Come insegnare un esercizio ad un cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per un cane, svolgere un'attività fisica è importantissimo, soprattutto se è di taglia media o grossa e se vive in una casa piccola dove non ha modo di correre e saltare. Questo, però, non significa che bisogna sottoporre l'animale a fare degli sforzi contro la propria volontà, bensì è sufficiente di tanto in tanto giocare con lui e fare in modo che possa liberare tutta la sua energia. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come insegnare un esercizio ad un cane.

26

Mantenere la calma

Qualunque cosa desideriate far apprendere al vostro amico a quattro zampe, dovrete ricordare tre regole fondamentali: mantenere sempre la calma, agire coerentemente ed essere tempestivi nel premiare la corretta esecuzione di un ordine. Queste regole valgono tanto per l'educazione generale del cane, quanto per l'insegnamento di esercizi più o meno utili. Per “utili“ s'intendono quegli esercizi che, una volta fatti assimilare, vi consentiranno di dominare il vostro cane in determinate situazioni.

36

Impostare un comando

Nel momento in cui decidete di procedere all'insegnamento di un dato esercizio, è bene, prima di tutto, scegliere la parola che diventerà il comando a cui il cane dovrà rispondere compiendo l'azione desiderata. La parola utilizzata non cambierà mai più, e dovrebbe essere il più possibile corta, diretta e tagliente. A questo scopo molti addestratori adoperano parole tedesche, dove “seduto” diventa "sitz", “a terra” diventa “platz” e così via. Ovviamente non è necessario parlare in tedesco, utilizzate pure il vocabolo che vi piace di più. Una volta scelto numero da insegnare e parola chiave.

Continua la lettura
46

Il seduto

Una volta che avrete ottenuto l'attenzione del cane, prendete un croccantino in mano e fateglielo odorare; portatelo quindi ad una altezza di 5 cm sopra la sua testa, e spostatelo leggermente dietro la linea degli occhi: in questo modo il cane dovrebbe sedersi naturalmente per tentare di arrivare a afferrare il cibo. Se questo non dovesse avvenire si può porre la mano libera sulla groppa del cane e accompagnarlo delicatamente nel movimento. Una volta condotto nella posizione desiderata, dategli immediatamente il premio e mostratevi contenti del suo operato.

56

Dare la zampa

Una volta premiata l'esecuzione dell'ordine, portate un altro croccantino ad altezza del muso, fateglielo annusare e poi nascondeteglielo, tenendolo chiuso nel pugno della mano: potrete osservare che dopo poco tempo il cane comincerà a colpire il pugno con la propria zampetta nel tentativo di arrivare al croccantino, non appena lo fa, aprite la mano e premiatelo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se durante la fase d'addestramento è consigliabile utilizzare il cibo come premio, successivamente è preferibile utilizzare contatto fisico e giochi, optando per un premio alimentare più sporadicamente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come insegnare a star seduto al cane

Abbiamo deciso di adottare un cucciolo di cane, siamo alla prima esperienza e non abbiamo idea di come addestrare il nostro amico, vediamo se posso darvi qualche consiglio utile per i primi semplici comandi: Come insegnare a star seduto al cane. Bisogna...
Cani

Come insegnare al cane le buone maniere

Il cane è sicuramente un animale per chi piace molto bello e socievole. Innumerevoli sono le qualità di questo animale, per esempio è un ottimo guardiano per la nostra abitazione, sa donarci grande affetto e soprattutto è un ottimo compagno di giochi...
Cani

Come insegnare al gatto a usare la gattaiola

Se siete possessori di un bel gatto saprete bene quanto questo animale sia indipendente. Il gatto non disdegna certo la compagnia umana, ma ha il bisogno di muoversi ed esplorare. Molti proprietari di un gatto permettono al proprio amico felino di sgattaiolare...
Cani

Come insegnare al tuo cane a rimettere a posto i suoi giocattoli

Avere un cane è un esperienza meravigliosa, essi sono, infatti, animali fedeli e giocosi, con cui è praticamente impossibile non stringere un legame di amicizia. Oltre all'essere favolosi animali da compagnia, i cani possono aiutarci anche nel difendere...
Animali da Compagnia

Come insegnare ad un furetto a non mordere

Tra i moltissimi animali da compagnia poco convenzionali che abitano le nostre case, fa la sua comparsa il furetto, un mustelide carnivoro molto simile alla puzzola. Vista l'indole a volte aggressiva di questo piccolo animale, la domanda che spesso sorge...
Cani

Come addestrare il tuo cane

L'addestramento del cane rappresenta una parte molto importante dell'interazione con lui, soprattutto durante i primi mesi. Questo include l'insegnamento a camminare al guinzaglio, l'obbedienza ai comandi, la socializzazione attraverso la parole e i gesti....
Cani

Come insegnare al cane a trovare gli oggetti

Il cane è il più fedele amico dell' uomo. Tra animale e padrone si instaura quasi sempre un rapporto bellissimo e spesso il cane diventa un compagno di giochi con cui si trascorrono diverse ore della giornata e la maggior parte del tempo libero, scambiandosi...
Cani

Come insegnare al cane a non tirare il guinzaglio

In questo tutorial vedremo come insegnare al cane a non tirare il guinzaglio. Il lavoro di addestrare un cane non è una semplice attività. I sistemi diversissimi di comunicazione che sono usati dagli animali rispetto a quelli degli uomini, rendono molte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.