Come insegnare al coniglio ad usare la cassetta igienica

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Tra i tanti animali da compagnia che si possono tenere in casa, come gatti e cani, negli ultimi anni si è inserito anche il coniglio, piccolo animaletto peloso molto affabile, nonché pulito, dolce e facile da addomesticare. Oltre però a tutte le effusioni, è importante insegnare al proprio coniglio la corretta igiene da tenere in casa, se si vuole convivere serenamente. In questo articolo pertanto, si spiegherà come insegnare al coniglio ad usare la cassetta igienica, per renderlo ancora più pulito.

27

Occorrente

  • cassetta igienica
  • lettiera: pellet di faggio (per stufa)
37

Innanzitutto, appena si porta il coniglio a casa, è necessario non farlo uscire immediatamente dalla sua gabbietta, ma tenerlo chiuso per almeno qualche giorno. In tale maniera si potrà tranquillizzare e cominciare a comprendere che quello è il suo rifugio ed il luogo dove fare i bisogni. Il coniglio è per sua natura un animale piuttosto pulito, che tende a sporcare dove sente già il suo odore, perciò sempre nel medesimo punto. Se quindi l'animale verrà abituato già da cucciolo all'utilizzo della lettiera, non si avranno problemi. Ovviamente si può abituare anche un animale già adulto, sebbene si tratti di un'operazione più complicata.

47

Quando giunge il momento di farlo uscire, bisogna posizionarsi vicino alla gabbia ed osservare il comportamento del coniglio: non appena avrà fatto i suoi bisogni, gli si può dare un premio, e solo in quel momento lo si può lasciare uscire dalla gabbia. Dopo i primi giorni, l'animale assocerà il fatto che prima di uscire dovrà fare i bisogni. Già questo ridurrà le probabilità che sporchi in giro. Tenere conto però che il coniglio, se cucciolo, non riesce a trattenersi per lungo tempo e qualcosa potrà sfuggire in casa.

Continua la lettura
57

Oltre alla lettiera nella sua gabbia che deve essere ben spaziosa, notare se per casa il coniglio tende a sporcare in un punto preciso, e posizionare proprio in quel punto un'altra cassettina igienica in cui, oltre alla lettiera assorbente, si metterà qualche sua pallina, per fargli riconoscere l'odore come proprio. Ricordarsi i primi periodi, di premiare sempre i suoi comportamenti corretti con del cibo.

67

Tener presente che nel periodo della pubertà, intorno ai 3-4 mesi per i maschi, 5-6 per le femmine, i conigli tendono a comportarsi un po' come adolescenti allo sbaraglio e ad usare le loro feci anche per marcare il territorio, comportamento dettato dall'istinto e dagli ormoni. Ma non preoccuparsi perché, passato il periodo critico, tutto tornerà alla normalità. Tuttavia per una convivenza più pacifica, è consigliabile la sterilizzazione.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • usa come lettiera pellet di faggio per stufa, assorbe gli odori, è economico e non tossico
  • evita la lettiera assorbente per gatti, può causare allergia al coniglio
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come insegnare a un gatto a non graffiare

I gatti sono animali molto intelligenti e sono molto più indipendenti dei cani. Ma il gatto è un felino, di conseguenza il suo istinto è quello di usare le unghie per vari motivi: per la caccia, per marcare il suo territorio da altri predatori e per...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sui mobili

Il gatto è un animale indipendente, ben lontano da qualsiasi costrizione. Non ama le regole e rifiuta i comandi. Correggere alcuni suoi atteggiamenti sbagliati, non è cosa semplice. Insegnare ad un felino a non salire sui mobili, non è un'impresa da...
Gatti

Come insegnare al gatto a dare la zampa

I gatti sono delle creature abitudinarie e territoriali e qualsiasi cambiamento che vada ad influire sulla loro vita quotidiana, può trasformarsi in una vera e propria fonte di stress. Alcuni eventi giornalieri devono rispettare i loro orari, in modo...
Gatti

Come insegnare ad un gatto ad usare la lettiera

I gatti, soprattutto quando sono ancora cuccioli, possono essere addestrati per fargli compiere le azioni che preferiamo, educarli quindi a comportarsi nel migliore dei modi, proprio come fossero dei bambini.Siete amanti dei gatti e avete intenzione di...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sul letto

Ecco una guida, molto interessante, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come insegnare al proprio gatto a non salire sul letto, in modo tale da far rispettare questo ordine e farlo eseguire alla lettera. Quando si ha un gatto in...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc

Pulire la lettiera non è sempre un'operazione piacevole per i proprietari, per non dire nauseante e sarà forse per questo che in Inghilterra sta spopolando il LitterKwitter, un kit per insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc. In questa guida sarà...
Gatti

Come insegnare al gatto a usare il water

Fin da cuccioli i gatti imparano ad usare la lettiera per fare i bisogni. È fondamentale però che questa sia posizionata in un luogo tranquillo della casa. Inoltre, la sabbia dovrà essere sempre pulita. Le prime volte che il vostro gatto imparerà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.