Come prendersi cura di un gatto sordo

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Gli animali domestici sono da sempre un'ottima compagnia per noi umani all'interno delle mura di casa; attualmente le abitazioni italiane sono popolate in maggior misura da cani e gatti di varie razze e taglie. Purtroppo molti felini, nonostante se ne parli poco, sono affetti da sordità e questa tendenza sembra essere in forte aumento. Se vi capita un micio sordo, seguite questa guida, per capire come prendersi cura di lui e imparare a comportarsi in base alle sue esigenze. Con il passare del tempo, noterete come queste vostre attenzioni saranno ricambiate dal gatto, andando a creare un rapporto unico e di profonda amicizia.

25

Verificare la sordità del gatto

La prima cosa da eseguire è verificare se il gatto è sordo al 100% oppure se si tratta di un difetto parziale; per verificare, basterà eseguire dei rumori, forti, se necessario aumentare il rumore gradualmente, così da verificare se si tratta di sordità totale o parziale. Ovviamente dovete eseguirli alle spalle del gatto, senza che lui visivamente se ne accorga. In qualsiasi modo se percepisce il rumore, il gatto deve avere una reazione più o meno di spavento, saltando o girando su se stesso. Qualora questo ripetutamente non accada, è quasi certo che l'animale sia affetto da sordità.

35

Creare un ambiente sicuro

La sordità in un gatto può dipendere da vari motivi, che possono essere ereditari, oppure a causa di malattie congenite (come ad esempio la maggior parte dei gatti hanno entrambi gli occhi di colore azzurro), oppure per patologie infettive o naturali, oppure derivanti anche dall'età. Un gatto sordo è difficile da gestire per il semplice motivo che non si rende conto di tutti quei pericoli che di solito sono preannunciati da un suono o da un rumore. Per questo motivo è bene proteggere l'animale da tutti i luoghi di rischio potenziale, quali ad esempio le strade attraversate da macchine. Cercate quindi di creare un ambiente destinato al gatto. Se lo tenete in casa, ad esempio, utilizzate delle zanzariere per impedirgli di uscire anche in estate, se invece vive in giardino ricordate di chiudere sempre ogni apertura. Portatelo voi in giro, magari servendovi di un guinzaglio, facendo in modo che il gatto vi veda sempre in faccia.

Continua la lettura
45

Rapportarsi con un gatto sordo

Un secondo problema è legato al rapporto con voi. È importante che impariate a parlare all'animale tramite gesti. Per tale ragione è consigliabile evitare rimproveri o parole di elogio, ma carezze, sorrisi e premi per insegnare al proprio animale cosa fare e cosa evitare. I gesti con le mani gli serviranno per capire quando avvicinarsi, sedersi, allontanarsi... Un vero e proprio codice del corpo che però, siate fiduciosi, il vostro animale subito riconoscerà e e apprenderà. Ricordate che un gatto sordo usa e risponde al linguaggio del corpo, ma ciò non gli impedirà di mostrarsi sveglio ed intelligente.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come prendersi cura di un gatto persiano

Il gatto persiano ha un pelo davvero folto e lungo e un musetto "schiacciato". Non è una razza sorta spontaneamente ma appartiene ad una specie voluta e selezionata dall'uomo. Proprio per questo non è dotata di difese innate per i piccoli "inconvenienti"...
Gatti

Come prendersi cura del pelo del gatto

In questo articolo vedremo oggi come prendersi cura del pelo del gatto. Esso è veramente molto importante, in quanto ha il compito di proteggere l'animale dall'umidità, dal freddo e dagli sbalzi della temperatura. Perciò, è fondamentale prendersi...
Gatti

Come capire se un gatto è sordo

Quando un gatto è sordo non è facile comprenderlo: per natura i gatti sono animali piuttosto indifferenti, che a nostri richiami potrebbero rimanere di per sè indifferenti. Purtroppo il loro carattere a volte risulta essere un po' scontroso e non è...
Gatti

Prendersi cura di un gatto anziano

Dalla nascita fino ai primi 3 anni d'età, un gatto va incontro ad un'enorme serie di cambiamenti. Nel suo primo anno di vita, il felino completa il suo sviluppo ed è sessualmente pronto all'accoppiamento. A partire dal terzo fino al decimo anno, vive...
Gatti

Come comunicare con un gatto sordo

Per un gatto, così come per moltissimi altri animali, l'udito è un fattore molto importante, tanto che è parecchio sviluppato e capace di discriminare gli odori in maniera sorprendente. Tuttavia si possono verificare delle condizioni in cui un gatto...
Gatti

Come prendersi cura dei gatti a pelo lungo

Al giorno d'oggi il gatto è un tipico animale domestico, non più adoperato per la caccia ai topi, e ne esistono varie tipologie, ad esempio a pelo lungo. Il gatto a pelo lungo è sicuramente maestoso e bellissimo, ma difficile da gestire e curare. Naturalmente...
Gatti

Come prendersi cura di un angora turco

Il gatto angora turco è un piccolo felino di razza originario della Turchia e caratterizzato da eccezionale eleganza, dal pelo lungo e sericeo, e da un carattere molto vivace, comunicativo e socievole. La riscoperta dell'angora turco risale circa al...
Gatti

Come prendersi cura di un Thai

Questo gatto dall'aspetto nobile e raffinato è in realtà un grande giocherellone che può stabilire buoni legami sia con i grandi che con i piccini. Spesso bisogna fare attenzione ad alcuni accorgimenti per prendercene cura al meglio. Vediamo allora...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.