Come insegnare al gatto a dare la zampa

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I gatti sono delle creature abitudinarie e territoriali e qualsiasi cambiamento che vada ad influire sulla loro vita quotidiana, può trasformarsi in una vera e propria fonte di stress. Alcuni eventi giornalieri devono rispettare i loro orari, in modo da non stravolgere le loro abitudini quotidiane. Tra questi rientrano gli orari dei pasti, l'orario del rientro a casa del proprio padrone, le ore da dedicare al gioco o all'addestramento. Si dovrà cercare di mutare il meno possibile la loro routine quotidiana, assicurandosi che il cibo, il gioco, la lettiera e l'addestramento abbiano più o meno gli stessi orari nell'arco della giornata. In questa guida, vi illustrerò come insegnare al gatto a dare la zampa.

27

Occorrente

  • Premi
  • Coccole
  • Sorrisi
  • Pazienza
37

Utilizzare premi, coccole e tanti sorrisi

Innanzitutto, sappiate che il micio è molto legato al suo padrone ed alle persone che si occupano di lui. È proprio l'affetto che lo lega al suo padrone a rendere possibile il suo addestramento. Ma in che modo? Assolutamente banditi gli urli e le punizioni, si ottiene molto di più con piccoli premi, quali appetitosi bocconcini e tante coccole e sorrisi. I gatti possono essere molto intelligenti ma altrettanto testardi ed il divieto talvolta può stizzirlo, mentre il gioco lo gratifica. Proprio per questo motivo, sarà più difficile insegnargli a compiere determinate azioni, piuttosto che cose semplici come chiedergli la zampina, in cambio di una carezza, un sorriso e magari un piccolo premio in cibo.

47

Associare all'azione una parola

Il vostro amico comprenderà il gioco e ne sarà gratificato. In questo caso, associate all'azione una parola (che potrà essere "zampa") e cercate di prendergli la zampa facendogli capire che vi riferite proprio alla sua zampina. Ripetete questa operazione due o tre volte, per più giorni, preferibilmente nell'arco di tempo della giornata dedicato al vostro amico. Passeranno i giorni ed improvvisamente vi accorgerete che, chiedendogli la zampetta, lui ve la darà, ben felice di essere corrisposto con coccole e buon cibo.

Continua la lettura
57

Evitare di spostare gli oggetti di uso comune

Infine, ricordate che i momenti di interazione con il proprio padrone sono molto importanti per un gatto, sia che riguardino il gioco che le coccole o l'addestramento. Evitate, quindi, di spostare i suoi oggetti di uso comune ed interagite con lui in modo consono: un gatto non è un cane, ed andrà educato ed addestrato in maniera totalmente differente. Un gatto tranquillo e non stressato, che vive situazioni familiari consone, nel rispetto della sua indole, sarà un gatto più ubbidiente, al quale si potrà insegnare a compiere diverse azioni, tra cui anche quella di dare la zampa.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sui mobili

Il gatto è un animale indipendente, ben lontano da qualsiasi costrizione. Non ama le regole e rifiuta i comandi. Correggere alcuni suoi atteggiamenti sbagliati, non è cosa semplice. Insegnare ad un felino a non salire sui mobili, non è un'impresa da...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sul letto

Ecco una guida, molto interessante, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come insegnare al proprio gatto a non salire sul letto, in modo tale da far rispettare questo ordine e farlo eseguire alla lettera. Quando si ha un gatto in...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc

Pulire la lettiera non è sempre un'operazione piacevole per i proprietari, per non dire nauseante e sarà forse per questo che in Inghilterra sta spopolando il LitterKwitter, un kit per insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc. In questa guida sarà...
Gatti

Come insegnare ad un gatto ad usare la lettiera

I gatti, soprattutto quando sono ancora cuccioli, possono essere addestrati per fargli compiere le azioni che preferiamo, educarli quindi a comportarsi nel migliore dei modi, proprio come fossero dei bambini.Siete amanti dei gatti e avete intenzione di...
Gatti

Come insegnare al gatto a stare in casa

Avere in casa un gatto rappresenta senza dubbio un'esperienza che arricchisce. Questi meravigliosi animali ripagano ciascun padrone per l'affetto che questo gli dona con atteggiamenti e comportamenti davvero molto teneri, simpatici e al tempo stesso curiosi....
Gatti

5 modi per insegnare a un gatto a non mordere e graffiare

Il gatto è, dopo il cane, l'animale da compagnia preferito dalla maggior parte delle persone. Sebbene il gatto sia una creatura dall'indole indipendente non disdegna coccole e giochi. Ma a volte il "gioco" diventa molesto e le sue unghie possono graffiare....
Gatti

Come insegnare al gatto a dormire nella sua cuccia

Il gatto è uno degli animali più deliziosi che esistano: tenero, buffo, vivace... E testardo. Parecchio testardo, già. Del resto il suo fascino sta anche nel fatto che lui fa sempre quello che gli piace o gli conviene. Quando lo adotti, però, le regole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.