pari di api e vespe, le formiche rientrano nella categoria degli insetti imenotteri. Come tutti gli altri appartenenti a questa categoria, tutte le formiche possiedono 3 paia di zampe e un corpo che può essere sezionato in testa, torace e addome....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.