Come proteggere le galline dai parassiti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I parassiti, che tendono ad infestare le galline esternamente, sono un problema molto più frequente di quanto si possa immaginare e che tende ad aumentare nella bella stagione a causa delle temperature superiori. Questa breve ed attenta guida contiene i semplici consigli necessari per evitare e contrastare questo genere di problema, in modo tale da salvaguardare la salute delle vostre galline e di proteggere le condizioni del vostro pollaio. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • Antiparassitario
36

Innanzitutto è necessario ricordare che generalmente i parassiti, per la maggiore facilità di riuscita, tendono ad attaccare gli animali più giovani o deboli. Il parassita che più frequentemente tende ad infestare le galline, ed occasionalmente anche l'uomo, è il "Dermanyssus gallinae", comunemente noto come "acaro rosso dei polli". Le galline infatti ne sono particolarmente soggette e l'infestazione è infatti decisamente frequente. Questo parassita ematofago solitamente si nasconde sotto la polvere e nelle fessure vicino a gabbie e mangiatoie; causa inoltre nel pollame sintomi quali il prurito, la secchezza cutanea e la perdita del piumaggio.

46

Per curare gli uccelli è necessario trattarli con prodotti specifici, ma soprattutto è fondamentale la prevenzione a livello ambientale, cioè l'attenzione nel creare e mantenere un pollaio il più possibile pulito e ordinato che eviti l'annidarsi e il proliferare del parassita. Tra i prodotti adatti per questa funzione si annoverano il Neo-foractil, antiparassitario sotto forma di spray adatto a contrastare acari e pidocchi, che ha tra gli aspetti positivi una bassa tossicità nei confronti dell'uomo e una rapidità d'azione notevole (solitamente agisce in quasi una decina di minuti). La pulizia del luogo nel quale si trovano le galline è assolutamente fondamentale al fine di liberarsi della presenza di parassiti.

Continua la lettura
56

La soluzione migliore sarebbe trattare inizialmente la zona con l'aiuto di vapore a cento gradi e successivamente coadiuvare l'azione pulente con prodotti specificatamente acaricidi da applicare con cura e in abbondanza tra tutte le intercapedini e le fessure. Infine è bene ricordare che, in linea generale, il legno, sebbene sia tra i più frequentemente utilizzati, è un materiale controindicato per la costruzione dei pollai. La soluzione più efficiente sarebbe la creazione di un rifugio che preveda pareti e tetto in acciaio o simili che potrebbe aiutare ad evitare la proliferazione dei parassiti e soprattutto risulterà più comodo nei lavaggi che andranno effettuati regolarmente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La soluzione più efficiente sarebbe la creazione di un rifugio che preveda pareti e tetto in acciaio o simili che potrebbe aiutare ad evitare la proliferazione dei parassiti e soprattutto risulterà più comodo nei lavaggi che andranno effettuati regolarmente.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura delle galline

Se abbiamo a disposizione un bel giardino, dotato della giusta ampiezza o se magari abitiamo in campagna, l'allevamento e la cura delle galline possono rappresentare un'idea intrigante, sia se siamo interessati alla produzione di uova, sia se lo facciamo...
Cura dell'Animale

5 alimenti da non dare alle galline

Le galline sono degli animali abbastanza delicati a causa della conformazione del loro stomaco, che non permette a questi animali di digerire alcuni alimenti. In questa guida vi segnalo 5 alimenti da non dare alle galline per non correre il rischio di...
Cura dell'Animale

Come evitare che le galline mangino le proprie uova

Negli animali che vivono in condizioni di libertà, i casi di ovofagia (la tendenza a mangiare le proprie uova) sono piuttosto rari o del tutto inesistenti. Non si può dire lo stesso per quanto riguarda, invece, gli allevamenti in cattività. In queste...
Cura dell'Animale

5 errori da evitare nella cura delle galline

Se abbiamo un piccolo pollaio ed intendiamo allevare con cura le galline, ci sono alcuni importanti accorgimenti da prendere per evitare di commettere errori che si ripercuotono sulla loro salute, e non ci consentono più di ottenere le tanto attese uova...
Cura dell'Animale

Come alimentare le galline ovaiole

Gli scaffali dei supermercati offrono uova di diverse qualità, provenienti da animali allevati a terra, all'aperto o comunque in maniera intensiva. Quindi, per essere certi di consumare un prodotto eccellente o ci si rivolge al contadino di fiducia o...
Cura dell'Animale

Come proteggere una gabbia dal freddo

È stato stimato nel corso degli anni che la maggior parte delle persone al mondo ha posseduto o possiede tutt'ora almeno un animale domestico. Questi possono rivere sia all'interno delle nostre abitazioni, sia in gabbie come i canarini, gli uccelli esotici,...
Cura dell'Animale

Come proteggere il criceto dal caldo estivo

Con l'arrivo della calura estiva, iniziano i piccoli e grandi problemi, per taluni animali che soffrono in maniera particolare il caldo eccessivo. Per tutte le specie l'eccessiva temperatura può causare problemi, ma soprattutto quelle più piccole e...
Cura dell'Animale

Come proteggere il furetto dal freddo

Oggi ll furetto è diventato a tutti gli effetti un animale domestico esattamente come il cane o il gatto: questo simpatico mammifero riscuote sempre un gran successo; questo perché è un compagno vivace e molto affettuoso oltre ad essere un animale...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.