Come proteggere il cane durante il cambio stagione

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per gli amici a quattro zampe, come per gli esseri umani, lo sbalzo di temperatura incide sull'umore, sulle abitudini e sullo lo stile di vita. Proteggere il cane durante il cambio di stagione è abbastanza facile. Non bisogna sottovalutare i fattori climatici per la serenità di un animale e si devono adottare le necessarie precauzioni per evitare che il freddo possa causare danni. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come proteggere il cane durante il cambio di stagione.

25

Occorrente

  • Cane
  • Cappottino impermeabile per cani
35

Limitare le passeggiate

Con lo sbalzo della temperatura cambiano le abitudini del cane e quindi è fondamentale proteggerlo. Se prima passeggiare con l'amico a quattro zampe in riva al mare oppure nei parchi costituiva un'opportunità di relax con il cambio di stagione bisogna concentrare le camminate nelle ore più calde della giornata. Infatti, il cane risente particolarmente del contrasto freddo/caldo e non trova piacevole stare all'aperto quando la temperatura è troppo bassa. È opportuno privilegiare più camminate frammentarie e corte rispetto a quelle più lunghe; il cambio d'aria deve essere molto breve per impedire che l'animale possa prendere delle malattie.

45

Utilizzare un cappottino impermeabile

Quando piove generalmente si utilizza l'ombrello per proteggere il cane; bisogna invece mettere all'animale un cappottino impermeabile. In questo modo non si corre il rischio che il cane si bagna eccessivamente; in caso contrario il sotto-pelo diventa eccessivamente umido e ciò può provocare possibili laringiti. Non è consigliabile utilizzare il cappottino se non piove; il cane si sente in imbarazzo in quanto il sotto-pelo gli permette comunque un'auto-protezione adeguata.

Continua la lettura
55

Utilizzare stufe

Durante il periodo invernale in casa generalmente si accende il camino, la stufa, il termosifone oppure qualsiasi altra fonte di calore e si tende a posizionare la cuccia del cane accanto al tepore. Questa è una scelta assolutamente sbagliata; infatti, l'aria che si espande è secca e le vie respiratorie dell'animale ne risentono abbastanza. Il cane ha una secrezione molto debole ed il calore secco può provocare l'arrossamento degli occhi. Dunque se si ha intenzione di riscaldare il cane per proteggerlo dal cambio di stagione è preferibile utilizzare altri modi. È consigliabile utilizzare il più possibile la stufa; essa però si deve collocare in prossimità della cuccia. Se vengono seguiti i consigli della guida non si arreca alcun danno alla salute del cane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cani

Consigli per proteggere le zampe del cane dalla neve

L'esposizione al freddo e alla neve, può causare irritazioni, prurito e screpolature nelle zampe del cane. Il contatto prolungato con la neve e con gli agenti antighiaccio, può causare ustioni chimiche sui polpastrelli del cane. Ci sono però altri...
Cani

Come proteggere il cane dal freddo

Quando arriva l'inverno e le temperature diventano rigide, bisogna chiaramente tenersi al riparo da malanni e raffreddori. Ma non siamo solo noi esposti a febbre ed altre patologie nella stagione più fredda. Se abbiamo dei cani in casa, anche loro soffriranno...
Cani

Come comportarsi quando il cane si agita durante il temporale

Il temporale per il cane è un vero e proprio incubo. L'animali non sopporta i tuoni, li teme, ne ha paura. Alcuni studi però dimostrano che questa fobia sia più diffusa solo in alcune razze, ma certo è che i cani sono animali conosciuti per la loro...
Cani

Come proteggere il cane dalle zanzare

Tra le malattie che possono trasmettersi più facilmente dal cane all'uomo ci sono, di sicuro, la filariosi e la leishmaniosi. Responsabili di tali malattie sono sia le zanzare che i pappataci; in particolare, negli ultimi anni è stata la zanzara tigre...
Cani

5 consigli per proteggere le zampe del cane dal ghiaccio

Fate camminare il vostro cane e garantirete che otterranno un sacco di esercizio fisico, quindi una parte importante del regime di salute del vostro animale domestico. È facile per soddisfare le loro esigenze quotidiane nei mesi più caldi, ma a volte...
Cani

Come proteggere il cane dai forasacchi

Con la stagione estiva fare delle belle passeggiate con il cane è l'ideale. Infatti, sacrificati dal periodo invernale o dalle giornate piovose, i nostri amici a quattro zampe e non solo loro, devono rimanere spesso rintanati in casa. Quindi, cosa c'è...
Cani

Come proteggere il proprio cane da problemi alle orecchie

Se stai leggendo questa guida, stai sicuramente cercando un metodo per capire come proteggere il proprio cane da problemi alle orecchie. Probabilmente perché in passato hai già avuto cani che hanno avuto problemi alle orecchie e non vuoi ritrovarti...
Cani

Come proteggere il cane dal caldo

Se avete un cane avrete sicuramente notato come quest'ultimo soffra molto il caldo, cercando qualsiasi posto fresco e all'ombra, anche cercando di fiondarsi nel frigorifero appena lo si apre. E bene, anche se spesso i cani sanno cavarsela da soli, a volte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.