Come regolare lo schiumatoio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Uno schiumatoio corrisponde ad un dispositivo che serve a filtrare l'acqua all'interno di un acquario. Inoltre, esso è in grado di rimuovere i minuscoli rifiuti organici dall'acqua tramite l'iniezione di efficaci bolle d'aria. Queste ultime si congiungono con i residui proteici nella vasca e si pongono intorno alla coppa. Di conseguenza, creano una schiuma beige che successivamente si scarta. Fate attenzione alla colorazione della schiuma. Se quest'ultima è scura, bianca pura o troppo bagnata, dovete regolare lo schiumatoio. In alcuni casi, lo stesso non risulta funzionante. In questa guida, vi spieghiamo come regolare lo schiumatoio. Si tratta di un intervento da eseguire ogni settimana con il massimo della costanza.

25

Prima di regolare lo schiumatoio, dovete effettuare l'installazione iniziale. Aspettate per più di quattro giorni e iniziate la vostra operazione per regolarlo. Gli apparecchi di ultimissima generazione necessitano di sviluppare un rivestimento melmoso molto sottile nella porzione interna. Un passaggio necessario per farli funzionare in maniera corretta. Date una rapida occhiata alla parte superiore, nota anche come coppa di raccolta. Fate in modo che sia colma di schiuma. Se comprende acqua in elevate concentrazioni, regolatene l'altezza e lasciatela in una posizione più alta.

35

Continuiamo a scoprire come regolare lo schiumatoio. Se quest'ultimo risulta connesso alla vasca mediante un morsetto, rendete la fascetta più allentata e sollevate l'aggeggio. In caso contrario, inserite un po' di ghiaia supplementare al di sotto del fondo per farla restare due centimetri sopra la linea di galleggiamento. Controllate la schiuma raccolta all'interno della coppa, sulla linea di galleggiamento. Accertatevi che la consistenza sia simile a quella di una spuma generata da un sapone e che il colore sia marrone chiaro. Quando toccate la schiuma, deve essere quasi asciutta e quasi senza umidità. Innalzate la coppa e rimuovetela. Quindi, sciacquate la schiuma con tutta la cura possibile e reinstallate la coppa stessa. Ecco gli ultimi segreti da conoscere per regolare lo schiumatoio al meglio.

Continua la lettura
45

A questo punto, proseguite individuando il flusso dell'acqua o la manopola relativa al controllo del flusso dell'aria a bordo del vostro schiumatoio. Di solito, tale dispositivo si collega ad un motore esterno o ad un compressore. Se la schiuma appare troppo bagnata, fate girare la manopola. In questo modo, la sua portata aumenterà di circa uno o due gradi. Se la schiuma risulta fin troppo asciutta o scura, fate diminuire il flusso sempre di uno o due gradi. Aspettate per 24 ore ed esaminate una seconda volta la colorazione e la consistenza della schiuma nell'apposito bicchiere. Regolate lo schiumatoio e realizzate alcune correzioni fino a quando lo stesso non raggiungerà lo stato perfetto. Ecco come regolare lo schiumatoio.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pesci

5 regole per il cambio dell'acqua in acquario

Avere un acquario in casa è un qualcosa che può regalare molte soddisfazioni. Se siete appassionati di pesci e di acquariofilia, saprete certamente quant'è piacevole osservare i pesci nuotare comodamente seduti sul divano di casa. Saprete anche come...
Pesci

Come riconoscere un riccio marino commestibile

Sulla spiaggia, sarà capitato di vedere qualche sub appena fuoriuscito dall'acqua. Ed a volte, ancora munito di maschera e pinne, reca con sé una cassetta colma della sua pesca. Il mare è generoso e, fra tutti i suoi prodotti, quella cassetta potrebbe...
Pesci

Come abbassare il pH in acquario

Il ph regola l'acidità o la basicità dell'acqua. Tra i vari interventi di manutenzione ordinaria, controlla periodicamente questo valore, per evitare danni a pesci e piante tropicali o marine. In genere, in un acquario d'acqua dolce l'acidità non deve...
Pesci

Come allestire una vasca per pesci in giardino

Se avete un giardino spazioso e state pensando come abbellirlo, la possibilità di allestire una vasca per pesci potrebbe essere un'ottima idea. Prima di cimentarvi in quest'ottima iniziativa, anche per la realizzazione del progetto, ragionate sulla temperatura...
Pesci

Malattie più comuni nei pesci rossi

I pesci rossi, e specialmente quelli ornamentali, cioè quelli con pinne a velo, corpi corti e tozzi, occhi telescopici, non sono "resistenti", anzi, sono piuttosto delicati per una serie di ragioni e per questo vanno curati con molta attenzione e molto...
Pesci

Come lasciare i pesci rossi nelle vacanze

Se in casa abbiamo degli animali domestici come ad esempio il cane ed il gatto, quando andiamo in vacanza, li possiamo tranquillamente portare con noi, ma se invece si tratta di pesci rossi, sorge il problema su come alimentarli e curarli durante la nostra...
Pesci

Come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce

Nei tre passi che andranno a formare le nostre argomentazioni, ci concentreremo sulla gestione dei nitrati. Infatti, come indicato anche nel titolo che accompagna questo articolo, ora andremo a spiegarvi come gestire i nitrati in acquario d'acqua dolce....
Pesci

5 squali che vivono nelle acque Italiane

Gli squali sono ritenuti tra i pesci più pericolosi e non godono di una particolare simpatia nella cultura occidentale. Si stimano 500 specie viventi di squali in tutto il mondo, ma un quarto di questi è a seria minaccia di estinzione. Nel Mediterraneo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.