Come prendersi cura di un cane raffreddato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Alcuni sintomi quali tosse, starnuti e naso che cola non possono ingannare: per voi come per il vostro amico a quattro zampe, si tratta di raffreddore. Solitamente benigno, il raffredore può talvolta comportare, però, delle sgradevoli conseguenze, e trasformarsi in bronchite o polmonite. Ecco perché è consigliabile agire preventivamente e scoprire come prendersi cura di un cane raffreddato attraverso questa semplice, ma speriamo, utile guida.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Vapore caldo
  • Oli essenziali
37

L’importanza dell’acqua

Un cane raffreddato ha particolarmente bisogno d?idratazione, è quindi importante lasciare a disposizione un buon quantitativo d?acqua. Se il vostro cane, per caso, si mostrasse recalcitrante all?idea del bere, non esitate ad aggiungere acqua ai suoi pasti. Può, inoltre, rivelarsi benefico un bel brodo di pollo o manzo da assumersi solo o insieme alle abituali crocchette. Potete, ugualmente, associare una porzione di riso che servirà a rinforzare il suo sistema immunitario. Meglio prediligere, comunque, in questo periodo il cibo umido poiché più digeribile.

47

Al calduccio

La prima cosa da fare sarà tenere il vostro cane al caldo durante il suo raffreddore. Scegliete, dunque, un posto adeguato per farlo dormire. Tenerlo in casa durante questo periodo non è necessario, ma fate in modo che le sue passeggiate siano più corte e cercate di evitare pioggie o correnti d?aria che potrebbero aggravarne le condizioni.

Continua la lettura
57

Rimedi naturali

L?assunzione di vitamina C può rivelarsi utile per combattere il raffreddore. Oltre i numerosi complementi alimentari esistenti in commercio, compatibilmente con le abitudini alimentari del vostro cane, potete dargli da mangiare spicchi di mela o fettine di carota. Un altro rimedio può essere quello di diffondere nell?ambiente dove vive il vostro cane, per 30 minuti, due volte al giorno, oli essenziali come il timo, il pino silvestre o l?eucalyptus, per alleviare il suo malessere. Anche il vapore caldo può rivelarsi utile. Chiudetevi con il vostro amico a quattro zampe in una stanza, come può essere il bagno, e lasciate scorrere l?acqua calda nel lavandino facendo in modo che il vostro cane respiri il vapore per almeno una ventina di minuti.

67

Il consiglio del veterinario

Sorvegliate, infine, il suo appetito. Talvolta, un calo in tal senso può essere dovuto all?odore del cibo stesso che in questo momento può risultare alterato per il nostro amico a quattro zampe. Un buon rimedio, allora, sembra essere l?aromaterapia. Essendo oramai l?alimentazione canina molto variegata a tale proposito, non vi sarà difficile assecondare il vostro cane. Se, però, la sua temperatura dovesse superare i 39 gradi, non esitate a portarlo dal veterinario che saprà intervenire nel migliore dei modi. A questo punto, speriamo davvero di essere stati utili con la nostra guida a voi, ma, soprattutto, ai vostri cani.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare il veterinario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto abbandonato

La scelta di adottare un animale è un passo molto importante in quanto il cucciolo scelto entrerà a far parte della famiglia. Tra gli animali domestici più conosciuti vanno annoverati senza dubbio i cani e i gatti: questi ultimi spesso vengono abbandonati...
Gatti

Come prendersi cura di un maine coon

Il Maine Coon è un gatto estremamente affascinante capace di colpire grandi e piccini sia per il suo aspetto maestoso che per il suo carattere riflessivo ma allo stesso tempo giocoso. Nonostante il lungo pelo e le grandi dimensioni possano far pensare...
Gatti

Come prendersi cura di un gatto sordo

Gli animali domestici sono da sempre un'ottima compagnia per noi umani all'interno delle mura di casa; attualmente le abitazioni italiane sono popolate in maggior misura da cani e gatti di varie razze e taglie. Purtroppo molti felini, nonostante se ne...
Gatti

Certosino: caratteristiche e cura

Il Certosino è sicuramente uno dei gatti più incantevoli che esistano: è una razza di felina molto nota proprio per l'aspetto massiccio e forte che, al tempo stesso, conserva una grande eleganza grazie al suo splendido mantello grigio. In questa guida,...
Gatti

Come riconoscere una frattura nel gatto e come si cura

Avere un animale domestico non è semplice. Come accade con i bambini molto piccoli, infatti, soprattutto quando uno di essi si trova in condizioni di salute precarie e non si sente molto bene, è davvero difficile capirlo e correre ai ripari. Scegliere...
Gatti

Come far accettare ad un gatto l'arrivo di un cane in famiglia

Se in casa abbiamo un gatto e decidiamo di adottare anche un cane, non è un'impresa facile, poiché è difficile far accettare al felino l'arrivo in famiglia di un suo rivale storico. Tuttavia, ci sono dei particolari trucchi ed accorgimenti che a lungo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.