Come leggere l'etichetta dei mangimi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le etichette dei mangimi danno tantissime informazioni nutrizionali utili. Queste ultime però bisogna saperle leggere ed analizzarle per essere in grado di fare una corretta comparazione tra gli ingredienti ed i valori nutrizionali. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile leggere l'etichetta dei mangimi .

25

Cosa deve riportare l'etichetta

L’etichetta deve riportare il nome commerciale, la categoria a cui appartiene, ad esempio secco, semi-umido e umido, le caratteristiche dei "consumatori" a quattro zampe: specie, fase di vita e taglia e gli ingredienti in ordine decrescente come è previsto per gli alimenti umani. La percentuale di composizione non si deve scrivere obbligatoriamente, ma essa è fondamentale per riuscire a capire la trasparenza del produttore e quindi avere maggiori garanzie.

35

Informazioni sul prodotto

Sull'etichetta ci sono anche le informazioni complementari; esse sono inerenti l’analisi chimica del prodotto e la tipologia di integrazione vitaminico-minerale. Cioè indicano quali sostanze sono state addizionate al prodotto per ottimizzare l’apporto all’animale. In questo modo si riesce a sapere il quantitativo consigliato da somministrare e le modalità di conservazione. Inoltre, l’etichetta indica anche la sede e la ragione sociale del produttore, il numero di autorizzazione ministeriale (se è italiano) oppure la dicitura “prodotto in CEE per conto di (se il produttore è estero).

Continua la lettura
45

Valutazione degli ingredienti

La valutazione degli ingredienti è abbastanza importante; generalmente al primo posto si trova la carne fresca, al secondo quella congelata, al terzo quella disidratata; poi, in successione la farina ed i derivati della carne. È raro trovare mangimi al pesce, all'agnello, al cavallo oppure al cervo composti da carne fresca in quanto si avrebbe un sostanzioso aumento del prezzo sul mercato.
I produttori utilizzano farine che derivano dalla polpa liofilizzata oppure da scarti come ossa, piume e zampe; qualsiasi componente animale può essere adoperata come fonte proteica.

55

Valutazione dell'ordine degli ingredienti

Se si impara a leggere in modo corretto l'etichetta dei mangimi presenti sul mercato si riesce anche a trovare l'alimentazione più adatta per il proprio animale. In questo modo si è in grado di soddisfare il suo appetito, ma anche di fornirgli l'apporto nutrizionale di cui necessita. È opportuno non farsi attirare dalla marca dell'alimento, ma dagli ingredienti che costituiscono un ottimo banco di prova. Così facendo si riesce nell'impresa di avere una soddisfazione personale ed allo stesso tempo si ottiene la gratitudine da parte dell'amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Igiene e alimentazione dei pesci rossi

Uno dei desideri di moltissime persone, è sicuramente quello di avere un acquario in casa pieno di pesci. Solitamente i pesci che vengono acquistati per essere riposti all'interno dell'acquario, sono quelli rossi. I pesci rossi oltre ad essere molto...
Cura dell'Animale

Tipologie di allevamento dei polli

L'agricoltura e l'allevamento sono sicuramente dei settori meravigliosi in cui potersi cimentare. Numerosissimi sono infatti i tipi di agricoltura come i tipi di allevamento praticati in Italia: sicuramente, uno degli allevamenti più famosi è quello...
Cura dell'Animale

Alimenti da non dare al coniglio

Tra gli animali domestici più in voga negli ultimi anni figurano sempre più spesso i conigli. Ne esistono di tantissime razze differenti, dai coniglietti nani, ai testa di leone e molti altri ancora. Sono animali molto affettuosi che possono far divertire...
Cura dell'Animale

Alimentazione furetto: cosa evitare

Generalmente gli animali da compagnia che troviamo nelle nostre case sono cani o gatti, ma negli ultimi tempi sempre più persone decidono di prendere e di accudire pets. Uno di questi è sicuramente il furetto: un animale che appartiene alla famiglia...
Cura dell'Animale

Come allevare le pecore

Le pecore sono degli animali molto mansueti, fanno parte degli ovini e oltre a produrre il latte per realizzare i formaggi, forniscono la lana, che è molto utile per realizzare alcuni capi invernali, come i cappotti o i gilet oppure le coperte e le imbottiture...
Cura dell'Animale

Come realizzare in casa il mangime per uccelli

Nutrire gli uccelli è un passatempo gratificante e un ottimo modo per identificare le diverse specie della zone, che è una buona informazione se si prevede di utilizzare piante autoctone nel nostro giardino per attirare determinate specie. Inoltre,...
Cura dell'Animale

Come scegliere la pasta al malto per il furetto

Il furetto è un animale carnivoro la cui dieta dovrà quindi essere a base di carne o apposite crocchette, limitando al massimo le eccezioni. I prodotti da offrire devono contenere un alto numero di proteine, ed il cibo secco può essere lasciato a disposizione...
Cura dell'Animale

Come alimentare le galline ovaiole

Gli scaffali dei supermercati offrono uova di diverse qualità, provenienti da animali allevati a terra, all'aperto o comunque in maniera intensiva. Quindi, per essere certi di consumare un prodotto eccellente o ci si rivolge al contadino di fiducia o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.