Come prendersi cura di un cane affetto da cimurro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Prendersi cura di un cane malato richiede tantissimo impegno e amore. Le patologie che possono colpirlo, infatti, sono numerose e di varia natura. Esistono le malattie di natura batterica, come può essere la rogna. Ma esistono anche malattie virali, come il cimurro. Il cimurro è un morbo dai sintomi caratteristici. È riconoscibile dalla presenza di muco nei dotti oculo-nasali, dall'inappetenza e da spasmi. Tuttavia si tratta di sintomi ascrivibili anche ad altre patologie. Per questo motivo, in caso di anomalie, dovremo correre dal nostro veterinario di fiducia. Ma come curare un cane affetto da cimurro? Come alleviare le sue sofferenze?

27

Occorrente

  • Cibo facilmente digeribile.
  • Acqua.
  • Siringa senza ago.
  • Terapia farmacologica.
37

Il veterinario

Come detto, la prima cosa da fare è consultare il veterinario. Sarà l'unico in grado di arrivare ad una diagnosi convincente. Dopo l'accertamento della malattia avremo una terapia da seguire per un certo periodo di tempo. Occorre fare chiarezza su un punto: non tutti i cani superano totalmente la malattia. Il cimurro si può sconfiggere completamente se lo affrontiamo ai primi segnali. Se trascuriamo per troppo tempo i segni il cane potrebbe non riprendersi totalmente. Tuttavia il cimurro si può controllare e noi possiamo fare tanto per alleviare i sintomi. Dovremo partire dall'alimentazione e soprattutto dall'idratazione.

47

L'acqua

L'acqua è un elemento molto importante per affrontare il cimurro. Il cane dovrà bere la giusta quantità di acqua durante il giorno. Ciononostante può capitare che il cane non abbia voglia di abbeverarsi spontaneamente. Potrebbe essere necessario somministrargli dell'acqua in più con una siringa senza ago. In caso di inappetenza, sintomo di cimurro, prepariamo qualcosa di facilmente digeribile. Puntiamo su bocconcini saporiti, magari i suoi favoriti, morbidi e gustosi. Se necessario provvediamo ad imboccare il cane. Durante questa procedura facciamo attenzione a non irritarlo eccessivamente. Un cane sotto stress può sempre diventare più aggressivo del normale.

Continua la lettura
57

Le temperature

Il cimurro provoca un aumento delle temperature corporee. Ogni giorno dovremo rilevare i gradi con un termometro per cane. È importante tenere traccia delle temperature per seguire il corso della malattia. Comunichiamo al veterinario i nostri dati. Se il cane affetto da cimurro soffre di frequenti convulsioni potremmo avere bisogno di calmanti. Sebbene dal cimurro si possa guarire, è ancora più importante prevenire. Sono disponibili degli efficaci vaccini, sia per la madre in attesa sia per i cuccioli.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' bene non allarmarsi troppo per ogni sintomo comune al cimurro. Tuttavia portare il cane dal veterinario alla comparsa di piccole anomalie è sempre un'ottima idea. Non trascuriamo mai nulla che possa diventare la spia di problemi seri in sviluppo.
  • Ricordiamo che il cimurro è altamente contagioso tra cani. Se abbiamo più di un cane cerchiamo di separarli il più possibile o di vaccinare i cuccioli dopo i 7 mesi di vita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Cucciolo in arrivo: gli errori da evitare

Condividere la propria vita con un cane, può essere un percorso davvero entusiasmante. Comprendere come crescerlo, quali cure fornire, in che modo addestrarlo, sono i problemi coi quali però è inevitabile confrontarsi. Nella guida che vi proponiamo...
Animali da Compagnia

Come tenere un procione come animale domestico

Il procione, pur essendo un mammifero, non è assolutamente da considerare come un cane o un gatto. Innanzitutto c'è da sapere che si tratta di un animale appartenente a una specie protetta, per cui è vietata sia la cattura che la detenzione anche perché...
Cani

Tutto sul Pincher nano

Il pincher nano è un cane molto socievole e simpatico e grazie al suo carattere molto vivace si adatta particolarmente alle famiglie con bambini, ma anche in presenza di altri suoi simili. Si affeziona molto al nucleo familiare ed è diffidente nei...
Cani

Come allevare un bracco ungherese

Il cane è definito il migliore amico dell'uomo, ma siamo noi che dobbiamo sapere che se decidiamo di fare entrare nella nostra vita un cane (di qualsiasi razza sia) dobbiamo essere consapevoli di doverlo crescere, educare e proteggere nel miglior modo...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione invernale

Se avete un cane ed intendete curarlo e coccolarlo nel migliore dei modi, è importante proteggerlo nella stagione invernale poiché le temperature basse e la forte umidità generata dalla pioggia, potrebbero arrecargli danni alla salute. Per massimizzare...
Cani

Come comportarsi quando il cane non vuole fare il bagnetto

Il momento del bagno per i nostri amici a quattro zampe non è sempre gradito, infatti mentre alcuni amano stare sotto l'acqua e farsi coccolate e massaggiare con la spugna gradendolo come un'alternativa al solito gioco, altri hanno letteralmente paura...
Gatti

Come lavare un gattino appena nato

Chi possiede animali in casa sa benissimo che l'amore incondizionato che loro riescono a dare è veramente strepitoso. Cani, gatti ed altre specie di animali domestici, riescono a dare enormi soddisfazioni al proprio padrone, oltre che rivelarsi dei veri...
Cani

Tutto sul Boston terrier

Le origini del Boston Terrier sono strettamente legate alla storia dei cani da combattimento. Infatti, nel 1835 quando i combattimenti tra cani e tori vennero banditi presero il sopravvento i combattimenti fra cani. Diversi furono gli incroci fatti per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.