Come preparare un pollaio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Al giorno d'oggi, la voglia di tornare a vivere a contatto con la natura e godere di ciò che questa offre è diventata forte. A chi si dedica al giardinaggio e alla coltivazione di ortaggi vari si affianca chi, amando gli animali, desidera dedicarsi all'allevamento di polli e galline, così da poter gustare non solo uova fresche, ma anche carni di ottima qualità. Per preparare un pollaio che permetta ad ogni allevatore di avere delle galline in buona salute e in grado di offrire uova di ottima qualità, bastano pochi passi. Ecco come fare!

25

Occorrente

  • Ampio spazio all'aperto
  • Chiodi e martello
  • Lamiera
  • Assi di legno e aste
35

Per ciò che concerne l'area del pollaio che rimarrà libera, l'unica precisazione che occorre fare è che diventa essenziale usare, per la recinzione, delle lamiere o delle strutture in ferro abbastanza alte: questi animali sono, infatti, in grado di saltare e scavalcare il recinto, rischiando così di farsi del male o, peggio, essere sbranate da cani o volpi.

45

Per quanto riguarda, invece, la parte del pollaio che servirà da dimora alle galline, è necessario che questa sia creata in un materiale resistente e in grado di trattenere il calore. Per questo motivo, si consiglia di usare assi di legno, così da garantire alle galline in luogo confortevole in cui poter non solo dormire e ripararsi, ma anche deporre le uova e, eventualmente, dedicarsi alla cova. Basterà creare una sorta di casa che sia ben fissata al terreno e che abbia un tetto resistente, meglio se apribile, così da permettervi di prelevare comodamente le uova e di pulire facilmente lo spazio interno. Non occorre, infatti, che il pollaio sia alto ma basterà che ogni gallina abbia uno spazio elevato che sia largo almeno 20 centimetri. Per questo motivo, occorre incastrare tra le pareti di quella che sarà la dimora delle galline delle aste abbastanza robuste, sulle quali le galline potranno salire per dormire.

Continua la lettura
55

Infine indipendentemente dal numero di galline, il quale dipenderà solamente dallo spazio a disposizione, la costruzione di un pollaio inizia con la delimitazione dell'area da destinare a questa nuova struttura. Una volta creato un primo recinto, occorre dividere lo spazio in due parti: una prima parte, più piccola, sarà destinata alla costruzione di uno spazio chiuso, all'interno del quale le galline potranno ripararsi in caso di pioggia o freddo, mentre una parte più grande, almeno doppia rispetto alla precedente, rimarrà aperta e servirà alle galline per poter razzolare liberamente e scaldarsi al sole. Per poter avere uova di ottima qualità, infatti, è importante che le galline possano vivere a contatto con l'ambiente circostante, beccando i frammenti di pietrisco, essenziali sia per il rafforzamento del guscio dell'uovo, in quanto ricchi di calcio, sia per l'irrobustimento della struttura ossea della gallina stessa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come allevare i polli

Allevare polli è un'attività molto produttiva, che richiede però altrettanto impegno e costanza. Prima di cimentarti nell'impresa, valuta attentamente lo spazio ed il tempo a tua disposizione. Per ottenere prodotti di qualità (uova, carne o entrambi),...
Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura delle galline

Se abbiamo a disposizione un bel giardino, dotato della giusta ampiezza o se magari abitiamo in campagna, l'allevamento e la cura delle galline possono rappresentare un'idea intrigante, sia se siamo interessati alla produzione di uova, sia se lo facciamo...
Cura dell'Animale

Come proteggere le galline dai parassiti

I parassiti, che tendono ad infestare le galline esternamente, sono un problema molto più frequente di quanto si possa immaginare e che tende ad aumentare nella bella stagione a causa delle temperature superiori. Questa breve ed attenta guida contiene...
Cura dell'Animale

Come costruire una mangiatoia per polli

Se avete un piccolo allevamento di polli e vi occorre una mangiatoia, sappiate che non è necessario acquistarla in quanto è possibile realizzarla in modo molto semplice basta, semplicemente, un po' di manualità. A tale proposito, attraverso i passi...
Cura dell'Animale

Come preparare uno spray antipulci al limone

In commercio, sono disponibili tantissimi prodotti per animali contro le pulci e le zecche. La maggior parte di questi però sono realizzati con sostanze chimiche che non solo uccidono il parassita, ma possono creare svariati problemi ai nostri amici...
Cura dell'Animale

Come allevare un'oca

Tra i tanti animali da cortile che potreste scegliere, l'oca è sicuramente uno dei più facili da allevare. Allevare un'oca infatti non richiede particolari conoscenze o attrezzature specifiche. A differenza di animali da cortile come polli o galline,...
Cura dell'Animale

Come proteggere le galline dagli animali selvatici

Le galline possono essere molto vulnerabili ai predatori come volpi, coyote e altri carnivori in cerca di un pasto facile. Proteggere le galline richiede un po' di accortezza e un po' di manutenzione periodica e monitoraggio per garantire che essi siano...
Cura dell'Animale

5 rimedi naturali contro le zecche

Le zecche sono dei parassiti appartenenti alla famiglia degli acari, e tendono a succhiare il sangue sugli esseri animali in particolare bestiame, pollame, cani e talvolta anche sull'uomo. Quando si annidano sul corpo, ci sono dei rimedi per combatterli,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.