19

Come pulire e igienizzare la lettiera del gatto

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Pulire per bene ed in profondità la lettiera del gatto, è un modo per salvaguardare il nostro animale domestico dal rischio di infezioni urinarie e non solo. La pulizia della lettiera del gatto è uno dei lavori meno amati da coloro che ne possiedono uno. È importante pulire regolarmente la lettiera del proprio gatto per due motivi: per evitare che l'odore possa diffondersi in casa e, ancora più importante, per salvaguardare la salute dell'animale stesso. È fondamentale ricordare che le feci e l'urina del gatto possono essere nocivi per la persona che le pulisce, ecco perché è importante avere gli strumenti giusti a portata di mano. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come pulire la lettiera del gatto.

29

Occorrente

  • Guanti di plastica
  • Paletta
  • Sacchetto di plastica
  • Candeggina
  • Sapone
  • Spugnetta
  • Una bustina di lievito
  • Sabbia pulita
39

Procurarsi l'occorrente

Prima di pulire la lettiera, è necessario adottare alcuni utili accorgimenti. Occorre innanzitutto procurarsi un paio di guanti di gomma e una mascherina. Quest'ultima è importante per ridurre il rischio di toxoplasmosi, un virus pericoloso che può essere contratto attraverso le feci del gatto. Inoltre, le donne incinte devono evitare di svolgere questo compito.

49

Rimuovere i residui

Il primo passo è rimuovere, con l'apposita palettina, i residui solidi. È consigliato depositare gli escrementi nel water o in un sacchetto per l'umido separato dalla pattumiera, magari da lasciare fuori dalla finestra o sul balcone per evitare cattivi odori per la casa. Questa operazione va effettuata ogni qualvolta ci si accorga che la lettiera è sporca quindi, solitamente, due volte al giorno. Per mantenere la sabbia più pulita è possibile via via aggiungere dell'altra pulita che andrà a sostituire quella rimossa.

Continua la lettura
59

Svuotare la lettiera

Quando la sabbia emana cattivi odori o appare troppo bagnata, è necessario sostituire totalmente la lettiera. Se si è attenti a svolgere questo compito, sarà necessario farlo al massimo una volta alla settimana. La prima cosa da fare è gettare tutta la sabbia in un sacchetto, stando ben attenti che sia resistente e che la sabbia non fuoriesca. A questo punto, quando la lettiera sarà completamente vuota, occorrerà pulire il fondo con una spugnetta per eliminare eventuali residui. Dopo aver versato dentro la vaschetta dell'acqua tiepida con un po' di candeggina o sapone, lasciarla a bagno per circa 5 minuti.

69

Riempire la lettiera

Terminato anche questo passaggio, gettare l'acqua nel gabinetto e risciacquare la lettiera. Nel caso si utilizzi la candeggina, stare attenti che non schizzi addosso perché può infatti scolorire i vestiti e lasciare macchie. Asciugare il fondo con uno straccio e riempire nuovamente la lettiera con della sabbia pulita. Non esagerate con le dosi: i gatti, infatti, non gradiscono la sabbia troppo profonda. Con la paletta create uno strato di sabbia più spesso verso l'estremità. Ciò appare molto importante per tenere sempre la lettiera pulita in quanto occorre che lo strato di sabbia sia più spesso nei punti in cui i gatti tendono ad urinare con maggiore frequenza. Per evitare i cattivi odori, versare una bustina di lievito in polvere sul fondo della lettiera. In alternativa, utilizzate del bicarbonato di sodio. Tale strato assorbirà gli odori senza disturbare il gatto: i felini odiano gli odori forti per cui si consiglia di non utilizzare sabbia profumata o deodoranti per ambiente.

79

Pulire con l'aceto

È possibile inoltre pulire la lettiera con l'aceto: esso consente di neutralizzare il cattivo odore di urina e soprattutto non è tossico per i gatti. Bisogna svuotare e lavare la lettiera, versando poi l'aceto. È importante coprire tutta la base e i lati della lettiera e lasciar riposare il tutto per circa trenta minuti. Infine basterà rimuovere l'aceto ed asciugare con della carta da cucire. Posizionate dunque la lettiera al solito posto, cambiate il rivestimento e riempite con la sabbia.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper pulire la lettiera del proprio gatto, è un modo per proteggerlo dal rischio di infezioni ed altro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
111

10 consigli per pulire la lettiera del gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I gatti, quei piccoli esseri che riempiono le nostre giornate con fusa e coccole, ma anche con qualche dispettuccio. Così dolci e così sfuggenti allo stesso tempo. Come faremmo senza di loro?
Se stai leggendo questa guida, hai sicuramente uno o più gatti e li ami molto, ma odi parecchio pulire la loro lettiera o non riesci a tenerla pulita come vorresti.
Ecco qui qualche accorgimento per tenere il bagno dei tuoi pelosetti in condizioni accettabili per te e per loro. Ci sono almeno 10 consigli che dovresti seguire.

211

Scegli il giusto tipo di sabbia

Forse stai pensando che è solo sabbia e che il gatto, in fondo, deve farci la pipì e non è così importante che sia di buona qualità. Ebbene, se la pensi in questo modo, sei sicuramente alle prime armi. Man mano che inizierai a pulire la lettiera, ti renderai conto di quanto la procedura ti sarà resa più facile e rapida da sabbie agglomeranti, in grado di solidificare e isolare dal resto, i bisogni del tuo peloso. Per te sarà così più semplice prelevarli con la paletta.

311

Puliscila regolarmente

Per quanto sia scocciante, è necessario pulire la sabbia quotidianamente o minimo 2/3 volte a settimana, soprattutto se vivi in un appartamento e il tuo gatto non ha la possibilità di uscire e fare qualche bisogno fuori casa. È un po' come se tu usassi il bagno per tutto il giorno, senza mai usare lo scarico. Non è una bella immagine, vero?

Continua la lettura
411

Cambiala quando è sporca

Quando noti che, anche pulendola, la sabbia risulta comunque sporca e maleodorante, è il momento di cambiarla. Io ti consiglierei di farlo minimo una volta a settimana, ma col passare del tempo saprai regolarti in base alle funzioni corporali del tuo gatto.

511

Scegli una lettiera coperta

Un consiglio base di questa piccola guida è la scelta della 'struttura'. Ti consiglio di comprare una lettiera coperta. Di solito, si usano di più per gli ambienti esterni, per proteggere la vaschetta dalle intemperie, ma ti assicuro che sceglierne una coperta, anche per l'interno, è utile. Il gatto avrà uno spazio tutto suo e tu non dovrai sentirti come se fossi in un orinatoio pubblico quando lui fa i suoi bisogni in tua presenza.

611

Inserisci una vaschetta all'interno della lettiera

Se sceglierai una lettiera coperta, noterai che solitamente sono divise in due parti: il coperchio appunto e la base, che funge da vasca nella quale depositare la sabbia. Io ti consiglio di mettere, all'interno di quest'ultima, un'altra vaschetta, in maniera tale da non sporcare o danneggiare tutta la lettiera. Potrai così pulire solo quella, quando non hai molto tempo, e gettarla via quando sarà troppo sporca e vecchia. Per ricomprare una vaschetta, bastano pochi euro, tutta la lettiera un po' di più.

711

Fai una pulizia completa di tanto in tanto

Il metodo della vaschetta può essere utile per le pulizie giornaliere, ma di tanto in tanto, e non raramente, è d'obbligo pulire il bagno del tuo gatto totalmente. Dopo aver svuotato tutta la lettiera, pulisci ogni sua parte con acqua calda e prodotti adeguati. A questo proposito, passiamo al prossimo consiglio.

811

Prediligi detergenti naturali

Ti invito a non usare prodotti aggressivi per pulire la lettiera, perché potrebbero contenere delle sostanze in grado di irritare le vie urinarie del tuo gatto. È risaputo, inoltre, che agli animali piace riconoscere nel territorio il proprio odore; per questo ti suggerisco di scegliere detergenti dall'odore neutro o comunque delicato se vuoi che il tuo peloso non si allontani dalla lettera e scelga un altro posto per lasciare i suoi ricordini.

911

Se puoi, metti la lettiera fuori casa

Siccome, nonostante tutti questi accorgimenti, non sempre si riesce ad eliminare del tutto l'odore sgradevole della lettiera e di ciò che contiene, sarebbe meglio tenerla in un posto arieggiato, come un balcone. Il tuo gatto imparerà anche a fare una distinzione tra il luogo in cui può urinare e quello in cui non può. Se, invece, ritieni più opportuno tenere la lettiera all'interno, riponila in luogo della casa poco frequentato, riservato e dove ci sia una finestra o una porta per effettuare spesso un ricambio d'aria.

1011

Non essere parsimonioso con la sabbia

Già ti ho scritto dell'importanza che ha comprare la sabbia giusta, quindi stavolta non mi riferisco a quello. Il consiglio che ti do è quello di creare uno strato abbastanza spesso, quando riempi la lettiera. A noi viene naturale pensare che è meglio metterne poca, dato che il gatto di lì a poco la sporcherà. Ai mici, invece, piace coprire i loro bisogni dopo averli fatti perché sono animali molto schizzinosi. Vogliono poter mettere le zampe sopra della sabbia pulita e, se l'ambiente non è granché, potrebbero decidere di farla altrove.

1111

Usa dei filtri

No, non parlo di quelli di Snapchat. Esistono dei filtri fatti apposta per le lettiere e servono, come dice la parola, a filtrare i cattivi odori che sono all'interno, prima che questi passino all'esterno. Non faranno diventare la lettiera improvvisamente profumata, ma aiuteranno parecchio a mitigare la puzza che, ciò che c'è dentro, inevitabilmente emana. In fondo, neppure la pupù umana ha un buon odore! L'unica differenza è che noi possiamo tirare lo sciacquone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti