Come misurare la febbre ai gatti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con l'arrivo dell'inverno, non siamo solo noi esseri umani ad ammalarci, ma può succedere che anche il vostro gatto possa risentire del freddo ed avere l'influenza. Ciò può provocare in lui un aumento della temperatura corporea, ovvero la cosiddetta febbre. Se notate atteggiamenti in cui il gatto risulta un po' annoiato, debole o perennemente stanco, questi non bastano per poter essere in grado di dire con certezza che il gatto è malato e se è il caso di portarlo da un veterinario per sapere quali sono le cure adatte. Per essere certi che il vostro felino abbia la febbre oppure una vera e propria influenza, bisogna misurare la sua temperatura corporea. Fare ciò non è estremamente complicato. In questa guida è descritto come è possibile misurare la febbre ai gatti in maniera semplice attraverso questa guida e qualche link utile esterno che tratta lo stesso argomento ma con dettagli aggiuntivi che possono sicuramente arricchire la nostra conosocenza.

27

Occorrente

  • Un termometro (a mercurio o digitale)
  • Lubrificante per il termometro: olio di vaselina
  • Panno ed alcool per la pulizia del termometro
  • Guanti
37

Sintomi della Febbre

Se il vostro gatto ha un'elevata temperatura corporea, è probabile che la causa principale di tale febbre sia un'infezione virale o batterica. È bene conoscere alcuni sintomi che possono insorgere nel vostro gatto in caso di febbre:
- Uno dei primi segni di influenza è la perdita di appetito da parte del vostro gatto;
- Potrete notare un'evidente debolezza ed una vera e propria riduzione delle energie;
- Il gatto tende spesso a pulirsi, mentre in caso di febbre tende a farlo meno;
- Il gatto potrebbe anche avere dei brividi ed una respirazione affannosa ma rapida;
- Altri segni evidenti potrebbero essere il vomito e gli starnuti.
Ecco qui un sito che fa sicuramente a caso nostro. http://it.wikihow.com/Misurare-la-Febbre-al-tuo-Gatto.

47

Come misurare la febbre del gatto

Per poter misurare la febbre al proprio gatto bisogna munirsi di un termometro e di un lubrificante come l'olio di vaselina per potervi intingere il termometro. Questa prima parte del procedimento è molto importante perché il termometro va inserito nella zona del retto, per questo motivo è importante intingere la punta del termometro nell'olio di vaselina. Bisogna posizionare il gatto su un tavolino o su un piano rialzato in modo da poter eseguire al meglio il procedimento. Se il gatto non riesce a stare fermo bisogna farsi aiutare da qualcuno che possa tenerlo e calmarlo cercando di essere delicato sia nel mantenerlo fermo che nella fase di misurazione della febbre.
Il secondo passaggio per poter controllare la temperatura corporea del gatto prevede la misurazione vera e propria. Adesso bisogna innanzitutto alzare lentamente e delicatamente la coda del gatto, tenerla in questo modo ed inserire, sempre in modo delicato, il termometro nel retto del felino. Il termometro deve essere inserito e mantenuto in una posizione un po' obliqua, in questo modo può essere a contatto con il bulbo e misurare per bene la temperatura del felino. In questo sito sono presenti alcuni utili consigli da poter seguire. http://www.animaliinsalute.com/2012/11/febbre_nel_gatto_cause_sintomi_misurazione_e_cura.html.

Continua la lettura
57

Modo d'uso del termometro a mercurio

Se possedete un termometro a mercurio bisogna agitarlo prima di inserirlo fino al raggiungimento della temperatura di 35,56°C. Il tempo necessario per calcolare la febbre del gatto con questo termometro è di circa due minuti o tre, per cui bisogna tenere il termometro ed il gatto fermi per due minuti o la temperatura misurata risulterà alterata. Al termine dei due minuti bisognerà estrarre il termometro piano piano e con delicatezza. Con un panno e con dell'alcool bisogna ripulire la punta del termometro e controllare la temperatura ottenuta.
Se il termometro è digitale, la misurazione sarà più semplice e veloce. Basterà accendere il termometro, inserirlo sempre nello stesso modo e con le stesse accortezze, ed attendere il segnale acustico (il famoso "beep"). È importante sapere che la temperatura corporea di un gatto di taglia adulta è all'incirca compresa tra i 38°C ed i 38,5°C, mentre la temperatura corporea di un cucciolo è compresa tra i 38,5°C ed i 39°C. Nel caso in cui la temperatura risulti più alta di questi valori, allora il gatto ha la febbre e bisognerà rivolgersi ad un veterinario. Occorrerà rivolgersi ad un veterinario anche nel caso in cui la temperatura risulti più bassa dei valori indicati precedentemente, in modo da poter avere le istruzioni giuste per poter curare al meglio e far guarire il nostro amico a quattro zampe.
Per approfondire l'argomento in questione è consigliato leggere queste informazioni presenti in questo sito. http://www.tuttosuigatti.it/gatto-con-la-febbre.html.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' meglio effettuare la misurazione della febbre la mattina oppure la sera.
  • E' preferibile misurare la febbre al vostro gatto lontano dai pasti.
  • Se il gatto ha corso, aspettate che si assesti il battito cardiaco prima di misurargli la febbre.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come misurare la temperatura di un gatto

I nostri animali domestici, specie con l'arrivo della stagione fredda, vengono attaccati da virus o patologie che irrimediabilmente innalzano la loro temperatura corporea. Da qui nasce l'esigenza di dover effettuare la misurazione di tale temperatura...
Gatti

Gatti: come riconoscere i sintomi della nausea

Il gatto è un animale domestico indipendente ed amante del proprio territorio, anche in casa; infatti, predilige sempre gli stessi luoghi, è metodico nelle sue operazioni di pulizia quotidiana, ma è anche curioso, tanto che a volte si spinge inconsciamente...
Gatti

5 curiosità sui gatti persiani

I gatti persiani rappresentano, senza alcun dubbio, la razza felina più elegante, sofisticata e particolare. Caratterizzati dal folto pelo, morbido e soffice, e dallo speciale taglio d'occhi allungato e sornione, i gatti persiani sono di certo tra i...
Gatti

Come far fare amicizia tra due gatti che entrano in casa tua in tempi diversi

Solo a chi è già capitato di avere in casa due gatti sa cosa significa fargli fare amicizia, soprattutto se uno dei due vive già in spazi limitati. In questa guida si daranno alcuni consigli per evitare che i due amici si azzuffino, anche se la situazione...
Gatti

Consigli per riconoscere le piante tossiche per i gatti

I gatti sono degli animali estremamente resistenti, tuttavia anche per loro i pericoli sono sempre in agguato. Soprattutto perché sono estremamente curiosi e spesso assaggiano quello che trovano per casa e nel giardino. Per questo motivo è di fondamentale...
Gatti

Le 5 razze di gatti più affettuose

I gatti sono degli animali nobilissimi e normalmente son famosi per la loro pronunciata indipendenza. Comunemente è il cane a essere riconosciuto come un animale domestico fedele e affettuoso, ma in realtà anche i gatti sanno essere molto affettuosi...
Gatti

Come capire perché i gatti di casa litigano

I gatti sono degli animali meravigliosi. Amano la vita tranquilla, sono discreti e, a modo loro, regalano tanto affetto. Normalmente, se due gatti crescono insieme, non sviluppano problemi di convivenza perché instaurano un equilibrio reciproco. A volte,...
Gatti

Rimedi naturali contro i parassiti dei gatti

Gli animali domestici sono compagni di vita per molti di noi. Preferiamo soprattutto la presenza di cani e gatti, capaci di donare affetto incondizionato. Ciononostante non è sempre semplice capire quale sia il loro stato di salute generale. Esistono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.