Come Riconoscere Gli Strigiformi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Gli strigiformi, il nome corretto degli uccelli rapaci notturni, sono tra gli abitanti della notte, famosi protagonisti delle storie di paura, poco conosciuti però nelle loro abitudini di vita. Alcuni strigiformi si muovono solo a notte fonda, altri anche al tramonto e all’alba o addirittura anche di giorno. Importantissima, in questi uccelli notturni, è la vista, con grandi occhi che non si trovano lateralmente ma sono posti anteriormente, proprio come quelli nostri. Proviamo a immaginare di avere gli occhi spostati al posto delle orecchie: la visione che avremmo sarebbe quasi a 360°, ma ogni occhio vedrebbe una parte diversa dell’ambiente circostante. Per questi aspetti possiamo definire lo strigiforme come uno degli animali più affascinanti del mondo animale per via della loro originalità e maestosità. In questa guida, con pochi e semplici passaggi, vi illustrerò come riconoscere gli strigiformi. Vediamo quindi come procedere.

25

I strigiformi sono cacciatori notturni, difficili da vedere, ma spesso emettono un caratteristico verso. Come i rapaci diurni, hanno robusti artigli e presentano un becco ad uncino per afferrare e uccidere le prede. Partcolare è la struttura del corpo dello strigiforme femmina, la quale possiede degli artigli più uncinati ed un becco più a punta rispetto al maschio. I grandi occhi sfruttano al meglio la poca luce e sono posti in posizione frontale per valutare ottimamente le distanze. Gli strigiformi presentano un aspetto inconfondibile, la classica postura eretta, una grande testa tondeggiante e coda breve.

35

La vista dei rapaci notturni è aiutata da un udito ancor più efficiente: sono in grado di sentire il debole fruscio di un topolino tra l’erba, gettandosi subito per catturare la preda. Le orecchie di gufi e civette sono sintonizzate soprattutto sui suoni acuti, riconoscendo facilmente i versi e i richiami dei roditori, che comunicano solo con questi toni alti. Tutti gli strigiformi presentano un piumaggio soffice e folto con morbide frange sulle penne. I colori particolari del loro piumaggio dipendono dalla classe alla quale appartengono. Questo ordine di uccelli comprende due grandi famiglie: i titonidi (barbagianni) e gli strigidi (gufi, civette, allocchi).

Continua la lettura
45

Gli strigiformi catturano prede vive, di dimensioni variabili a seconda della specie. La maggior parte si nutre di insetti, altri uccelli e piccoli mammiferi. Le poro prede preferite sono i roditori per via delle loro dimensioni ridotte e per la facilità di presa nel catturarli e di conseguenza, ucciderli. Le specie che vivono nelle foreste, si appostano su alti alberi e si calano all'improvviso sulla preda. Le specie che vivono i luoghi aperti, invece, cacciano con un volo basso e più lento. Questi uccelli divorano la preda intera, più tardi rigettano le parti non digerite, sotto forma di pallottole compatte.

55

Gli strigiformi non costruiscono un nido proprio ma sfruttano i nidi lasciati da altre specie. In caso contrario, trovano cavità nel terreno o sugli alberi, per la loro attività riproduttiva. La femmina depone da 2 a 7 uova, sono quasi sferiche e si schiudono all'intervallo di 2 giorni circa. I piccoli che nasceranno presenteranno età differenti. I piccoli risultano già indipendenti da i primi mesi di vita per via della "lotta del più forte" per quanto riguarda il nutrimento. Se il cibo scarseggia, i piccoli più anziani si accaparreranno le dosi maggiori, mentre gli altri rischieranno di morire di fame.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere una gazza ladra

Il mondo dei volatili copre una vasta gamma di esemplari dalle diverse dimensioni. La varietà del loro colore e del loro piumaggio desta un stato di meraviglia in chi li osserva e ne permette il riconoscimento della specie. Per gli appassionati di...
Volatili

Come riconoscere il sesso dei pulcini

Per gli allevatori è fondamentale sapere se quello che hanno davanti sia un pulcino maschio oppure femmina, poiché i primi, non essendo in grado di produrre uova, vengono solitamente scartati. Purtroppo non è semplice distinguere i due sessi, soprattutto...
Volatili

Come riconoscere in canto degli uccelli

I colori e soprattutto i suoni che la natura ci offre sono sempre emozionanti e suggestivi. Soprattutto quando si parla di animali e, nello specifico, di uccelli. Gli esseri viventi più liberi per antonomasia. Arrivare a padroneggiare il canto di questi...
Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come Riconoscere Il Pavo Cristatus

Il Pavo Cristatus è un meraviglioso volatile che popola parchi e giardini. La sua presenza allieta chiunque lo osservi. Affascina per la sua maestosità ed eleganza. Non ricercare troppo lontano. Questo animale è più comune di quanto pensi. Stiamo...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come Riconoscere Il Tucano Toco

Il mondo animale è uno spazio che viene ammirato da bambini e adulti di ogni età ma non tutti sono in grado di dargli un nome e capire il loro habitat. Come riconoscere il Tucano Toco non è difficile per gli amanti della fauna, uomini esperti che non...
Volatili

Come Riconoscere Il Fischione

Se siete appassionati di volatili, sicuramente sapete che esistono tantissime specie di uccelli, ognuno con una sagoma e colorazione diversa, oltre che con delle caratteristiche varie tra cui il modo di cinguettare e di nidificare. A tale proposito ecco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.