Come prenderti cura del tuo cane appena sterilizzato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se hai deciso di portare il tuo cane in una clinica veterinaria per sterilizzarlo, è importante che tu conosca precauzioni e rimedi da adottare nei giorni successivi all'intervento. Si tratta in pratica di controllare la ferita, ed apportare alcune modifiche alle abitudini del cane stesso e quelle della tua famiglia. A tale proposito, ecco una guida con alcuni utili consigli su come prenderti cura del cane appena sterilizzato.

25

Preparare un comodo giaciglio

Dopo un intervento chirurgico atto a sterilizzare il cane, quest'ultimo come gli esseri umani necessita di un accurato riposo almeno per tre giorni. Si tratta infatti di precauzioni da adottare per evitare che possano verificarsi dell emorragie, e nel contempo generare delle infezioni. Premesso ciò, ti conviene preparare subito un comodo giaciglio per il tuo cane, evitando almeno per 24 ore il contatto con bambini piccoli che accidentalmente potrebbero toccargli la ferita.

35

Mettere al cane il collare elisabettiano

Un altro accorgimento dopo la sterilizzazione del tuo cane consiste nel sostituire la garza a giorni alterni, e nel contempo provvedere a mettergli intorno al collo il cosiddetto collare elisabettiano in modo da evitare che possa leccarsi nella zona interessata e rimuovere i punti. Tale precauzione serve tra l'altro ad evitare che il cane con la saliva infetti la ferita. Oltre a ciò, è importante idratarlo con delle soluzioni saline, e nel contempo somministrargli cibo in bianco come ad esempio pastoni a base di riso bollito o di pezzetti di pollo lesso. In entrambi i casi sono da evitare condimenti e sughi che potrebbero generare bruciori alle vie urinarie a causa della loro acidità. Infine un altro importante controllo, consiste nel verificare se il cane entro il giorno successivo all'operazione riesce a defecare normalmente e ad effettuare la minzione abituale.

Continua la lettura
45

Somministrare gli antibiotici

Come per gli esseri umani anche i cani dopo un intervento chirurgico necessitano di alcuni antibiotici che servono ad evitare infezioni, e nel contempo a lenire sofferenze dettate dai bruciori della ferita. Per questo motivo la somministrazione di quelli prescritti dal veterinario, sono fondamentali per tutto il periodo stabilito ovvero per circa 3 giorni consecutivi. In genere si tratta di quelli in uso comune per gli esseri umani, ma dosati al 50% e talvolta anche ad 1/3 se si tratta di compresse. Sempre in riferimento a ciò, va detto che se i suddetti antibiotici sono in formato gocce, allora è sufficiente versargliene il quantitativo prescritto all'altezza delle mascelle con un dosatore che consenta di effettuare l'operazione con una sola spruzzata. In alternativa le suddette gocce si possono aggiungere ad uno o più pasti quotidiani.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Prendersi cura del cane non vuol dire solamente dargli da mangiare e da bere, ma significa tante altre cose. Fra queste un ruolo importante è quello dell'igiene, indispensabile non solo per il benessere e la salute di fido, ma anche per chi vive insieme...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione invernale

Se avete un cane ed intendete curarlo e coccolarlo nel migliore dei modi, è importante proteggerlo nella stagione invernale poiché le temperature basse e la forte umidità generata dalla pioggia, potrebbero arrecargli danni alla salute. Per massimizzare...
Cura dell'Animale

Cura e salute del cane maltese

Il Maltese è una razza canina di taglia abbastanza piccola anche se molto socievole, curioso, vivace e sempre attento. È un cane che può tranquillamente, data la sua stazza, vivere in un appartamento. Inoltre riesce ad installare degli ottimi rapporti...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura del cane in inverno

La stagione invernale, con il notevole abbassamento delle temperature e il clima rigido, provoca cambiamenti fisiologici nell' uomo ma anche negli animali domestici come cani e gatti, gli inseparabili amici che ci tengono compagnia tutto l' anno. Felix...
Cura dell'Animale

Influenza canina: sintomi e cura

Anche se le due patologie hanno una eziopatogenesi ovviamente differente, numerosi sintomi dell'influenza canina sono simili a quelli dell'influenza umana. Chiaramente il malanno influenzale nel cane va curato in una maniera del tutto differente da...
Cura dell'Animale

Come pulire le orecchie al cane

Prendersi cura del nostro cane è un dovere a cui non possiamo sottrarci per il benessere del nostro amico a quattro zampe. Oltre all'alimentazione, alla cura ed igiene del pelo, dei denti, ecc., tra le diverse attenzioni che prestiamo al nostro cane,...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura del coniglio

In Italia, al terzo posto tra gli animali domestici più diffusi, dopo cane e gatto, si trova il coniglio. È proprio così: sono in molti tra i nostri connazionali a scegliere questo buffo animaletto, che appartiene alla famiglia dei leporidi, come animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.