Come massaggiare il gatto in 5 mosse

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa abbiamo un gatto ed intendiamo curarlo nel migliore dei modi, oltre a del buon cibo, a tenerlo riparato da correnti fredde in inverno e ad evitare che possa incorrere in pericoli vari, è importante periodicamente massaggiarlo. In tal modo il gatto può sentirsi maggiormente a suo agio dal punto di vista fisco, oltre che apprezzare il gesto anche come coccola sinonimo di affetto. In riferimento a ciò, ecco una lista in cui troviamo alcune dritte su come massaggiare il gatto in 5 mosse.

26

Usare entrambe le mani sul dorso

Iniziando da una parte specifica del suo corpo, partiamo dal dorso; infatti, per fare un massaggio rilassante al nostro gatto, basta usare entrambe le mani e procedere in un solo verso, evitando il contropelo che gli risulta particolarmente doloroso. Inoltre, può rivelarsi rischioso per la nostra incolumità, visto che possiamo incorrere in morsi e graffi, dovuti ad una sua naturale e giustificata reazione.

36

Utilizzare i polpastrelli delle dita sulla pancia

Utilizzare i polpastrelli delle dita agendo sulla pancia, è un'altra ottima mossa per massaggiare il nostro gatto. L'operazione è piuttosto semplice e prevede una sorta di piccoli tocchetti con queste parti delle nostre mani, che oltre a dargli sollievo dal punto di vista fisico, sono particolarmente apprezzate dal felino come gesto di affetto da parte di noi padroni.

Continua la lettura
46

Rilassare le zampe in verticale

Terminata la zona del corpo procediamo sulle 4 zampe, che possiamo far rilassare con un semplice gesto; infatti, è sufficiente agire con una sola mano in verticale, partendo ad esempio dalla parte bassa verso quella alta e viceversa. L'operazione ha una tipica funzione di stretching particolarmente apprezzata dal gatto, visto che durante l'arco della giornata osservandolo attentamente, è un gesto istintivo che ripete più volte.

56

Accarezzare con pollice ed indice le mascelle

Altri punti sensibili del gatto e non solo dal punto di vista del solletico che poi può diventare gradevole se inteso come coccola, sono senza dubbio quelli che interessano la zona delle mascelle; infatti, accarezzarle entrambe con il dito pollice ed indice, è un'ottima mossa per il suo benessere psico-fisico, oltre che ideale per favorire la sua quotidiana masticazione.

66

Frizionare il collo in verticale

I gatti tra i massaggi che prediligono da parte del padrone, in particolare ne gradiscono uno specifico; infatti, frizionare il loro collo in verticale sollevandogli la testa, oltre ad un'apprezzata forma di coccola, serve anche a distendere i muscoli all'altezza della gola che sono costantemente sollecitati in un felino, visto che mangia in continuazione e soprattutto si lecca il pelo quotidianamente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Gattini: le coccole che adorano

Tutti coloro che possiedono un gatto amano coccolarlo e giocarci assieme, ma data la natura schiva del felino a volte può risultare difficile che apprezzi i nostri trattamenti affettuosi e che si stufi subito delle nostre coccole. Può dunque essere...
Cura dell'Animale

Come massaggiare un cavallo

In termini tecnici il procedimento usato per massaggiare di cavalli si chiama "massoterapia equina", nata oltre 40 anni fa negli Stati Uniti, dove il fisioterapista Jack Meagher scoprì, a seguito di ricerche e di studi, un metodo con il quale si poteva...
Gatti

Come lavare un gatto

Si dice che i gatti non abbiano un buon rapporto con l'acqua ma è anche vero che sono tra degli animali che curano molto la propria pulizia. C'è da dire che il più delle volte basta passare un pettine nel pelo ma, se accidentalmente si sporcano con...
Gatti

Come fare la puntura al gatto

Uno degli amici a quattro zampe più buffo e simpatico è proprio il gatto, dal pelo morbido e dagli occhi belli. Ci fa compagnia tutti i giorni e diventa un membro della famiglia a tutti gli effetti. Come per tutti gli animali che decidiamo di adottare...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come comunicare con un gatto sordo

Per un gatto, così come per moltissimi altri animali, l'udito è un fattore molto importante, tanto che è parecchio sviluppato e capace di discriminare gli odori in maniera sorprendente. Tuttavia si possono verificare delle condizioni in cui un gatto...
Gatti

10 consigli per pulire le orecchie al gatto

Il gatto è un animale fiero e indipendente. Non vede mai di buon grado quindi, un intervento del padrone che lo costringa a fare qualcosa di cui lui non ha voglia. Ma in alcuni casi, nonostante il gatto sia un animale che provvede da solo alla sua pulizia,...
Cani

Come insegnare al cane a non saltare addosso alle persone

Alcune persone, più di quelle che potremmo immaginare, hanno sviluppato una fobia nei confronti dei cani, che siano di piccola o di grossa taglia. Ovviamente, questi ultimi risultano più pericolosi ai loro occhi e la paura si intensifica allorché questi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.