Come regolare l'anidride carbonica nell'acquario

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La passione per gli animali è una delle cose più comuni fra la gente. Tuttavia, questa passione spesso si scontra con esigenze logistiche davvero complicate, fra cui sicuramente la più importante è il luogo in cui si vive. Tutto ciò porta a dover evitare di prendere animali che siano troppo ingombranti come magari cani, preferendogli qualcosa di più comodo, come ad esempio pesci. Nonostante la nostra premessa possa farli passare come animali semplici da accudire, questi per poter vivere nell'acquario hanno bisogno che questo sia sottoposto ad una continua ed attenta manutenzione. Fra le varie cose da dover fare, vi è la necessità che venga mantenuto un consono livello di ossigeno e anidrite carbonica all'interno dell'acquario, per evitare che la fauna e la flora di questo ne subiscano tragiche conseguenze. Allora ecco a voi la nostra rapida guida su come regolare l'anidride carbonica nell'acquario!

26

Occorrente

  • Acquario completo, piante acquatiche, pesci da acquario.
36

Stare attenti alla fotosintesi delle piante acquatiche

In un acquario che dicasi perfettamente equilibrato dal punto di vista biologico, si dovrà garantire l’anidride carbonica necessaria tramite l’utilizzo di piante acquatiche a foglie verdi, le quali creano il naturale processo di fotosintesi clorofilliana. In tal modo però l'ossigenazione dell'acqua risulterà diminuita e si potrà verificare la morte dei pesci, delle stesse piante ed il proliferare dei batteri. Volendo aumentarne la quantità, non si riesce tuttavia a fronteggiare il problema dell'anidride carbonica, anche perché le piante, durante la fotosintesi, ne assorbono ancora di più. Si rivela dunque necessario aumentarne la produzione con strumenti aggiuntivi.

46

Acquistare la corretta strumentazione

Si può affrontare la questione senza grossi impegni economici, evitando l’acquisto di bombole di ossigeno usa e getta o ricaricabili. Infatti, con poca spesa, potremo collegare alla pompa del filtro (che dovrà essere in perfette condizioni di funzionamento) un tubicino che sia provvisto all’estremità di una o più pietre porose. Il motorino della pompa spingerà dunque l'aria attraverso il tubicino collegato alle pietre porose, e queste ultime genereranno delle bollicine in grado di eliminare le particelle di acqua stagnante e di ossigenare bene il tutto. In tal modo si ottimizzerà l’anidride carbonica necessaria per la sopravvivenza del ciclo biologico dell’acquario.

Continua la lettura
56

Stare attenti all'esposizione alla luce

assorbimento di anidride carbonica da parte delle piante. Senza però tralasciare il fatto che queste ultime sono di fondamentale importanza, in quanto indispensabili per il mantenimento del ciclo biologico e per la sopravvivenza dei pesci. Insomma, non grandissimi lavori vi attendono nell'andare a salvaguardare il vostro acquario, ma vi basterà essere attenti verso alcune accortezze. Allora non esitate e salvaguardate i vostri pesci. Buona fortuna!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Garantire una luce costante nell'acquario.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

Come evitare la proliferazione delle alghe nell'acquario

Le alghe sono piante primitive che, attraverso la fotosintesi, uniscono l'acqua e l'anidride carbonica per formare gli zuccheri per la crescita. Le alghe producono ossigeno, un utile sottoprodotto, ma quando la luce solare non è disponibile durante la...
Pesci

Come aggiungere altri pesci nell'acquario senza farli morire

L'acquario è un oggetto di arredamento che ormai molti possiedono per accogliere pesci di vario genere. Spesso però i pesciolini, una volta introdotti nell'acquario, muoiono dopo poche ore dall'arrivo. Questo perché non sono stati immessi nel nuovo...
Pesci

Consigli per evitare la proliferazione delle alghe nell'acquario

Chi ha la passione per i reef e per gli acquari di acqua dolce sa che il pericolo maggiore per la salute dei propri pesci è quello di non riuscire ad evitare la proliferazione delle alghe. Le alghe sono degli organismi privi di fusto, foglie e radici...
Pesci

Consigli per curare i pesci nell'acquario

Se intendiamo allestire un acquario tropicale è importante sapere che oltre all'aspetto estetico, bisogna curare attentamente l'habitat, allo scopo di salvaguardare la salute delle piante e soprattutto dei pesci. A riguardo di questi ultimi, ci sono...
Pesci

Come far stare al meglio i pesci nell'acquario

Come tutti gli animali, anche i pesci hanno bisogno di numerose cure ed attenzioni per vivere al meglio. Se dunque abbiamo a casa nostra un acquario con dei pesci all'interno, dobbiamo tener presente che vi sono una serie di semplici ma doverose regole...
Pesci

Come disporre i filtri nell'acquario

Avere un acquario in casa è sempre qualcosa di bello, di affascinante e di curioso. Vedere pesci differenti che nuotano e si muovono davanti ai vostri occhi, è sempre una sensazione davvero emozionante. Gli acquari però, devono essere sempre mantenuti...
Pesci

Come cambiare l'acqua nell'acquario: piccola manutenzione

Gli acquari, in modo particolare quelli molto grandi, rappresentano uno straordinario complemento d'arredo, nonché un lavoro non indifferente. Le pompe moderne consentono un agevole cambio dell'acqua. Ma non tutti possono permettersi strumenti così...
Pesci

Come abbassare il pH in acquario

Il ph regola l'acidità o la basicità dell'acqua. Tra i vari interventi di manutenzione ordinaria, controlla periodicamente questo valore, per evitare danni a pesci e piante tropicali o marine. In genere, in un acquario d'acqua dolce l'acidità non deve...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.