Come lenire la gola del cane

Tramite: O2O 01/10/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il cane è l'animale di maggior compagnia e rende le giornate uniche e divertenti. Riesce a tirare su il morale del suo padrone nei momenti peggiori ed in cambio chiede solo qualche coccola. È opportuno saper riconoscere quando il proprio amico ha bisogno di aiuto. Il cane, come qualsiasi essere umano, può contrarre qualche infezione o malattia per cui in queste situazioni occorre migliorare le sue condizioni. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come è possibile lenire la gola dell'animale.

25

Occorrente

  • Tisana a base di tè
  • Cibi umidi e tiepidi.
  • Aglio e integratori vitaminici.
35

Comprendere i segnali

Per capire se il cane ha mal di gola bisogna prestare attenzione a piccoli segnali. Se deglutisce in maniera lenta quando mangia o produce più saliva del solito è probabile che il quadrupede soffre di dolori alla gola. Per lenire questo fastidio alla gola si può preparare una tisana. Si fa bollire dell'acqua e si aggiungono una bustina di tè, un cucchiaino di menta piperita, la salvia e la radice di liquirizia (o timo); poi, si fa bollire per qualche minuto. Successivamente si toglie dal fuoco la tisana e si aggiunge qualche cucchiaio di miele. Si lascia raffreddare e si somministra il composto al cane almeno due volte al giorno.

45

Agevolare la deglutizione

È importante agevolare la deglutizione del cane per cui bisogna rimuovere, se presente, il collare. In questo modo deglutizione e respirazione sono più semplici per il cane. Durante questo periodo bisogna dare all'animale del cibo molle e umido; quando si danno dei croccantini è opportuno inumidirli con brodo o acqua calda. È consigliabile umidificare le stanze in cui soggiorna il cane; infatti, respirare del vapore acqueo dà sollievo alla gola dell'animale. Si può anche fare una doccia ben calda e far entrare il cane in bagno per dieci minuti.

Continua la lettura
55

Includere l'aglio nella dieta

L'aglio è un antibiotico naturale; includerlo nella dieta del cane è sicuramente un'ottima idea. Si possono realizzare delle "pillole" di aglio ed avvolgerle in una polpetta di carne oppure in una fettina di prosciutto. Probabilmente il cane manda giù tutto senza accorgersi dello sgradevole ingrediente. Se si vuole dare una mano al suo sistema immunitario si può aggiungere un integratore a base di echinacea. Quest'ultimo va somministrato al cane per circa 10 giorni. Anche la vitamina C aiuta a prevenire le infezioni ed a far guarire più velocemente il cane. Comunque in qualsiasi caso è fondamentale consultare il veterinario per avere pratiche indicazioni sui metodi naturali che sono utili.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come curare una puntura d'ape sul cane

Le api se disturbate attaccano gli uomini, e quando ciò accade possono arrecare danni soprattutto in soggetti allergici che a seguito di una puntura da parte di questi laboriosi insetti, potrebbero incorrere in uno shock anafilattico. La stessa cosa...
Cura dell'Animale

5 consigli per pulire la cuccia del cane

Accogliere in casa un cucciolo di cane significa dargli l'affetto e le cure di cui ha bisogno; dobbiamo quindi informarci riguardo a tutte le attenzioni da avere nei confronti del cane per assicurargli una crescita sana. Oltre alle vaccinazioni, il cibo...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione estiva

In tutte le stagioni, secondo la temperatura, è necessario prendere gli opportuni accorgimenti. Ciò non è valido soltanto per le persone. Bensì anche per gli animali domestici. Nella stagione estiva, con il clima spesso torrido, occorre adottare alcune...
Cura dell'Animale

Come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane

L'igiene dei denti del proprio cane non è un fattore da sottovalutare. Bisogna invece garantirla per evitare problemi a tutta la zona orale. Infatti potrebbero insorgere delle infiammazioni o delle problematiche di masticazione. Pertanto, in modo regolare,...
Cura dell'Animale

Come ridurre la caduta dei peli del cane

Il problema della caduta dei peli del cane affligge molti possessori di questo delizioso quadrupede. Di norma, il pelo del cane si rinnova due volte all'anno, in primavera ed in autunno. Si tratta della "muta", un normale fenomeno fisiologico. Anche se...
Cura dell'Animale

Come mantenere costante il peso del cane

La compagnia di un cane rende la vita di noi umani più piacevole e semplice. Da tempo immemore si definisce il cane come "migliore amico dell'uomo". Ci sono ottime ragioni per considerare vera questa affermazione. Il "patto" d'amicizia tra uomo e canide...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Come lavare a secco il cane

Quando decidiamo di prendere in casa un animale, cane, gatto od altro, dobbiamo essere convinti della scelta appena fatta e pensare che questi esserini necessiteranno di essere accuditi. Cibo e bagnetto sono solo una parte delle cure necessarie per fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.