Come lavare un coniglio nano

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questi ultimi anni, oltre a cani e gatti, le case di molti italiani hanno iniziato ad ospitare altri animali da compagnia; tra questi ultimi uno dei più amati dai bambini è sicuramente il coniglio nano. La sua immagine dolce e il suo pelo morbido e caldo lo rendono un piccolo animale perfetto da coccolare. Uno degli aspetti più importanti per poter garantire al coniglio nano una vita sana, oltre ad un'alimentazione adeguata, è quello relativo all'igiene. Nella presente guida, a tal proposito, verrà indicato come lavare un coniglio nano evitando errori che potrebbero causare qualche problema di salute.

24

Innanzitutto è necessario indicare che, in genere, il coniglio nano è un animale piuttosto pulito, soprattutto quando non ha la possibilità di frequentare luoghi esterni nei quali è possibile sporcarsi con facilità. Nella maggior parte dei casi è sufficiente una spazzolata giornaliera per eliminare lo sporco che si deposita sul suo pelo; la spazzolata verrà accolta volentieri dal coniglio, perché per lui rappresenta un momento di relax. In particolare, la spazzola si rende molto utile nei periodi di muta, per eliminare il pelo morto che è in procinto di staccarsi. Il coniglio nano può sporcarsi in alcuni frangenti, come nel caso in cui sussistano dei problemi di diarrea o di perdita di pipì, oppure se il coniglio si è sporcato nel fango o all'interno di una pozzanghera.

34

Lavare il coniglio è necessario anche quando l'animale ha problemi di dermatite. Per procedere è possibile scegliere tra il bagno a secco e quello ad acqua. Nel primo caso utilizzare della polvere di amido di mais, da applicare tenendo il coniglio in grembo, per rassicurarlo; frizionare l'amido di mais sulle parti del corpo sporche, in modo che riesca ad assorbire l'umido, quindi spazzolare il pelo impiegando una spazzola morbida. Nel caso in cui lo sporco sia riuscito ad aggrovigliare il pelo può essere necessario tagliare parte di quest'ultimo, per evitare di causare dolore eccessivo all'animale attraverso la spazzola. Alla fine dell'operazione assicurarsi di aver eliminato tutta la polvere di amido di mais.

Continua la lettura
44

Chi preferisce lavare il coniglio nano utilizzando dell'acqua (questo trattamento è consigliato nel caso in cui il coniglio, oltre che sporco, sia maleodorante) deve, comunque, evitare di usare del comune shampoo; anche quello impiegato per i capelli dei bambini non è indicato per un animale. Per scegliere lo shampoo adatto il consiglio è quello di affidarsi all'esperienza di un veterinario che, molto probabilmente, suggerirà uno shampoo ipoallergenico specifico. È comunque possibile ottenere un'ottima pulizia utilizzando semplicemente acqua tiepida e un pizzico di bicarbonato. Una volta pulito, il coniglio deve essere asciugato con un asciugamano, procedendo con molta delicatezza. In inverno potrà rendersi necessario l'impiego del phon per asciugare perfettamente il pelo, evitando di utilizzare aria troppo calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come addestrare coniglio nano

Se amate gli animali in generale, il coniglio nano sarà quasi sicuramente uno dei vostri preferiti. È tenero, simpatico e il suo aspetto piace praticamente a tutti. Come qualsiasi altro animale, una volta che si decide di addestrare un coniglio nano,...
Animali da Compagnia

Come occuparsi di un coniglio nano testa di leone

Il Coniglio nano "Testa di Leone" appartiene alla famiglia dei Leporidi. Non si tratta infatti di un roditore come molti erroneamente credono. Deve il suo nome alla caratteristica criniera leonina, singola o doppia, intorno al collo. Comunemente, è...
Animali da Compagnia

Coniglio nano: le malattie più comuni

Tutti coloro che amano gli animali, e in particolare se sono amanti dei coniglietti, sanno molto bene che il coniglio nano è un animale molto sensibile e delicato, Per questo motivo è fondamentale prestare molta attenzione alla sua salute fisica. In...
Animali da Compagnia

Coniglio nano ariete: cura e alimentazione

Negli ultimi anni, il coniglio nato si è affiancato con grande successo al gatto e al cane come animale da compagnia, perché suscita simpatia, è morbido e piuttosto buffo. I conigli nani, oltre che in appositi allevamenti, possono essere acquistati...
Altri Mammiferi

Le azioni che spaventano un coniglietto nano

Se amiamo i piccoli animali da compagnia, nulla è meglio dell' acquistare un coniglietto nano. I coniglietti nani infatti si rivelano degli animali molto belli ed intelligenti, degli splendidi animali con cui giocare e soprattutto degli ottimi amici....
Animali da Compagnia

Come prendersi cura di un coniglio nano

Fino a qualche anno fa, gli unici animali domestici che l'essere umano decideva di ospitare in casa propria erano solo il cane ed il gatto. Oggi, invece, vanno molto di moda i cosiddetti animali da compagnia, che vengono sistemati in delle gabbie progettate...
Animali da Compagnia

Come abituare il coniglio nano alla lettiera

Tra gli animali domestici più diffusi tra le famiglie italiane, oltre cani, gatti e pesci rossi, trova sempre più diffusione il coniglio nano. A dispetto di quanto si pensa, questa razza di coniglio e facilmente addomesticabile e riesce a farsi volere...
Animali da Compagnia

Come allevare un coniglio nano

Esistono molteplici razze di conigli, i quali ormai sono divenuti animali da compagnia molto apprezzati. Essi, infatti, possono vivere anche in appartamento e non richiedono cure costanti come avviene per i cani o per i gatti. Tra le razze più ambite...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.