Come lavare un gattino appena nato

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Chi possiede animali in casa sa benissimo che l'amore incondizionato che loro riescono a dare è veramente strepitoso. Cani, gatti ed altre specie di animali domestici, riescono a dare enormi soddisfazioni al proprio padrone, oltre che rivelarsi dei veri e propri amici inseparabili. Tuttavia essendo degli esseri viventi, necessitano delle dovute cure ed attenzioni al fine di potere condurre una vita felice e godere di ottima salute. Quando si assiste alla nascita di cuccioli in casa, si tratta di una esperienza veramente meravigliosa. A molti amanti di animali, sarà infatti capitato di assistere al parto della propria gatta o cagna e vedere quei piccoli esserini appena nati e una visione come poche al mondo! In questi casi, i piccoli possono necessitare di alcune cure come per esempio l'essere accuratamente lavati. Se siete interessati all'argomento questa guida fa per voi, infatti in seguito vi verrà spiegato come lavare un gattino appena nato.

24

Scegliere il prodotto più adeguato

Sicuramente esistono molti modi per lavare un gatto, ma non tutti i metodi sono indicati per la pulizia dei piccoli appena nati. È importante premettere che, generalmente la mamma gatta si occupa in maniera impeccabile ed estremamente scrupolosa della pulizia dei propri figli, ma nel caso in cui vi siano dei gattini orfani, dovremo intervenire noi alla loro cura. Il primo accorgimento durante la pulizia del gattino, è quello di evitare l'uso di saponi di qualsiasi genere che a causa della pelle delicatissima del piccolo micio, potrebbero causargli irritazioni. Un ulteriore accortezza è quella di evitare di fare entrare l'acqua nelle orecchie e nel naso del vostro gatto. Inoltre, in commercio sono disponibili numerosi shampoo a secco indicati proprio per i cuccioli di cui potersi avvalere.

34

Come pulire ed asciugare il gattino

Dopo avere indicato le doverose premesse, per cominciare la pulizia al vostra gattino, dovrete portare l'acqua di un lavandino a temperatura tiepida, successivamente prendete il micio e pulitelo con estrema cura sotto il getto d'acqua. Per prima cosa occorrerà lavare le zampe posteriori e la coda, con entrambe dovrete usare estrema cura. A questo punto potrete procedere lavando la pancia del gattino e successivamente, sempre discretamente anche la schiena e le zampe anteriori. Per finire, per lavargli la testa, dovrete toglierlo dal getto del rubinetto, usando quindi soltanto un po' d'acqua, in quanto troppa acqua potrebbe infastidirlo. Successivamente potrete asciugare il gatto con una salvietta che grazie al suo tessuto liscio, sarebbe confortevole per la sua pelle delicata. Non dimenticate di asciugarlo ulteriormente con il fono al fine di scongiurare l'insorgere del cimurro! Ricordate infatti che un gattono appena nato è estremamente delicato!

Continua la lettura
44

Conclusione

Infine è bene ricordare che il gatto, soprattutto se appena nato, è sicuramente un animale che necessita, delle più minuziose cure ed attenzioni anche per quanto riguarda la sua igiene. Senza dubbio un micio è consigliato a tutti gli amanti degli animali che per esempio non hanno mai avuto un gattino, potrete vedere in prima persona quante soddisfazioni questi animali sono in grado di regalarvi, non dimenticate mai di prendervene cura in modo adeguato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come occuparsi di un gatto appena nato

Diverse sono le situazioni che possono portare all'esigenza di occuparsi di un gatto appena nato. La scomparsa o la morte prematura della madre ad esempio, così come il trovare cuccioli rimasti orfani è purtroppo un'eventualità abbastanza frequente....
Gatti

10 consigli per accudire un gattino

Cosa c'è di più tenero e morbido di un gattino? Ci sciogliamo subito di tenerezza di fronte ad una cucciolata di micetti. Ed è irresistibile la voglia di tenerne in mano almeno uno. Giusto per accarezzarlo e vezzeggiarlo. Che sia un trovatello o il...
Gatti

10 consigli pratici per far ambientare il nuovo gattino

Se in casa per la gioia dei nostri bimbi abbiamo deciso di introdurre un gattino, è importante fare in modo che si ambienti il più possibile. Per ottimizzare il risultato, ci sono quindi una serie di accorgimenti da adottare, ed è per questo motivo...
Gatti

Come accudire un gattino di un mese

Quando si adotta un gattino di un mese, occorre prendersene cura senza alcuna riserva, dedicandosi totalmente a lui ed accudendolo passo dopo passo. Oltre a ciò, è necessario sapere che il primo mese di vita è quello più delicato. In questo caso,...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

Come scegliere il gattino giusto da tenere in casa

Arrivare alla decisione di avere un animale in casa è un passo molto importante da compiere. La decisione va ben ponderata, soprattutto analizzando il proprio carattere e la disponibilità che si è in grado di dare alla cura del proprio amico a quattro...
Gatti

Come educare un gattino in casa

Chi di voi non ha mai sognato di aver a che fare con un gattino durante l'arco della vostra vita? Sembrerebbe che continua ad esistere qualcuno che nutre un po' di timore o di astio nei confronti degli amici a quattro zampe, ma probabilmente il tutto...
Gatti

Come alimentare un gattino orfano

Ci sono tanti gatti di strada che se la cavano ogni giorno. I più fortunati si ambientano in colonie all'interno di un parco, quelli più a rischio invece stanno vicino ai cassonetti. Questi ultimi, sono sempre esposti alle auto e può succedere che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.