Come insegnare ai bambini a non avere paura dei cani

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quello tra i bambini e i cani è un legame atavico e spontaneo. Ma a volte a rovinare questo rapporto interviene più la paura dei genitori che quella dei bambini. E questo è un peccato, perché nella sua vita il piccolo avrà spesso a che fare con i cani, uno dei quali potrebbe addirittura diventare un giorno il suo migliore amico. Ecco allora come insegnare ai piccoli ad avvicinare i cani in maniera corretta e sicura, riuscendo a stabilire con gli amici a quattrozampe una splendida affinità destinata a durare per sempre.

26

Occorrente

  • Pazienza, comprensione e un po' di tecnica
36

Innanzitutto è importante che il genitore non mostri paura del cane davanti al proprio figlio: i bambini hanno una naturale inclinazione verso i cani e si avvicinano a loro con curiosità ed interesse, ma se gli si grida con tono allarmato di non toccarlo, di stare attento e di non avvicinarsi, l'unico scopo che si ottiene è quello di impaurire il bambino e, ancor peggio, di insospettire il cane, che potrebbe convincersi del fatto che un bambino in avvicinamento rappresenti per lui una minaccia, facendo così in modo che lo stesso cane inizi ad avere atteggiamenti aggressivi nei confronti del piccolo. In questo modo si rovinerebbe per sempre il rapporto che si sarebbe potuto stabilire tra i due, traumatizzando inoltre il piccolo.

46

Bisogna poi insegnare al bambino ad avvicinarsi ad un cane sconosciuto con cautela e invitarlo ad offrirgli, come prima cosa, la mano da annusare. In questo modo il cane inizierà a conoscere l'odore del piccolo e a fidarsi di lui, lasciando in breve tempo che lo accarezzi. Non c'è nulla di più sbagliato che permettere al piccolo di avvicinarsi in modo irruento all'animale precipitandosi ad accarezzargli, ad esempio, la testa: per il cane significherebbe inevitabilmente una minaccia da cui difendersi con un morso. Al bambino va inoltre raccomandato di non gridare né correre vicino al cane, insegnandogli invece a riconoscere i segnali con i quali l'animale comunica di non voler essere disturbato (ad esempio coda dritta, orecchie indietro o ringhio).

Continua la lettura
56

È necessario anche mostrare al bambino un mondo popolato da amici dell'uomo: è possibile farlo questo guardando insieme film e cartoni animati in cui i protagonisti sono il cane e il suo amore per l'uomo. Sarebbe utile anche raccontargli storie e favole in cui non c'è solo il lupo cattivo ma anche adorabili cagnolini, ricordandogli così che il lupo, nella realtà, non mangia gli esseri umani.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Favorire il contatto tra bambino e cane fin dall'infanzia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come insegnare al cane a non mangiare le cose da terra

Il cane è il migliore amico dell'uomo, ma come ben sappiamo comporta grandi responsabilità e cure. Per natura è un animale molto curioso e, lo porta ad annusare e leccare qualsiasi cosa che trova a terra. Tuttavia, questo comportamento può esporre...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Animali da Compagnia

Come insegnare il back al cavallo

All'interno di questa guida andremo a occuparci di equitazione. Nello specifico, come avrete già capito leggendo il titolo di questa guida, andremo a concentrarci su come insegnare il back al cavallo. La guida sarà divisa in tre passi differenti, escludendo...
Volatili

Pappagalli: 5 errori da evitare se vuoi insegnare a parlare

Il pappagallo è un animale da compagnia che sta sempre conquistando un posto in ogni famiglia che ama gli animali, specialmente quelle che amano gli uccelli. Uno dei motivi che spingono molte persone ad avere questo fantastico animale è per la sua capacità...
Cani

Come insegnare al tuo cane dove fare i bisogni

Se hai intenzione di allevare un cucciolo di cane, è importante sapere che bisogna impartirgli alcune nozioni di carattere comportamentale come ad esempio di non abbaiare di continuo, oppure espletare le sue esigenze fisiologiche in un determinato luogo...
Volatili

Come insegnare a parlare al merlo indiano

Se volete una animale di compagnia, più del cane e del gatto, potreste provare ad allevare un merlo indiano. Il merlo indiano, vero nome Gracula Religiosa, è un uccello molto raffinato, elegante e socievole. Questo animale riesce ad imitare la voce...
Gatti

Come insegnare ad un gatto ad usare la lettiera

I gatti, soprattutto quando sono ancora cuccioli, possono essere addestrati per fargli compiere le azioni che preferiamo, educarli quindi a comportarsi nel migliore dei modi, proprio come fossero dei bambini.Siete amanti dei gatti e avete intenzione di...
Cani

Come insegnare al cane le buone maniere

Il cane è sicuramente un animale per chi piace molto bello e socievole. Innumerevoli sono le qualità di questo animale, per esempio è un ottimo guardiano per la nostra abitazione, sa donarci grande affetto e soprattutto è un ottimo compagno di giochi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.