Come Riconoscere Gli Strigiformi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Gli strigiformi, il nome corretto degli uccelli rapaci notturni, sono tra gli abitanti della notte, famosi protagonisti delle storie di paura, poco conosciuti però nelle loro abitudini di vita. Alcuni strigiformi si muovono solo a notte fonda, altri anche al tramonto e all’alba o addirittura anche di giorno. Importantissima, in questi uccelli notturni, è la vista, con grandi occhi che non si trovano lateralmente ma sono posti anteriormente, proprio come quelli nostri. Proviamo a immaginare di avere gli occhi spostati al posto delle orecchie: la visione che avremmo sarebbe quasi a 360°, ma ogni occhio vedrebbe una parte diversa dell’ambiente circostante. Per questi aspetti possiamo definire lo strigiforme come uno degli animali più affascinanti del mondo animale per via della loro originalità e maestosità. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come riconoscere gli strigiformi. Vediamo quindi come procedere.

25

I strigiformi sono cacciatori notturni, difficili da vedere, ma spesso emettono un caratteristico verso. Come i rapaci diurni, hanno robusti artigli e presentano un becco ad uncino per afferrare e uccidere le prede. Partcolare è la struttura del corpo dello strigiforme femmina, la quale possiede degli artigli più uncinati ed un becco più a punta rispetto al maschio. I grandi occhi sfruttano al meglio la poca luce e sono posti in posizione frontale per valutare ottimamente le distanze. Gli strigiformi presentano un aspetto inconfondibile, la classica postura eretta, una grande testa tondeggiante e coda breve.

35

La vista dei rapaci notturni è aiutata da un udito ancor più efficiente: sono in grado di sentire il debole fruscio di un topolino tra l’erba, gettandosi subito per catturare la preda. Le orecchie di gufi e civette sono sintonizzate soprattutto sui suoni acuti, riconoscendo facilmente i versi e i richiami dei roditori, che comunicano solo con questi toni alti. Tutti gli strigiformi presentano un piumaggio soffice e folto con morbide frange sulle penne. I colori particolari del loro piumaggio dipendono dalla classe alla quale appartengono. Questo ordine di uccelli comprende due grandi famiglie: i titonidi (barbagianni) e gli strigidi (gufi, civette, allocchi).

Continua la lettura
45

Gli strigiformi catturano prede vive, di dimensioni variabili a seconda della specie. La maggior parte si nutre di insetti, altri uccelli e piccoli mammiferi. Le poro prede preferite sono i roditori per via delle loro dimensioni ridotte e per la facilità di presa nel catturarli e di conseguenza, ucciderli. Le specie che vivono nelle foreste, si appostano su alti alberi e si calano all'improvviso sulla preda. Le specie che vivono i luoghi aperti, invece, cacciano con un volo basso e più lento. Questi uccelli divorano la preda intera, più tardi rigettano le parti non digerite, sotto forma di pallottole compatte.

55

Gli strigiformi non costruiscono un nido proprio ma sfruttano i nidi lasciati da altre specie. In caso contrario, trovano cavità nel terreno o sugli alberi, per la loro attività riproduttiva. La femmina depone da 2 a 7 uova, sono quasi sferiche e si schiudono all'intervallo di 2 giorni circa. I piccoli che nasceranno presenteranno età differenti. I piccoli risultano già indipendenti da i primi mesi di vita per via della "lotta del più forte" per quanto riguarda il nutrimento. Se il cibo scarseggia, i piccoli più anziani si accaparreranno le dosi maggiori, mentre gli altri rischieranno di morire di fame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come addestrare un barbagianni

Molti amanti degli animali, adorano prendersi cura non del solito gattino e del fedele cane, ma anche di un affascinate rapace. Gli uccelli rapaci, appartengono alla famiglia dei Titonidi e sono dei magnifici predatori. Se avete la possibilità di stare...
Volatili

Come riconoscere i rapaci in volo

Come riconoscere i rapaci in volo? Se sei interessato a questa guida probabilmente potrai fare grandi passi nel birdwatching! Tale pratica infatti consente di imparare ad ammirare gli uccelli in volo, senza intenti venatori ma per semplice soddisfazione...
Volatili

Instaurare un rapporto con un rapace

Instaurare un rapporto con un rapace non è una cosa che si fa tutti i giorni infatti, è abbastanza complicato per chi è alle prime armi o per coloro che non hanno mai avuto a che fare con degli animali ma soprattutto con dei rapaci. Inoltre va detto...
Volatili

Come Riconoscere Il Gufo Reale

Molti appassionati di bird-watching amano particolarmente i rapaci. Si tratta infatti di uccelli belli e maestosi. Animali decisamente particolari. Per chi ha appena iniziato può essere difficile distinguerli tra loro. Specialmente se si ha l'opportunità...
Volatili

Come riconoscere un'aquila

Le aquile sono degli uccelli che nei tempi antichi erano molto venerati, poiché rappresentavano l'emblema del potere, della leggerezza e della trascendenza. Gli antichi Aztechi, furono i primi a conoscerle ed apprezzarne le loro gesta, ed ancora oggi...
Volatili

Come Distinguere Il Nibbio Reale Dal Nibbio Bruno

Il birdwatching è un hobby che in tempi passati veniva spesso praticato da chi era una appassionato di uccelli, e ancora oggi questa attività viene svolta da molti appassionati. Molte persone si stanno affacciando a questo curioso mondo, molte persone...
Volatili

Guida agli uccelli migratori

Ogni anno, con estrema puntualità e trepidazione si attende la migrazione degli uccelli. Tutte le primavere e gli autunni, stormi di volatili popolano compatti i cieli spostandosi verso climi più miti. Questo viaggio è essenziale per la sopravvivenza...
Volatili

Come allevare un falco pellegrino

Il falco pellegrino è una delle specie della famiglia dei Falconidi, forse la più diffusa al mondo. Questo animale è conosciuto come il più veloce fra gli esseri viventi. Quando si lancia in picchiata durante le sue battute di caccia riesce a raggiungere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.