Come realizzare un collare elisabettiano per il cane

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il collare elisabettiano è sicuramente un collare poco bello da vedere, che può creare in alcune occasioni disagio ed anche imbarazzo al nostro cane. Tuttavia questo collare in alcuni casi si rivela l'unico modo per impedire al nostro animale di ferirsi, di rimuoversi i punti di una recente operazione oppure di togliersi eventuali bende. In questa guida infatti vedremo come realizzare un collare elisabettiano per il cane.

26

Occorrente

  • un compasso
  • un metro
  • un foglio di cartone spesso
  • un pennarello nero a punta sottile
  • un foglio in plastica rigido
  • uno spago
  • un paio di forbici
36

Per prima cosa, utilizzando un piccolo metro, dovremo misurare la distanza che vi è tra il collo e la punta del naso del nostro cane. Prendiamo il cartone e con il compasso, disegniamo su di esso due semicerchi che abbiano per raggio la distanza da noi appena misura più 4 cm. Ora utilizzando un paio di forbici, ritagliamo i due semicerchi seguendo le linee che abbiamo tracciato. Nel caso tali linee siano poco visibili, possiamo ripassarle utilizzando un piccolo pennarello nero a punta sottile. Prendiamo poi il foglio di plastica e ritagliamo da esso due semicerchi delle stesse dimensioni di quelli di cartone. Per far ciò basterà semplicemente appoggiare le due sagome di cartone sul foglio e tagliare la plastica seguendo i loro contorni.

46

È molto importante che l'animale non interpreti il nostro gesto come un qualcosa di cattivo nei suoi confronti ma anzi, deve capire che lo stiamo facendo per il suo bene. Se lo vediamo nei giorni successivi più cupo del solito, possiamo giocare con lui e magari premiarlo anche con qualcosa di buono da mangiare come per esempio con del pollo. Infine quando il cane sarà guarito, per rimuovere il collare bisognerà semplicemente tagliare lo spago utilizzando un piccolo taglierino. Sicuramente costruendo noi il collare al nostro cane, non solo risparmieremo molto denaro, ma potremo creare un collare dalle misure praticamente perfette.

Continua la lettura
56

Ora aiutandoci con la punta delle forbici, pratichiamo sui lati delle sagome in plastica dei fori che distino tra loro almeno un centimetro e mezzo e ad almeno un centimetro dal bordo. In questi fori, possiamo far passare uno spago, ma senza stringerlo, lo spago servirà a tenere unito il collare e a conferirgli la classica forma ad imbuto. Possiamo rivestire la parte interna del collare con del materiale soffice come per esempio del cerotto oppure con un vecchio canovaccio, coprendo anche la parte in plastica affilata del collare, in modo che non ferisca il nostro cane. Chiamiamo infine il nostro animale e con la massima dolcezza, mettiamogli il collare al collo, cercando di stringere delicatamente lo spago per fissare correttamente il collare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Come lenire la gola del cane

Il cane è l'animale di maggior compagnia e rende le giornate uniche e divertenti. Riesce a tirare su il morale del suo padrone nei momenti peggiori ed in cambio chiede solo qualche coccola. È opportuno saper riconoscere quando il proprio amico ha bisogno...
Cura dell'Animale

Come eliminare le pulci dal cane con rimedi naturali

Con l'arrivo della bella stagione, i cani accompagnati dai loro padroni, frequentano con maggiore assiduità parchi e giardini pubblici, aumentando, così, il rischio di essere attaccati dalle pulci. E' consigliabile agire celermente, le si deve eliminare...
Cura dell'Animale

5 consigli per pulire la cuccia del cane

Accogliere in casa un cucciolo di cane significa dargli l'affetto e le cure di cui ha bisogno; dobbiamo quindi informarci riguardo a tutte le attenzioni da avere nei confronti del cane per assicurargli una crescita sana. Oltre alle vaccinazioni, il cibo...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un cane nella stagione estiva

In tutte le stagioni, secondo la temperatura, è necessario prendere gli opportuni accorgimenti. Ciò non è valido soltanto per le persone. Bensì anche per gli animali domestici. Nella stagione estiva, con il clima spesso torrido, occorre adottare alcune...
Cura dell'Animale

Come eliminare il tartaro dai denti del tuo cane

L'igiene dei denti del proprio cane non è un fattore da sottovalutare. Bisogna invece garantirla per evitare problemi a tutta la zona orale. Infatti potrebbero insorgere delle infiammazioni o delle problematiche di masticazione. Pertanto, in modo regolare,...
Cura dell'Animale

Come ridurre la caduta dei peli del cane

Il problema della caduta dei peli del cane affligge molti possessori di questo delizioso quadrupede. Di norma, il pelo del cane si rinnova due volte all'anno, in primavera ed in autunno. Si tratta della "muta", un normale fenomeno fisiologico. Anche se...
Cura dell'Animale

Cura del cane: l'igiene

Il cane è ormai l'amico fedele dell'uomo: vive liberamente nelle nostre case, dorme senza problemi nei nostri letti ma al contempo lecca tutto ciò che trova per strada. Seppure proviamo un amore incondizionato, è necessario ricordare che il cane è...
Cura dell'Animale

Come lavare a secco il cane

Quando decidiamo di prendere in casa un animale, cane, gatto od altro, dobbiamo essere convinti della scelta appena fatta e pensare che questi esserini necessiteranno di essere accuditi. Cibo e bagnetto sono solo una parte delle cure necessarie per fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.