Come mettere un pesce in quarantena

Tramite: O2O 21/06/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sempre più persone si appassionano all'acquariologia. Avere un acquario infatti non solo arreda elegantemente un angolo della casa ma vi farà scoprire come i pesci siano degli animali tanto delicati quanto affettuosi. Soprattutto se la scelta ricadrà sui pesci rossi, considerati a buon diritto davvero molto intelligenti tanto che se gli darete le giuste attenzioni in breve tempo riusciranno ad interagire con voi. Al pari di altri animali d'affezione, inoltre, i pesci hanno bisogno di cure particolari. Soprattutto quando si introducono la prima volta in un acquario. Per evitare uno shock osmotico è quindi necessario mettere il pesce appena comprato in quarantena.

27

Occorrente

  • acquario (20 litri minimo)
  • ripiano stabile
  • spugna
  • riscaldatore
  • filtro a spugna
  • tubo atossico
  • pompa dell'aria
  • pietra per le bolle
  • presa multipla
  • rifugio per il pesce
  • bicchiere
  • sistema di acclimatizzazione a goccia
  • secchio
  • retino
37

Come scegliere l'acquario di quarantena

Un pesce deve essere messo in quarantena per evitare che contagi il resto della popolazione che vive in un acquario. I nuovi pesci infatti possono essere portatori di malattie o di agenti patogeni. I pesci appena acquistati, inoltre, potrebbero subire un cosiddetto shock osmotico se introdotti direttamente in un nuovo ambiente, anche solo per lo stress da trasporto. È consigliabile quindi osservare per 40 giorni il comportamento dei nuovi pesci in un acquario separato e monitorarne il comportamento. Inoltre, in questa maniera i nuovi pesci si abitueranno senza lo stress da competizione al nuovo cibo e ai nuovi orari in cui verrà distribuito. Questo acquario non deve essere più piccolo di 20 litri ma la dimensione può variare a seconda della taglia e della tipologia dell'animale.

47

Come istallare l'acquario

Dopo aver posizionato l'acquario per la quarantena in un ripiano stabile, sciacquarlo con una spugna senza saponi o residui chimici per eliminare eventuali tracce di polvere. Successivamente riempirlo con metà acqua presa dall'acquario principale e con metà acqua nuova. L'istallazione di un acquario da quarantena prevede solo attrezzature base, principalmente per far circolare ed ossigerare l'acqua. Posizionare quindi il riscaldatore e impostare la temperatura. Immergere poi il filtro a spugna. Collegare quindi una estremità del tubo atossico alla pompa dell'aria e l'altra alla pietra per le bolle. Ad un presa multipla, attaccare tutte le spine. In questi tipi di acquario non bisogna inserire di norma la sabbia ma è utile offrire dei rifugi al pesce che ci vivrà.

Continua la lettura
57

Come mettere un pesce dal sacchetto

A questo punto non resta che inserire il pesce. Esistono diverse procedure per mettere un pesce in quarantena.
Se il pesce è appena comprato e trasportato in un sacchetto, svuotare in un lavandino quasi tutta l'acqua del negozio per evitare che questa possa contaminare quella dell'acquario da quarantena appena allestito. Quando rimarranno solo poche dita d'acqua, versare delicatamente il pesce nell'acquario. In alternativa, inserire il sacchetto chiuso per una 15ina di minuti nell'acqua dell'acquario per bilanciare la temperatura. Aprire quindi il sacchetto e ogni 2 minuti circa sversare con un bicchiere in un lavandino l'acqua del sacchetto. Rabboccare subito il sacchetto con la stessa quantità d'acqua, ma presa dall'acquario. Procedere così per una ventina di minuti e poi inserire il pesce.

67

Come mettere un pesce con un acclimatatore a goccia

Molti acquariofili consigliano di acclimatare in maniera più professionale il pesce prima di introdurlo nell'acquario. Questa tecnica è adatta sia se si tratta di un pesce nuovo sia se si deve trasferirne uno da quello principale, perché magari malato. Mettere il pesce in un contenitore con non troppa acqua ed usare un sistema di acclimatizzazione a goccia per travasare l?acqua dalla vasca di quarantena al secchio. In questa maniera il pesce non solo si abituerà gradualmente alla temperatura del nuovo acquario ma anche al pH, alla durezza e a diversi altri parametri dell?acqua.
Quando il volume dell'acqua sarà almeno raddoppiato, prendere il pesce con un retino e inserirlo dell'acquario dove rimarrà per 40 giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Tutto sul pesce palla

Sebbene non sia un pesce tipico dei nostri mari, tutti conoscono il pesce palla, anche i bambini. Esso deve la sua fama ad una peculiarità: quella, appunto, di gonfiarsi come una palla in caso di pericoli e minacce. Esso, infatti, è il principale pesce...
Pesci

Come distinguere un pesce rosso maschio da uno femmina

Il Carassius auratus, o semplicemente pesce rosso, è l'animale domestico più comune. Facilmente reperibile nei negozi specializzati, nelle fiere o come premio al luna park, richiede poche ma adeguate cure. Molto longevo, il pesce rosso in acquario raggiunge...
Pesci

Come assicurare lunga vita al pesce rosso

Il tradizionale pesce rosso o dorato (nome scientifico Carassius Auratus) è spesso il premio ambito nei tanti parchi giochi sparsi per il mondo. Lo si trova anche a pochi euro nelle fiere paesane e patronali. Di origine orientale, presenta un corpo ben...
Pesci

Come sapere se hai un pesce ammalato

I pesci d'acquario ravvivano gli ambienti di casa (e non solo) con le loro numerose evoluzioni, i salti con guizzo, il rincorrersi e nascondersi dietro punti impensabili, i loro colori sgargianti, le forme più strane. Tuttavia, come ogni specie animale,...
Pesci

Tutto sul pesce pagliaccio

La ragione per cui questo grazioso pesciolino viene chiamato con questo originalissimo nome è il fatto che il suo aspetto è talmente colorato da somigliare ad un clown circense, ma il suo vero nome latino è "Amphiprioninae". È diventato celeberrimo...
Pesci

Tutto sul persico reale

Il persico reale è un pesce d'acqua dolce originario dell'Europa centro settentrionale, molto diffuso anche in Australia, Sudafrica, Nuova Zelanda, Asia del nord e siberia. Si tratta di un pesce molto ricercato dai pescatori per le sue caratteristiche...
Pesci

Come riconoscere il marlin

Il pesce marlin, molto simile al pesce spada, sia nell'aspetto che nella consistenza delle sue carni, viene pescato sopratutto per commercializzarne la carne a livello industriale in quanto il pesce ha generalmente grandi dimensioni ed è difficilmente...
Pesci

10 cose da sapere sui pesci rossi

Il pesce rosso, chiamato anche "carassio rosso" o "ciprino dorato" è un pesce d'acqua dolce originario dell'Asia orientale, diffusosi in Europa solo alla fine del XVII secolo. Solitamente vive in laghi, fiumi o piccoli bacini d'acqua ad una profondità...