Come mettere dei pesci in un nuovo acquario

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Allestire un nuovo acquario è, senza dubbio, un'esperienza emozionante. Spesso, però, accade che i pesci che v'introduciamo al suo interno muoiano uno di seguito all'altro. Creare un nuovo ambiente per i nostri pesci, infatti, non è un'operazione così semplice e immediata, al contrario, richiede una serie di accortezze e una preparazione ben adeguata. Ecco, quindi, una guida che vi spiega come mettere dei pesci in un nuovo acquario.

25

Iniziamo da quando andiamo ad aggiungere al nostro acquario dei pesci. Quest'operazione, però, andrà svolta in maniera graduale e seguendo alcuni suggerimenti. È opportuno, infatti, introdurre una piccola quantità di pesci (l'ideale sarebbe un paio ogni settimana) e scegliere una razza che sia molto resistente, come ad esempio quella dei guppy. In questo modo eviteremo la formazione eccessiva di sostanze velenose.

35

Per introdurre i pesci appena acquistati, occorre, innanzitutto, spegnere le luci del nuovo ambiente e immergere i sacchetti ancora chiusi, in modo tale che la temperatura dell'acqua presente nella bustina si adatti alla temperatura dell'acquario. Quest'operazione deve durare almeno un quarto d'ora. Dopodiché apriamo i sacchetti e versiamo al loro interno un po' di acqua della vasca. Trascorsi alcuni minuti liberiamo dolcemente i pesci nell'acquario e lasciamoli al buio ancora per un po'.

Continua la lettura
45

Affinché vada tutto a buon fine è necessario, inoltre, compiere ancora un'altra semplice operazione. Qualche giorno dopo aver inserito i pesci, dobbiamo controllare l'acqua, portandone una piccola quantità al negozio di animali per farla analizzare o utilizzando noi stessi un kit per testare il livello di ammoniaca e di nitriti presenti nell'acquario.

55

Infine quando introduciamo dei pesci in un acquario, questi iniziano a produrre sostanze di rifiuto che saranno poi smaltite da famiglie di batteri presenti, ad esempio, sulle piante, sul fondo, nel filtro. Naturalmente, un nuovo acquario non contiene questi batteri, pertanto ricordiamoci di inserirli per far sì che consumino le sostanze dannose per i nostri animali. Introdurre i batteri significa realizzare un processo denominato "ciclo dell'acquario", che consiste nel comprare un apposito flacone contenente batteri in soluzione liquida e versarli seguendo le istruzioni. Per favorire lo sviluppo dei batteri e accelerare il ciclo dell'acquario possiamo prestare degli accorgimenti. Ad esempio potremmo aumentare la temperatura dell'acqua, ma solo dopo aver inserito i pesci, o introdurre elementi di un vecchio acquario in cui ritroviamo già dei batteri, come le pietre, le piante o il filtro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come aggiungere altri pesci nell'acquario senza farli morire

L'acquario è un oggetto di arredamento che ormai molti possiedono per accogliere pesci di vario genere. Spesso però i pesciolini, una volta introdotti nell'acquario, muoiono dopo poche ore dall'arrivo. Questo perché non sono stati immessi nel nuovo...
Pesci

I principali pesci marini per acquario

Prendersi cura del proprio acquario potrebbe non essere affatto semplice. Ciò significa non solo eseguire la giusta manutenzione, ma informarsi al meglio anche sulla tipologia di pesci da poter inserire al suo interno. Infatti, integrare dei nuovi pesci...
Pesci

Come creare l'ambiente giusto in un acquario per pesci d'acqua dolce

Un acquario non va considerato solamente come una bel complemento di arredo, capace di rendere un ambiente della nostra casa più elegante e chic, ma dobbiamo sempre tenere a mente, che prima di tutto, l'acquario è la casa dei nostri pesci. Come gli...
Pesci

Come scegliere i pesci pulitori per l'acquario

Ogni acquario che si rispetti deve contenere al suo interno dei pesci pulitori. Nonostante alcuni ne facciano a meno, occorre tenere presente che essi sono una componente fondamentale per la fauna del nostro acquario. I pesci pulitori mantengono pulito...
Pesci

Come scegliere i pesci più adatti al tuo acquario

A chi non piacerebbe entrare in un negozio di animali, puntare l'indice verso tutti i pesci più colorati e fantasiosi che trova e portarli a casa?! Purtoppo questa sarebbe la scelta più sconveniente perché bisogna considerare molti fattori per garantire...
Pesci

I pesci più resistenti da mettere in acquario

Se intendiamo allestire un acquario magari di tipo tropicale, è necessario per ottimizzarne il funzionamento, scegliere dei pesci più resistenti ovvero facili da allevare e che riescono a sopravvivere a lungo. Nella seguente guida, passo dopo passo,...
Pesci

Consigli per curare i pesci nell'acquario

Se intendiamo allestire un acquario tropicale è importante sapere che oltre all'aspetto estetico, bisogna curare attentamente l'habitat, allo scopo di salvaguardare la salute delle piante e soprattutto dei pesci. A riguardo di questi ultimi, ci sono...
Pesci

10 pesci facili per l'acquario d'acqua dolce

La prima cosa da fare, dopo aver sistemato e messo in funzione un acquario, è ovviamente quella di avere le idee chiare sui pesci da acquistare. Popolare un acquario con le specie giuste di acqua dolce, infatti, è una condizione essenziale per far vivere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.