Come insegnare al cane a mangiare tutto il suo cibo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Capita spesso di sentire che i cani abbiano poco appetito, giochino col cibo, non finiscano mai completamente la quantità presente nella ciotola o impieghino ore a terminare la loro razione. Alcuni metodi, di facilissima applicabilità, possono mutare quelle che sono le cattive abitudini acquisite e insegnare al cane a mangiare nei tempi giusti.

26

Occorrente

  • Ciotola
  • Cibo
36

Per prima cosa, è necessario determinare la giusta quantità di cibo che il tuo cane dovrebbe assumere quotidianamente, che dipende dalla taglia, dal tipo di vita che conduce, dalla situazione climatica del momento, dall'età e dalle specifiche peculiarità della singola razza. A parità di peso corporeo, un cane molto attivo, giovane e che vive in climi freddi dovrà nutrirsi diversamente da un soggetto maturo, che fa poco movimento e che vive in climi più caldi.

46

Sicuramente il veterinario saprà consigliarti un'alimentazione corretta, anche in base allo stato di salute dell'animale. In ogni caso, la regola aurea, abbastanza intuitiva e solo apparentemente banale, è: se il cane ingrassa troppo la quantità è eccessiva, mentre un'eccessiva magrezza, una volta scongiurate parassitosi o malattie, indica che la quantità di cibo non è sufficiente.

Continua la lettura
56

È sempre meglio dividere la razione quotidiana in due pasti, mattina e sera, per evitare di sovraccaricare eccessivamente lo stomaco.

Somministrare i pasti più o meno alla stessa ora è buona norma. La ciotola va lasciata a disposizione soltanto per quindici minuti e successivamente ritirata, anche se il cane non ha terminato il contenuto. Lasciare tutto il giorno il cibo a disposizione del cane, permettendogli così di amministrarselo a suo piacimento, lo abitua a "sbocconcellare" invece di finire rapidamente. Inoltre, in natura la gestione del cibo spetta al capobranco, che il cane identifica (o dovrebbe) col padrone - permettergli di decidere quando mangiare significa quindi trasmettere un messaggio sbagliato a livello educativo.

66

Durante il giorno non dare mai al cane bocconcini o avanzi della tavola: mangiucchiare fra un pasto e l'altro diminuisce l'appetito, oltre che dare cattive abitudini all'animale, che si abituerà a "mendicare" e disturbare le persone mentre mangiano. Se usi piccoli bocconcini per premiare il cane, ricordati di detrarne l'apporto nutrizionale dal fabbisogno quotidiano e, quindi, preparargli una razione inferiore. Non eccedere mai nelle quantità: è preferibile dare qualcosa in meno piuttosto che il contrario, per mantenere sempre vivo nel cane un sano interesse al cibo, specialmente se per sua natura non è dotato di grande appetito.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Cosa fare se il cane non torna al richiamo

I cani sono degli animali incredibili, dotati di grande affetto, e di una ubbidienza incredibile. Ma per essere ubbidienti bisogna far capire chi comanda e saper addestrare un cane non è cosa da poco. Infatti ci vuole molta pazienza e dedizione, anche...
Cani

Come insegnare al proprio cane qualcosa di utile e divertente

Il sogno di tutti quanti i proprietari di un cane è quello di avere un animale educato ed intelligente come quelli che si vedono nei film, tipo Lassie oppure il Commissario Rex. Ogni animale a quattro zampe, tuttavia, presenta la sua personalità e risente...
Gatti

Come insegnare al gatto a dare la zampa

I gatti sono delle creature abitudinarie e territoriali e qualsiasi cambiamento che vada ad influire sulla loro vita quotidiana, può trasformarsi in una vera e propria fonte di stress. Alcuni eventi giornalieri devono rispettare i loro orari, in modo...
Cani

Come insegnare al cane a dare la zampa

Insegnare al proprio cane a dare la zampa può sembrare inizialmente difficile, ma in realtà bastano poche e semplici mosse per abituarlo ad un gesto che poi diventerà naturale e molto utile per voi quando dovrete accorciargli le unghie o portarlo dal...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Animali da Compagnia

Come insegnare il back al cavallo

All'interno di questa guida andremo a occuparci di equitazione. Nello specifico, come avrete già capito leggendo il titolo di questa guida, andremo a concentrarci su come insegnare il back al cavallo. La guida sarà divisa in tre passi differenti, escludendo...
Cani

Come insegnare al cane i comandi base

Nel gestire un cane bisognerebbe anche utilizzare un po' di disciplina, soprattutto con le razze di grandi dimensioni. Sarà sempre utile riuscire ad insegnare dei comandi di base, sufficienti per rendere la passeggiata più comoda, senza fughe o evitando...
Volatili

Pappagalli: 5 errori da evitare se vuoi insegnare a parlare

Il pappagallo è un animale da compagnia che sta sempre conquistando un posto in ogni famiglia che ama gli animali, specialmente quelle che amano gli uccelli. Uno dei motivi che spingono molte persone ad avere questo fantastico animale è per la sua capacità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.