Come insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc

Tramite: O2O 14/02/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Pulire la lettiera non è sempre un'operazione piacevole per i proprietari, per non dire nauseante e sarà forse per questo che in Inghilterra sta spopolando il LitterKwitter, un kit per insegnare al gatto a fare i bisogni nel wc. In questa guida sarà illustrato come insegnare al gatto a fare i bisogni nel WC.

27

Occorrente

  • Un gatto
  • Una lettiera
  • Una pila di giornali
  • Un foglio di carta cerata
37

Mettete una lettiera più vicina possibile al wc e lasciatela in quella posizione per diversi giorni: ciò permetterà al gatto di associare la lettiera la wc. Posizionate delle pile di giornali sotto la lettiera, aumentando gradualmente l'elevazione della stessa: il gatto non deve accorgersene, quindi, ogni dato numero di giorni, aumentate la quantità di giornali per posizionare la lettiera sempre più in alto; assicuratevi che il gatto sia sempre a proprio agio quando usa la lettiera. Continuate in questo modo fino a quando la lettiera non sarà allo stesso livello del wc.

47

Posizionate la lettiera sul sedile del wc (in questo modo il gatto associerà la lettiera al wc) e lasciatela così per diversi giorni, controllando che non cada dal sedile. Praticate un foro al centro della carta cerata, che permetta alla pipì del gatto di filtrare; piazzate la cerata nell'apertura del wc, cercando di assicurarla bene. È importante che la carta cerata sia ben salda e non si muova, altrimenti il gatto si sentirebbe insicuro.

Continua la lettura
57

Mettete abbastanza sabbietta nella carta cerata in modo da coprirne il fondo, facilitando così al gatto il passaggio dalla lettiera alla medesima. Lo scopo è rendere il wc più simile possibile alla lettiera. Periodicamente togliete della sabbietta dalla carta cerata, aumentando gradualmente la misura del foro. Quando non ci sarà più sabbietta nella carta plastificata, e la dimensione del foro non permetterà più al gatto di sedersi sopra, allora il micio dovrebbe cominciare a sedersi sul bordo del wc per espletare i suoi bisogni. A questo punto potrete eliminare la carta.

67

In alternativa per insegnare al gatto a fare i bisogni nel WC, utilizzate quattro vassoi di formazione, con codifica a colori (si possono acquistare in un negozio di animali), che si adattano sopra l'orlo di una toilette di dimensioni standard. Il primo vassoio dovrà avere il bordo bianco con un foro centrale e dovrete porlo sopra il sedile del water. Il secondo vassoio dovrà essere rosso e senza foro; dovrà contenere quattro o cinque tazze di sabbia. Agganciate sul vassoio bianco il vassoio rosso e poi a seguire gli altri due vassoi, ognuno di questi con un foro al centro. Ponete prima il vassoio color ambra con un foro più piccolo e poi a seguire un vassoio verde con il foro più grande. I vassoi presenteranno una cresta built-in per mantenere la lettiera in modo che non cada nella toilette. Dopo circa tre o quattro settimane il gatto si abituerà a questo sistema per andare a fare i bisogni nel WC.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bisogna avere tempo e pazienza.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come evitare che il gatto faccia i bisogni sul divano

Educare il gatto sin da cucciolo è molto importante per evitare che il nostro più caro amico danneggi i nostri mobili e renda la nostra casa un vero disastro. Quando i gatti sono molto piccoli o randagi è estremamente importante educarli a non utilizzare...
Gatti

Come insegnare al gatto a usare il water

Fin da cuccioli i gatti imparano ad usare la lettiera per fare i bisogni. È fondamentale però che questa sia posizionata in un luogo tranquillo della casa. Inoltre, la sabbia dovrà essere sempre pulita. Le prime volte che il vostro gatto imparerà...
Gatti

10 consigli per insegnare al gatto ad usare la lettiera

Se ci apprestiamo ad adottare un gatto, è importante sapere che la lettiera è un accessorio indispensabile, per evitare che l'animale possa imbrattare la casa con i suoi bisogni quotidiani; infatti, per massimizzare il risultato, è dunque necessario...
Gatti

Come insegnare ad un gatto ad usare la lettiera

I gatti, soprattutto quando sono ancora cuccioli, possono essere addestrati per fargli compiere le azioni che preferiamo, educarli quindi a comportarsi nel migliore dei modi, proprio come fossero dei bambini.Siete amanti dei gatti e avete intenzione di...
Gatti

Come insegnare al gatto a fare il morto

Sono sempre di più le persone che hanno in casa un animale domestico. Questi piccoli amici ci danno affetto incondizionato e ci rallegrano la vita. Può essere molto divertente poi addestrare un gatto a fare cose che stupiranno i nostri amici. Molti...
Gatti

Come insegnare a un gatto a non graffiare

I gatti sono animali molto intelligenti e sono molto più indipendenti dei cani. Ma il gatto è un felino, di conseguenza il suo istinto è quello di usare le unghie per vari motivi: per la caccia, per marcare il suo territorio da altri predatori e per...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sui mobili

Il gatto è un animale indipendente, ben lontano da qualsiasi costrizione. Non ama le regole e rifiuta i comandi. Correggere alcuni suoi atteggiamenti sbagliati, non è cosa semplice. Insegnare ad un felino a non salire sui mobili, non è un'impresa da...
Gatti

Come insegnare al gatto a non salire sul letto

Ecco una guida, molto interessante, attraverso il cui aiuto, poter essere in grado di imparare come insegnare al proprio gatto a non salire sul letto, in modo tale da far rispettare questo ordine e farlo eseguire alla lettera. Quando si ha un gatto in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.