Come prendersi cura di un criceto raffreddato

Tramite: O2O 16/07/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Così come accade per gli esseri umani, anche i mammiferi come il criceto possono andare incontro a patologie da raffreddamento. Il problema non va mai sottovalutato perché nel criceto, un semplice raffreddore, può spesso evolvere in stati febbrili o polmonite. Ecco perché occorre intervenire immediatamente e con gli opportuni rimedi. In questa guida vogliamo illustrarvi come prendersi cura di un criceto raffreddato.

27

Occorrente

  • Antibiotico
  • Piastra termica riscaldante
  • Ciotola
  • Contagocce
  • 1 cucchiaino di miele
  • Latte q.b.
  • Acqua q.b.
37

Consultate un veterinario

La prima cosa da fare, senza indugio alcuno, è quello di portare il criceto dal veterinario. Non cercate di porre in essere dei palliativi senza prima aver sentito il parere di un esperto che sarà senza dubbio in grado di diagnosticare l'esatta patologia da raffreddamento, impartendo al piccolo animale la cura più adatta. Tale cura, nella maggior parte dei casi, consisterà nella somministrazione di un antibiotico. Vediamo ora come occorre comportarsi dopo che il criceto raffreddato abbia ricevuto la prima cura antibiotica.

47

Predisponete un ambiente caldo e asciutto

Se il vostro criceto starnutisce, ha il nasino che cola, gli occhi acquosi ed appare inappetente, questi sono senza dubbio i primi sintomi della sindrome da raffreddamento. Se il raffreddore si manifesta (come in effetti accade nella maggior parte dei casi) durante il periodo del freddo invernale, potreste pensare a collocare sotto alla sua gabbia una speciale piastra elettrica che sarà in grado di tenere il suo ambiente caldo. Dovrete inoltre assicurarvi che la gabbia dell'animale raffreddato sia posta in una zona riparata della casa e senza la presenza di umidità.

Continua la lettura
57

Somministrate un antibiotico

Dopo aver approntato adeguatamente il suo habitat, dovrete poi somministrare al criceto l'antibiotico consigliato dal veterinario. Questo, di solito, va dato all'animale una volta al giorno. La cosa importante è che l'antibiotico va somministrato sempre alla stessa ora. Qualora notaste dei miglioramenti di salute nel criceto, non smettete di dare l'antibiotico, ma continuate il trattamento almeno tre, quattro giorni dopo la completa remissione dei sintomi. In ogni modo, al di là di questa indicazione generale, attenetevi sempre scrupolosamente ai consigli del veterinario su modi e tempi di somministrazione del medicinale.

67

Preparate un composto con latte, acqua e miele

Durante il periodo della malattia, accompagnate la somministrazione dell'antibiotico con un preparato fai da te: versate dentro una ciotola un po' di latte caldo e un cucchiaino di miele. Diluite il tutto con un po' di acqua, fino ad ottenere una sostanza liquida. Date da bere al vostro criceto, aiutandovi magari con un contagocce all'interno del quale verserete un po' del prodotto. Anche in questo caso, tuttavia, chiedete consiglio ad un veterinario. Durante il periodo della convalescenza, infine, non collocate mai la gabbia del criceto a contatto con porte o finestre ed evitate assolutamente qualsiasi tipo di contatto dell'animale con l'acqua ( è molto dannoso fare il bagno al criceto). Il raffreddore nel criceto, se curato adeguatamente e ricorrendo ai corretti medicinali, è una patologia che si risolve nel giro di 6-7 giorni.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di intraprendere qualsiasi tipo di cura per un criceto raffreddato, chiedete sempre consiglio ad un veterinario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Come prendersi cura di un Samoiedo

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter prendersi cura di un Samooiedo, nel modo migliore e con amore e passione vera ed infinita!Il Samoiedo è una razza di cane di origine siberiana che prende il nome dall'omonima...
Cani

Come Prendersi Cura Di Un Cocker Inglese

Il cocker inglese è un cane da caccia appartenente al gruppo degli spaniels adatti per la cerca e il riporto. La piccola taglia (tra gli 11 e i 13 chili di peso) gli consentono di addentrarsi con facilità nelle forre e tra i rovi. È un cane attivo,...
Cani

Prendersi cura di un cane anziano

I cani si sa, sono i migliori amici dell'uomo, e come tali vanno curati e cresciuto con amore e rispetto. Anche perché, nonostante la loro breve vita sono gli amici più fedeli che possiamo avere e molto spesso in vecchiaia cominciano ad avere problemi...
Cani

Come prendersi cura di uno Schnauzer

Lo Schnauzer è una razza di origine tedesca che comprende tre tipi di taglia: nana, media e gigante, con  tre possibili colori: nero, sale e pepe, nero argento, bianco. Il termine Schnauzer corrisponde al termine italiano mustacchi, ed è il modo con...
Cani

Come prendersi cura di un cane affetto da cimurro

Prendersi cura di un cane malato richiede tantissimo impegno e amore. Le patologie che possono colpirlo, infatti, sono numerose e di varia natura. Esistono le malattie di natura batterica, come può essere la rogna. Ma esistono anche malattie virali,...
Cani

Come prendersi cura di un cane sordo

L'udito, insieme all'olfatto, è uno dei sensi più sviluppati che il nostro amico a quattro zampe possiede, infatti esso può percepire suoni fino a 60mila Hertz contro i 20mila Hertz che riusciamo a sentire noi umani. Se un cane sordo ha perso questa...
Cani

Come prendersi cura di un cane con la lesmaniosi

Con il periodo estivo e le imminenti vacanze al mare, anche dei nostri quadrupedi, si ripresenta puntuale il terrore della Leishmaniosi. La Leishmaniosi è una grave malattia infettiva che può colpire i cani e marginalmente l’uomo. Purtroppo è presente...
Cani

Come prendersi cura del cane lupo cecoslovacco

Il cane lupo cecoslovacco è sicuramente una razza impegnativa, dotata di un istinto meraviglioso e di un carattere forte da dominare, ma la sua propensione alla guardia, all'obbedienza, il suo coraggio nel difendere il territorio quando subisce un'invasione...