Come rendersi conto che il cane non sta bene

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il nostro amico cane condivide con noi tanti momenti della nostra giornata ed è quindi naturale avere appreso intuitivamente tutti i suoi comportamenti e le sue abitudini. Se improvvisamente egli dovesse cambiarli immotivatamente e manifestare dei segnali di disagio o di sofferenza, dovremo indagare e cercare di comprendere a cosa attribuirli. Osservando scrupolosamente i suoi atteggiamenti, sarà possibile in breve tempo individuare se questi mutamenti sono dovuti al fatto che il cane non sta bene e, seguendo dei precisi parametri che saranno qui di seguito meglio descritti, vedremo come è possibile rendersi conto di tutto ciò in pochissimo tempo, in modo da intervenire velocemente e nel modo più corretto.

27

Occorrente

  • Un termometro per bambini.
37

Raccogliere tutti i dati dalle osservazioni effettuate sui comportamenti e sullo stato del nostro cane servirà a fornire eventualmente al veterinario una serie di informazioni utili perché egli possa esprimere una diagnosi rapida. Sotto questo punto di vista, non ci sarà nulla da eccepire se ogni padrone viene considerato in assoluto come il miglior medico per il proprio cane. I primi segnali più evidenti sono riscontrabili nel comportamento del nostro amico a quattro zampe. Infatti, anche il cane più estroverso e attivo, nei periodi di malattia, appare pigro ed indolente, preferendo luoghi più silenziosi e tranquilli e riservando le proprie forze solo per svolgere le sue attività fisiologiche ed essenziali. Anche l'inappetenza è un evidente avvertimento di un disagio in corso: se il nostro cane, come la maggior parte di essi, mangia con grande appetito ed improvvisamente smette di alimentarsi, è probabile che ci sia un problema. Se l'inappetenza dura un paio di giorni e non riusciamo ad interromperla nemmeno con un bocconcino prelibatissimo, allora occorre prendere seri provvedimenti.

47

Un ulteriore parametro da considerare sono le feci dell'animale. L'occhio del padrone deve saperle osservare con attenzione e, qualora queste cambino di consistenza, possiamo agire sull'alimentazione del nostro amico a quattro zampe, ma se sono presenti tracce di verminosi, occorrerà somministrare anche un antielmintico mirato. Ad ogni modo un buon veterinario saprà aiutarci nella scelta dei medicinali attraverso l'analisi degli escrementi, valutando anche la presenza o meno di sangue.

Continua la lettura
57

Se notiamo frequenti e ripetuti episodi diarroici accompagnati da vomito dobbiamo immediatamente segnalarli al medico veterinario al fine di scongiurare la presenza di corpi estranei presenti nello stomaco o nell'intestino. Tali effetti possono anche essere causa di una probabile forma di avvelenamento o di una grave patologia infettiva.

67

Controlliamo la temperatura corporea attraverso un termometro da bambini posto nel retto. La temperatura va misurata quando il cane è a riposo e all'ombra, poiché il movimento ed il sole sono fattori che possono alterarla. Normalmente la temperatura rettale è fra i 38 ed i 39 gradi, nei cuccioli può essere un pochino più alta. Attraverso l'analisi della condizione termica possiamo immediatamente accorgerci dello stato di salute precario del nostro amico, approntando precocemente delle cure che, a volte, equivalgono a salvargli la vita.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Un banale episodio diarroico, così come il saltare un pasto non ti devono preoccupare, specialmente se la temperatura è nella norma. Se gli episodi sono invece frequenti e accompagnati da uno stato di prostrazione, è necessario non indugiare e far visitare il cane da un veterinario.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Animali da Compagnia

Come alleviare l'ansia negli animali da compagnia

Anche gli animali da compagnia, come gli umani, possono accusare veri attacchi di panico ed ansia. La solitudine, una separazione, un cambiamento improvviso, i rumori molesti, turbano la quiete e l'equilibrio interiore dei nostri amici pelosi. Il disagio...
Gatti

5 segnali dell’invecchiamento del tuo gatto

Come tutti gli esseri viventi, anche gli animali quando invecchiano lanciano dei segnali. I segnali inviati, vengono inviati per un tempo molto breve (essendo più corta la vita degli animali) per questo bisogna prestare molta attenzione ad ogni cambiamento...
Cani

Come riconoscere se il proprio cane è affetto da Leishmaniosi

La solitudine per una persona rappresenta uno stato angoscioso e molto triste. Infatti per coloro che vivono tale stato, è consigliabile adottare un animale. L'animale più consigliato da tenere in casa per fare compagnia al padrone, è il cane. Il cane...
Cura dell'Animale

Come prendersi cura di un coniglio anziano

Molte persone decidono di adottare un animale come proprio compagno, da tenere in casa e crescere. Diventano quindi parte integrante della famiglia e continuano a vivere con noi per molti anni, soprattutto se li curiamo come si deve. Gli animali da compagnia...
Cani

10 consigli per prepararsi al parto della nostra cagnolina

Anche se si tratta di un argomento piuttosto diffuso fra i proprietari di cagnette, pochi di essi realmente conoscono il funzionamento del ciclo di riproduzione delle loro pelosette e pertanto è consigliabile comprendere bene anticipatamente lo svolgimento...
Cani

Come curare un blocco intestinale nei cani

Ecco una guida, molto pratica ed utile, per tutti coloro, tra i nostri lettori e lettrici, che gli animali, ed in particolare i cani. Grazie a questo articolo, cercheremo di aiutarli a tenere sempre sotto controllo la salute del proprio cane, in maniera...
Gatti

Come sapere se il gatto ha calcoli alla vescica

Il gatto è un animale molto bello esteticamente e affascinante, che può rivelarsi non solo un abile cacciatore di topi, ma anche un valido amico e compagno con cui trascorrere dei momenti magici e speciali della nostra giornata. Nonostante sia un animale...
Cani

Come curare la mastite nei cani

La mastite è un'infiammazione acuta o cronica della ghiandola mammaria che colpisce non solo gli esseri umani ma anche i cani. Si tratta di un disturbo comune nei cani in gravidanza e all'inizio dell'allattamento. La maggior parte dei veterinari raccomanda...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.