Come migliorare la circolazione dell'acqua in acquario

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'acquario ripropone, in proporzioni, ovviamente, molto ridotte, il meraviglioso e variopinto scenario della vita sommersa. Pertanto, possiamo considerarlo come una finestra sul mondo che vive e prolifera sotto il pelo dell'acqua, ovvero, l'habitat ideale per pesci e piante, così come li troviamo in natura e con tutti i microorganismi che ne fanno parte.
Naturalmente, gli acquari non sono semplicemente delle vasche trasparenti in cui far nuotare dei pesci. Esistono acquari di acqua dolce in cui, oltre ai pesci, è possibile ricreare la vegetazione tipica di laghi e fiumi, e ci sono quelli, più dispendiosi, di acqua marina, in cui possono vivere anche pesci tropicali di vari genere.
Eppure, sebbene possa sembrare alquanto semplice creare un acquario per rendere speciale un angolo della vostra casa, è importante seguire alcuni fondamentali accorgomenti per mantenerlo splendido e vitale.
A differenza di un qualunque altro complemento d'arredo, un acquario è, comunque, un micro mondo, dove la vita delle creature al suo interno necessita di cure per mantenersi sana.
Oltre ai vari step, importantissimi, quali, la pulizia della vasca e l'alimentazione dei pesci, l'ossigenazione dell'acqua e la sua corretta circolazione giocano un ruolo fondamentale per il benessere di un acquario nella sua totalità. È di grande utilità, quindi, apprendere alcune semplici nozioni per capire come migliorare la circolazione dell'acqua nel suo interno.

26

Occorrente

  • Eventuale pompa di movimento, spray bar per il tubo di immissione dell'acqua
  • Carta assorbente o fogli di giornale
36

Rimuovere i batteri in superficie

Un problema abbastanza comune e da non sottovalutare, che può, facilmente, presentarsi all'interno di un acquario, è lo scarso movimento dell'acqua. Questo inconveniente potrebbe causare conseguenze di varie entità. Tra queste c'è la riduzione di ossigeno in tutto l'acquario, nonostante le piante vive presenti nel suo fandale. Lo scarso movimento dell'acqua e la ridotta diffusione dei liquidi che, solitamentre, vengono aggiunti all'acqua per curare i pesci, o per far sviluppare le piante, crea anche l'accumulo di sostanze di scarto velenose per i pesci stessi e invisibili ad occhio nudo. Inoltre, in superficie potrebbe crearsi una sottile pellicola di batteri che, anche se naturale, è alquanto dannosa per la salute dell'acquario, ma che potrete, facilmente, rimuovere posizionando sull'acqua un foglio di giornale o ancora meglio un po' di carta assorbente. Questo semplice accorgimento vi sarà utile per ripristinare, seppur in minima parte, il corretto e necessario movimento dell'acqua.

46

Posizionare correttamente i filtri

Un altro espediente, molto semplice per evitare la formazione di quella fastidiosa patina di batteri in superficie e, di conseguenza, di grande utilità per aumentare la circolazione dell'acqua, consiste nel posizionare il tubo di fuoriuscita dell'acqua dal filtro in prossimità della superficie. Con questa semplice accortezza, infatti, il getto andrà ad agitare l'acqua ferma, contrastando, quindi, il deposito di batteri. Inoltre, è importante ricordare che, per far sì che nella vasca l'acqua circoli in modo corretto, bisogna assolutamente posizionare i tubi di mandata e di aspirazione del filtro in posizioni differenti. Potete, ad esempio, posizionarli entrambi sulla stessa parete laterale, ma ad estremità opposte (stile filtro interno), oppure alle due estremità sul lato lungo posteriore.
In entrambi i casi, avrete un buon risultato che potrete, tranquillamente, constatare ad occhio nudo, in quanto, l'acqua vi apparirà, da subito, più limpida e le creature che vi abitano ne trarranno beneficii.
Provate, inoltre, ad inserire un pezzo di cibo e a seguire il suo percorso per capire la direzione dell'acqua. Questo metodo vi servirà a scegliere il posizionamento ideale dei filtri.

Continua la lettura
56

Effettuare le prove di circolazione

Ovviamente, queste soluzioni non possono essere sufficienti negli acquari di grandi dimensioni. In questo caso, può essere utile provare ad utilizzare due filtri, necessari anche per migliorare il filtraggio. Per una corretta funzionalità di questa soluzione, sarà opportuno effettuare delle prove di circolazione e, probabilmente, sarà necessario installare anche una doppia pompa dell'acqua in modo da creare un flusso più forte È, di conseguenza, un maggiore movimrnto dell'acqua. Per finire, la cosa più importante e più bella per un acquariofilo è scegliere la giusta disposizione delle piante e delle decorazioni in modo da dare un effetto più naturale, ma senza ostruire i vari vortici creati nel nostro acquario. Insomma, l'efficienza e l'estetica, in questo caso, devono avere un perfetto connubio, per un risultato ottimale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Trovate la giusta soluzione al vostro acquario testando le varie possibilità, ma, soprattutto, chiedendo consiglio ad esperti del settore per non nuocere ai pesci e alla vegetazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come fare il cambio dell'acqua in un acquario

Avere un acquario in casa è sicuramente sinonimo di raffinatezza e buon gusto: oltre ad essere un elemento decorativo, un acquario indica anche passioni per i pesci, soprattutto di razze esotiche e particolari. Ma si tratta di un impegno a tempo pieno!...
Pesci

10 pesci facili per l'acquario d'acqua dolce

La prima cosa da fare, dopo aver sistemato e messo in funzione un acquario, è ovviamente quella di avere le idee chiare sui pesci da acquistare. Popolare un acquario con le specie giuste di acqua dolce, infatti, è una condizione essenziale per far vivere...
Pesci

Come creare l'ambiente giusto in un acquario per pesci d'acqua dolce

Un acquario non va considerato solamente come una bel complemento di arredo, capace di rendere un ambiente della nostra casa più elegante e chic, ma dobbiamo sempre tenere a mente, che prima di tutto, l'acquario è la casa dei nostri pesci. Come gli...
Pesci

5 regole per il cambio dell'acqua in acquario

Avere un acquario in casa è un qualcosa che può regalare molte soddisfazioni. Se siete appassionati di pesci e di acquariofilia, saprete certamente quant'è piacevole osservare i pesci nuotare comodamente seduti sul divano di casa. Saprete anche come...
Pesci

Come cambiare l'acqua nell'acquario: piccola manutenzione

Gli acquari, in modo particolare quelli molto grandi, rappresentano uno straordinario complemento d'arredo, nonché un lavoro non indifferente. Le pompe moderne consentono un agevole cambio dell'acqua. Ma non tutti possono permettersi strumenti così...
Pesci

10 passi per allestire un acquario d’acqua dolce

Se intendiamo allestire un acquario di acqua dolce, è importante sapere che ci sono delle regole ben precise da seguire, per ottenere un ecosistema tale da favorire la sopravvivenza di pesci e piante. A tale proposito ecco una lista in cui in 10 passi,...
Pesci

5 pesci di acqua salata per l'acquario marino

L'acquario marino è considerato dagli esperti come la più bella tipologia di acquario che sia possibile realizzare, ma allo stesso tempo a causa della difficoltà di gestione e di mantenimento sia dei pesci che della vegetazione, nonché per gli elevati...
Pesci

Come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce

Nei tre passi che andranno a formare le nostre argomentazioni, ci concentreremo sulla gestione dei nitrati. Infatti, come indicato anche nel titolo che accompagna questo articolo, ora andremo a spiegarvi come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.