Come prendersi cura di un angora turco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo e sericeo, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. La riscoperta dell'angora turco risale circa al 1960, anni in cui alcuni allevatori americani riuscirono ad ottenere il permesso dal governo turco per esportare dei gatti dagli zoo e portarli in America. Da questi gatti cominciò la razza poi definita "angora turco" per distinguerla dal "gatto d'Angora" nome ormai generalmente utilizzato per indicare qualunque meticcio a pelo lungo. Contemporaneamente in Inghilterra si cercò di ricreare la razza sia ricorrendo alla selezione degli orientali a pelo semilungo (anche noti come mandarini), che per un lungo periodo vennero anch'essi chiamati angora o British Angora. Per anni l'angora turco è stato riconosciuto solo nella varietà bianca e solo in seguito si ottenne il riconoscimento graduale delle varie colorazioni che naturalmente si presentavano dall'accoppiamento di due gatti bianchi. In questa semplice e veloce guida vi spiegherò, nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come prendersi cura di un Angora Turco.

26

Occorrente

  • Angora Turco
  • Spazzola
  • Cibo per gatti
36

Le nidiate contano di solito quattro o cinque gattini, ma anche sei o sette. Pur prevedendo la razza molti colori, il bianco è dominante e compare quasi sempre nel mantello, ed è difficile produrre degli Angora da mostra in altri colori. La sordità è ricorrente soprattutto negli Angora bianchi con occhi blu o bicolori. Si sconsiglia l’uso di un gatto sordo nella riproduzione, a meno che non siate disposti ad assumervi la relativa responsabilità.

46

Dal punto di vista della salute l'Angora Turco si dimostra un gatto particolarmente forte che difficilmente si ammala ma può soffrire di patologie ereditarie, motivo per il quale è bene chiedere all'allevatore la storia clinica degli ascendenti del nostro Angora Turco. Tra le patologie ereditarie di maggior rilevanza assumono un aspetto centrale la cardiomiopatia ipertrofica (malattia del cuore che non lascia scampo a chi ne è affetto) e l'atassia genetica (una malattia ereditaria dei cuccioli che li porta alla morte entro il terzo mese di vita).

Continua la lettura
56

Nonostante il pelo lungo questi gatti non hanno bisogno di particolari cure, in quanto il loro serico pelo tende a non creare nodi. Sarà sufficiente una spazzolata ogni settimana nei periodi normali e due spazzolate alla settimana nei periodi di muta per eliminare il pelo morto in eccesso. Prestate però particolare attenzione all'alimentazione, in quanto i gatti di questa razza tendono facilmente ad ingrassare, e un peso eccessivo potrebbe causare problemi di varia sorta che è sempre meglio prevenire che curare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si sconsiglia l’uso di un gatto sordo nella riproduzione, a meno che non siate disposti ad assumervi la relativa responsabilità
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come prendersi cura di un gatto abbandonato

La scelta di adottare un animale è un passo molto importante in quanto il cucciolo scelto entrerà a far parte della famiglia. Tra gli animali domestici più conosciuti vanno annoverati senza dubbio i cani e i gatti: questi ultimi spesso vengono abbandonati...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Come prendersi cura dei gatti a pelo lungo

Al giorno d'oggi il gatto è un tipico animale domestico, non più adoperato per la caccia ai topi, e ne esistono varie tipologie, ad esempio a pelo lungo. Il gatto a pelo lungo è sicuramente maestoso e bellissimo, ma difficile da gestire e curare. Naturalmente...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come prendersi cura di un gattino

Sia gli amanti degli animali che tutti gli altri, dovrebbero sapere che nel momento in cui si decide di tenere un gattino in casa, ed in generale un qualsiasi altro animale, bisognerà prendersi ben cura di lui. Sarà necessario infatti anche avere numerose...
Gatti

Come prendersi cura di un Thai

Questo gatto dall'aspetto nobile e raffinato è in realtà un grande giocherellone che può stabilire buoni legami sia con i grandi che con i piccini. Spesso bisogna fare attenzione ad alcuni accorgimenti per prendercene cura al meglio. Vediamo allora...
Gatti

Come prendersi cura di un Ocicat

I gatti, come i cani, sono gli animali più amati dalle persone, e non è insolito trovare persone che li curano in maniera maniacale tanto da considerarli come parte integrante della propria famiglia. Ma affinché il proprio gatto abbia vita lunga è...
Gatti

Come prendersi cura di un maine coon

Il Maine Coon è un gatto estremamente affascinante capace di colpire grandi e piccini sia per il suo aspetto maestoso che per il suo carattere riflessivo ma allo stesso tempo giocoso. Nonostante il lungo pelo e le grandi dimensioni possano far pensare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.