Come prendersi cura di un volatile

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Prendersi cura di un animale o di un uccello non è così semplice, come potrebbe sembrare a prima vista, bisognerà prima documentarsi sullo stile di vita a cui è abituato, sull'alimentazione e, su tutto ciò che può farlo sentire il più possibile a proprio agio. Ogni animale domestico, infatti, piccolo o grande che sia, necessita di attenzioni e cure quotidiane e purtroppo spesso si sottovaluta quanto possa essere impegnativo condividere la propria vita con un volatile, che sia un pappagallo, un cardellino o una delle tante specie consentite in Italia. Attraverso gli esaurienti passi di questa guida vi sarà spiegato come prendersi cura di un volatile.

25

È necessario allontanarsi dall'idea che prendersi cura di un volatile in gabbia non richieda del tempo. Bisogna calcolare mediamente che la cura di un uccellino che vive in gabbia richiede circa 30 minuti al giorno, considerando il tempo per pulire la gabbia, sistemarne il fondo, cambiare l'acqua e fornire il cibo al nostro volatile. Pulire il fondo della gabbia è un'azione di fondamentale importanza per la salute dell'uccellino e per motivi igienici in quanto un fondo non adeguatamente pulito potrebbe emanare cattivi odori, per non parlare che potrebbe essere fonte di infezioni.

35

È superfluo sottolineare che la dimensione della gabbia debba essere adeguata alla grandezza e al numero degli uccellini che intendete mettere, naturalmente maggiore è lo spazio a disposizione dell'animale più avrà modo di potersi muovere liberamente.. Purtroppo è d'uso comune scegliere gabbiette a seconda della collocazione in appartamento: nulla di più sbagliato. Prima di decidere di prendersi cura di un volatile in gabbia bisogna considerare un'area luminosa, arieggiata e protetta da fonti di calore in cui collocare la casa del nostro animaletto. È consigliabile acquistare gabbie squadrate in quanto gli spigoli forniscono al volatile un punto di riferimento. A seconda della razza e delle necessità (ad esempio saltare da un trespolo all'altro come nel caso dei canarini) bisogna informarsi sulla tipologia di ambiente da creare.

Continua la lettura
45

La pazienza è uno degli elementi fondamentali. Occuparsi di un animale implica sempre e comunque un dispendio di energie e, spesso la presenza di una gabbia in casa, seppur trasportabile, potrebbe costringerci a modificare i nostri piani e le nostre abitudini soprattutto in materia di viaggi e spostamenti. In più pulire la gabbietta quotidianamente non è un lavoro gradevole e, dunque, i più schizzinosi è bene riflettano sia sulle gioie che sui "fastidi" che un volatile in gabbia può creare.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come costruire la gabbia per il merlo indiano

Il merlo indiano è un uccello tropicale di origini asiatiche, famoso per la sua capacità di imitare molto bene la voce dell' uomo. Esso vive prevalentemente in zone boschive dello Sri Lanka, dell' India, della Malesia e dell' Indonesia ma anche nelle...
Volatili

Come curare il piumaggio dei volatili in gabbia

Molte persone possiedono nelle loro abitazioni dei piccoli o medi animali domestici. C'è chi preferisce la compagnia di un gatto o di un cane, chi preferisce avere un piccolo acquario con dei pesci colorati di tutti i tipi per vivacizzare un po' l'ambiente...
Volatili

Le principali malattie degli uccelli da gabbia

Per quanto si possano considerare più al sicuro, anche gli animali in gabbia contraggono malattie.Gli uccelli in voliera sono sottoposti a stress e ad aria non sempre pura; sarebbe l'ideale renderli liberi per qualche ora al giorno per la casa, tuttavia...
Volatili

Come addomesticare un pappagallo

Tra gli animali domestici più popolari, generalmente ricordiamo i cani ed i gatti. Ma anche gli uccelli occupano un posto rilevante tra quelli più amati dalle famiglie che decidono di prendersene cura. I pappagalli, in maggior misura rappresentano dei...
Volatili

Come scegliere e collocare i posatoi per pappagalli e uccellini

Sempre più persone hanno volatili in casa oppure desiderano averli. La legge vigente prevede che alcune specie vengano tenute per compagnia solo se ben assistiti in ambienti conformi alle loro specifiche esigenze. Sono tante le decisioni che devono essere...
Volatili

Come scegliere una gabbia per canarini

Gli uccelli da gabbia più diffusi sono senza dubbio i canarini: sono degli ottimi animali da compagnia, che si affezionano molto al loro proprietario. È bene sapere che amano vivere in compagnia dei propri simili, infatti se lasciati soli in gabbia...
Volatili

Come accudire un canarino

Se abbiamo intenzione di adottare un simpatico canarino, prima di procedere dovremo essere cercare tutte le informazioni che riguardano la sua cura, sopratutto se non abbiamo mai allevato questo tipo di animali. Questa operazione è fondamentale, perché...
Volatili

Come nutrire gli uccellini caduti dal nido

Quando incontriamo un uccellino che pensiamo sia caduto dal nido, la prima cosa che facciamo è prenderlo, convinti che il piccolo, dopo la caduta, sia stato abbandonato. Questo è un errore che fanno tantissime persone. Infatti non tutti i volatili non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.