Come pulire il guscio di una tartaruga d'acqua

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Possedere un animale domestico è una fortuna che comporta, però, diversi obblighi. Gli animali, infatti, vanno curati e coccolati, soprattutto se si sceglie di adottarli e di farli vivere in casa con noi. Uno tra gli animali domestici più diffusi è la tartaruga d'acqua, in quanto, è un animaletto che costa poco e che piace molto ai bambini. Nonostante ciò, però, le tartarughe necessitano di essere accuratamente pulite. Ecco, allora, alcuni consigli su come pulire il guscio di una tartaruga d'acqua.

26

Occorrente

  • Spazzolino e dentifricio
  • Aceto bianco
  • Olio di mandorle
  • Dentifricio
36

Prevenzione

Per l'allevamento di queste bestiole, l'ideale è utilizzare appositi acquari che prevedano zone in acqua e zone all'asciutto. Per far sì che la nostra tartaruga si mantenga in buona salute, dovremo alimentarla a dovere. Questo consiglio è fondamentale anche per la pulizia stessa dell'animale, infatti, tanto meglio la tartaruga è alimentata e tanto più in salute si mantiene il suo carapace. Se l'animale mangia in modo sano e regolare, guscio e cute saranno molto meno intaccati dal calcare e dai microrganismi dell'acqua. A questo proposito bisogna garantirle un buon apporto di proteine e di vitamine.

46

Pulizia del guscio

Uno dei nemici principali delle tartarughe è il calcare: esso si deposita sul guscio e negli spazi interstiziali, creando una patina opaca che dà luogo a delle vere e proprie incrostazioni. Per non creare malessere nell'animale, dovremo pulire il loro carapace con frequenza settimanale. Il metodo più semplice ed economico è utilizzare un comune spazzolino da denti e un piccolo quantitativo di dentifricio. Quest'ultimo contiene delle sostanze antibatteriche e detergenti, ideali per il nostro scopo. In sostituzione al dentifricio, potrete utilizzare l'aceto bianco.
Nell'eseguire questo passaggio, ponete attenzione a non ricoprire incautamente il musetto della bestiola, si rischierebbe di irritare la sua pelle. Sfregate il guscio con movimenti regolari in ogni direzione, cambiando la posizione della tartaruga.

Continua la lettura
56

Lucidatura del guscio

Quando avete completato la prima fase della pulizia del guscio della tartaruga, potrete proseguire con la lucidatura. Un consiglio è quello di lucidare il guscio con dell'olio di mandorle, avendo cura di farlo penetrare nelle scanalature dello stesso. Per farlo, utilizzate dell'ovatta imbevuta d'olio e accarezzate delicatamente il guscio del piccolo animale onde evitare di procurargli fastidio. Così facendo, oltre ad un carapace più lucente, otterrete una naturale protezione contro il calcare. La vostra tartaruga risulterà così ben pulita e curata.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate acqua poco calcarea e pulite il guscio una volta alla settimana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

5 regole d'oro per la cura di una tartaruga

Se abbiamo appena acquistato una tartaruga ed intendiamo allevarla, magari per tentare anche in futuro la riproduzione, è importante curarla e rispettare delle regole che seppur semplici, si rivelano importanti ai fini della sua sopravvivenza. A tale...
Cura dell'Animale

Come portare una tartaruga dal veterinario

La tartaruga è un animale sempre più comune nelle case delle persone, dato che non è molto costoso, non sporca ed è molto simpatico. Anche essendo molto forte di costituzione, trasportare questo animale per portarlo dal veterinario potrebbe portargli...
Cura dell'Animale

Regole da rispettare per garantire un buon letargo alla tartaruga

Le tartarughe sono degli esseri viventi che vanno in letargo ogni anno, ed in determinati periodi a seconda del luogo e del clima in cui vivono. Se dunque in casa abbiamo uno di questi esemplari, è importante consentirgli di andare in letargo, seguendo...
Cura dell'Animale

Come alimentare le tartarughe d'acqua

Tutti noi, da bambini, le abbiamo avute in regalo dai nonni e genitori. I bambini amano tenere qualche animaletto in casa e quando non si può prendere in adozione un gatto o un cane, cosa c'è di meglio che comprare una vaschetta contenente delle piccole...
Cura dell'Animale

Come riprodurre tartarughe d'acqua dolce

Le tartarughe d'acqua dolce sono dei rettili disponibili in gran quantità, in qualsiasi forma e dimensioni, ed affascinano sia i bambini che gli adulti. Tuttavia, possono essere veramente difficili da allevare a causa della loro natura delicata, dei...
Cura dell'Animale

Come pulire il box del cavallo

Per la salute del nostro cavallo risulta essere fondamentale pulire e disinfettare il suo box, visto che è il luogo in cui il nostro amico passa buona parte della giornata. Ancora oggi ci sono molti dibattiti su come pulire il box, come disinfettarlo,...
Cura dell'Animale

5 consigli per pulire la cuccia del cane

Accogliere in casa un cucciolo di cane significa dargli l'affetto e le cure di cui ha bisogno; dobbiamo quindi informarci riguardo a tutte le attenzioni da avere nei confronti del cane per assicurargli una crescita sana. Oltre alle vaccinazioni, il cibo...
Cura dell'Animale

Come pulire le zampe al criceto

Nelle famiglie degli italiani si trovano sempre più spesso dei criceti. Questi piccoli animali domestici si sono diffusi nel mondo occidentale a partire dagli anni '30 del secolo scorso. I criceti non necessitano di grandi cure, ma è necessario eseguire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.