Come inserire in famiglia un cucciolo di gatto se si ha già un cane

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando sia ha già un cane in famiglia, è inevitabile chiedersi come si comporterà di fronte all'arrivo di un cucciolo di gatto. I principali timori riguardano la gelosia e la paura di reazioni improvvise difficili da gestire. Ci sono però alcuni "trucchetti" che possono essere d'aiuto per inserire il nuovo arrivato, per una buona integrazione ed una futura amicizia. In questa guida vedremo come fare.

26

Occorrente

  • un stanza in cui il cucciolo deve essere libero di muoversi oppure un giardino
  • circa una settimana
  • molta calma, pazienza ed un clima rilassato
36

Innanzitutto la prima ed ultima fase è una sorta di libera uscita per entrambi. Il gatto è nuovamente libero di correre per la stanza e la casa, ed il cane deve essere anch'esso libero. Solamente nel momento in cui dimostra di voler rincorrere il gatto, occorre rimproverare il cane, al fine di non spaventare il cucciolo e non farlo scappare via.

46

Tenete sempre presente che per una buona riuscita è assolutamente necessaria la calma, poiché la fretta viene facilmente trasmessa agli animali, che percepiscono l'ansia come segnale di pericolo e di conseguenza si agitano e rendono la situazione più difficile. Mai assentarsi e lasciare cane e gatto da soli, poiché ad esempio il cane non si rende conto che le sue azioni possono essere pericolose per il cucciolo. Il cane vorrebbe solamente giocare, ma non è in grado di controllare la sua forza e la sua vivacità.

Continua la lettura
56

Continuando il terzo passo riguarda la conoscenza fra cane e gatto. Questa fase è la base di tutto. Il punto di partenza. Poiché è proprio il primissimo incontro, il primo sguardo, questa fase ha bisogno di pazienza, calma e di un clima totalmente rilassato. Il cane usa il naso per conoscere il mondo, l'odore di un nuovo arrivato lo attrae fin da quando il cucciolo varca la soglia di casa. Il gatto va lasciato libero per la stanza ed il cane deve essere tenuto per il collare, bisogna lasciarlo avvicinare al cucciolo e nel frattempo occorre parlargli con calma, accarezzarlo e complimentarsi con lui se rimane calmo oppure sgridarlo se si agita o abbaia. Per concludere l'ultimo passo prevede che il cucciolo sia tenuto in braccio dal padrone, ed avvicinato con calma al cane fino a che non sia all'altezza dello sguardo. Entrambi vanno costantemente accarezzarti per mantenere la calma ed un clima rilassato. Bisogna lasciare che i due si annusino a vicenda in modo da prendere in confidenza con l'altro. Se il cane cerca di annusare il gatto senza mostrare segni di agitazione va premiato con complimenti e carezze. In caso contrario, se si dimostra aggressivo o troppo agitato va strattonate per il collare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • meglio essere in due

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come fare accettare al gatto un nuovo cucciolo

Il gatto è uno degli animali cosiddetti "da affezione" più diffusi nelle case degli italiani. Rispetto al cane, il gatto è sicuramente più indipendente ed è in grado di vivere tranquillamente anche all'interno di un appartamento, senza avere l'assoluta...
Gatti

Come accogliere un cucciolo di gatto

Gli animali domestici portano tanta allegria nelle nostre case e ci permettono di fare un'esperienza davvero unica. Molto spesso queste povere bestioline vengono abbandonate da coloro che non sono in grado di prendersene cura. Sicuramente vi sarà capitato...
Gatti

I 5 step per inserire un nuovo gatto in casa

Adottare un amico a 4 zampe è un passo che molte persone affrontano ogni giorno. La compagnia di un animale può nettamente migliorare una giornata, anche la peggiore. Pur con indole diversa, ogni animale da compagnia sa regalare un profondo affetto....
Gatti

Il gatto: consigli per l'inserimento in famiglia

Il gatto domestico deriva dalla lingua celtica, appartiene ai mammiferi carnivori e più precisamene alla famiglia dei felidi. Trattasi del felino maggiormente presente in tutto il mondo. La sua prima domesticazione risale al tempo degli Egizi, che lo...
Gatti

Come far convivere cane e gatto nella stessa casa

È difficile immaginare i due animali nemici per antonomasia riuscire a convivere pacificamente sotto lo stesso tetto. Nell'immaginario collettivo, infatti, questa convivenza viene subito sostituita da immagini di cani che scorrazzano devastando ogni...
Gatti

Come evitare che il gatto scappi

Un animale domestico rivoluziona la vita, anzi la migliora. Compagnia perfetta, soprattutto per i bambini, saprà riempire le giornate d'amore e sorrisi. Crescere con un cucciolo fa bene ai ragazzi. Li responsabilizza, sviluppando in loro la tolleranza...
Gatti

Guida a una corretta alimentazione del gatto

L'animale è un amico a quattro zampe che ti tiene in compagnia. Tra gli animali da compagnia troviamo sia il gatto che il cane. Il cane rappresenta un animale che ti ascolta, e soprattutto che gioca con te. Il gatto è moto indipendente, e decide lui...
Gatti

10 motivi per avere un gatto nella nostra vita

Decidere di andare a vivere da soli o con il proprio compagno è sempre un passo molto importante da fare. Si è indipendenti ma si condividono gli spazi. Ma quando arriva il momento di rientrare dal lavoro stanchi spesso non c'è nessuno ad accoglierci....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.