Come riconoscere gli insetti

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.
Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice e chiara come riconoscere gli insetti onde evitare inutili paure o spiacevoli incontri.

27

Occorrente

  • pazienza e attenzione
37

Le differenze principali fra ragni ed insetti sono costituite dal numero di zampe e dalla forma del corpo. Gli insetti hanno sempre 6 zampe mentre i ragni 8. I primi hanno il corpo diviso in 3 parti: testa, torace e addome mentre i ragni ne hanno solo due: testa e addome. Quasi tutti gli insetti hanno le ali mentre i ragni ne sono sprovvisti.
Ora che abbiamo imparato a riconoscere se è un insetto oppure un ragno proviamo a distinguere a quale specie di insetti appartengono.

47

Fra i coleotteri annoveriamo gli scarabei e le coccinelle. La prima coppia di ali forma una sorta di cofano sotto al quale sono celate le altre due ben chiuse. Anche il torace ha una corazza. L'addome, tondeggiante e gonfio, è completamente coperto dalle elitre.
Le cimici assomigliano ai coleotteri ma si differenziano da questi ultimi grazie alla loro forma particolare che ricorda uno scudo e dall'addome generalmente piatto.

Continua la lettura
57

Tra gli insetti che volano troviamo api, bombi, vespe e calabroni. I primi due sono insetti tranquilli che pungono raramente mentre gli altri due sono molto più nervosi e aggressivi. I primi sono pelosi. I colori sono giallo arancio per le api e per i bimbi nero, bianco con una striscia gialla sull'addome. Le vespe hanno corpo longilineo e sono a strisce gialle e nere mentre i calabroni sono più grossi delle vespe ed hanno strisce gialle e rosse.
Le cavallette hanno le zampe posteriori che consentono loro di fare grandi salti.
Le formiche non hanno le ali eccezione fatta per re e regine. Hanno una testa molto grande con forti mandibole, un torace proporzionato e un addome longilineo.

67

Le libellule: grandi, veloci e dotate di occhi grandi, torace robusto con le 4 ali e un lungo addome.
Le mosche hanno 2 ali mentre le altre due sono appena accennate. Hanno occhi grandi, un addome grande, con alcuni peli lunghi e un torace robusto.
Le farfalle hanno ali grandi, larghe e colorate ed il loro volo è lento e soave.
I colori giallo, rosso e nero, combinati fra loro, indicano pericolo ossia che l'insetto è velenoso e può pungere come nel caso delle vespe oppure è tossico come le coccinelle.
Ora puoi riconoscere gli insetti principali che ti circondano.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • muoversi con cautela
  • Evitare di toccarli
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

I 5 insetti più pericolosi in Europa

Il mondo della natura, popolato da molteplici specie animali, è stupendo e affascinante ma alcuni suoi abitanti possono essere molto pericolosi per l' uomo. Tra le specie animali che possono rivelarsi dannose per gli esseri umani ci sono alcuni insetti,...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere la cavalletta

Le cavallette sono insetti che non godono certo di una buona fama. Nocivi per il raccolto e molesti per molte altre attività svolte dall'uomo, sono spesso combattute ricorrendo ai rimedi più disparati. In ogni caso, comunque, diventa fondamentale riconoscere...
Invertebrati e Insetti

Come attirare le coccinelle e gli insetti utili nell'orto

Avete un giardino in casa? Vi piacerebbe coltivare un orto domestico, per poter mangiare con totale sicurezza alimenti sani e genuini, senza però usare insetticidi o pesticidi? Per fare ciò esistono diverse alternative, come ad esempio arricchire il...
Invertebrati e Insetti

I principali insetti con 4 ali

L'ordine degli imenotteri comprende molte specie di insetti e tra questi la maggior parte presenta quattro ali sul dorso. La parola imenottero deriva infatti da Hymen, ossia membrana, quella che forma le ali stesse di questi insetti. I benefici di questa...
Invertebrati e Insetti

Gli insetti più pericolosi del mondo

Generalmente alcuni insetti come lo scorpione incutono terrore solo a vederli in foto. Da sempre gli insetti sono protagonisti di film avventurosi e horror per due motivi. Il primo è che solitamente strisciano e sono silenziosi per cui sono temuti dall'essere...
Invertebrati e Insetti

Come realizzare un rifugio per insetti

Al mondo si contano circa 32 differenti tipologie di insetto.C'è chi è velenoso, chi innocuo e chi procura solo fastidio col suo ronzio.Non tutti però sanno che anche esseri così piccoli sono molto utili per la nostra Terra.In molti non badano al...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api dalle vespe

Le api e le vespe sono due tipologie di insetti molto simili tra di loro, entrambi presentano il pungiglione e hanno un colorito giallo e nero a strisce; presentano però delle differenze che sono molto sottilissime e sono riportate in questa guida. Le...
Invertebrati e Insetti

Come allevare gli insetti stecco

L’ambiente naturale ospita tanti esseri viventi, quali umani, animali e vegetali. Si nutrono degli stessi elementi dove nascono e crescono, tanto da dovergli creare, se volessimo curarli fuori dal loro habitat, una gabbia le cui caratteristiche più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.