Come riconoscere il sesso di una calopsite

Tramite: O2O 28/09/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

Chi ha mai sentito parlare delle calopsiti? Sono degli uccelli originari dell'Australia e fanno parte della stessa famiglia del cacatua nero. Si tratta, nella pratica, di pappagalli di taglia media e dalla forma allungata. Di solito hanno la testa gialla su di un corpo grigio. Ma ce ne sono anche di altri colori, per cui sarà difficile distinguerne il sesso basandosi solo sul colore delle loro piume. Fino ai 6-7 mesi di vita, questi uccelli sono più o meno tutti uguali. Infatti non hanno ancora cambiato il piumaggio in quello da adulto. Da adulte, invece, le calopsiti, a seconda del colore delle loro piume più o meno colorate, saranno facilmente identificabili in maschio o femmina. Tuttavia, ci sono delle calopsiti che fin dalla nascita conservano il colore grigio del corpo e la testa gialla. Come fare allora? Per riconoscere il loro sesso e quello degli esemplari più giovani di calopsite, che non hanno ancora effettuato la muta delle piume, dovremo andare, dunque, ad osservarne il comportamento.

28

Occorrente

  • lampada
  • specchio
  • parere del veterinario
  • test del DNA
38

Segni e colori

Il primo modo per stabilire il sesso di una calopsite adulta sarà l'analisi dei suoi colori. Per esaminare bene i colori e i segni delle calopsiti, dobbiamo procurarci una lampada molto forte, visto che le femmine hanno dei segni particolari sotto le piume della coda. Infatti, nel colore classico grigio e giallo o grigio pallido e bianco, bisognerà fare attenzione ai segni, appunto, sotto la coda, altrimenti non saremmo in grado di distinguerne il sesso. Solo i maschi, poi, da adulti avranno un bel colore sulla testa e sulle guance, un arancione molto forte, mentre le femmine conserveranno l'iniziale colore grigio anche dopo il cambio stagionale del piumaggio. In alcune calopsiti, inoltre, solo le femmine presentano dei puntini gialli sotto le ali e alcuni esemplari dopo la muta mantengono ancora questi puntini, mentre nei maschi questi segni non sono presenti.

48

Canto e atteggiamento

Per stabilire il sesso di una calopsite, inoltre, possiamo osservarlo ed ascoltare la sua voce. Infatti, il maschio sarà più loquace e fischietterà spesso, mentre la femmina rimarrà per lo più silenziosa. Se poi posizioniamo una calopsite davanti ad uno specchio facendo in modo che si guardi, noteremo che la femmina non proverà alcun interesse in quello che vede, mentre il maschio sarà più curioso e tenderà a specchiarsi continuamente.

Continua la lettura
58

Corteggiamento e strofinamento

Inoltre, quando il maschio inizierà il corteggiamento, la femmina fischierà e assumerà una posizione impettita, allargando molto spesso le ali. La femmina, invece, nell'iniziare un corteggiamento, apparirà più timida e tenderà solo a dare del cibo al maschio che le interessa: anche tra gli uccelli, quindi, vale la regola del "prendere per la gola"! Inoltre, e non meravigliamoci di ciò, sia il maschio che la femmina osserveranno dei rituali di masturbazione. Il maschio lo farà strofinando il ventre su di un oggetto, mentre la femmina si appoggerà da dietro su di un oggetto alzando la coda.

68

Uova e DNA

Si potranno controllare anche le uova, che naturalmente solo la femmina deporrà. Infatti, se togliamo l'uovo deposto, stimoleremo la femmina a deporne un altro. Le femmine, poi, non dovrebbero accoppiarsi prima dei 18 mesi d'età perché, una volta deposte le uova, le abbandonerebbero non avendo un istinto materno già sviluppato. Infine, dopo aver acquistato una calopsite, sarà utile portarla dal veterinario che, con occhio esperto, saprà indicarcene il sesso. In alternativa, se desideriamo avere una certezza assoluta, potremo ricorrere, in ultima analisi, ad un test del DNA.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Nell'accoppiamento di due calopsiti con mutazioni sessolegate differenti, nei piccoli che si schiuderanno dalle uova, solo gli esemplari di sesso femminile seguiranno la stessa mutazione del padre.
  • Se desiderate possedere una calopsite, sappiate che il suo allevamento è molto semplice, ed inoltre la specie non rientra tra quelle protette e si è completamente esenti da particolari obblighi normativi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come Riconoscere il sesso del pappagallo cenerino

Le specie di uccelli sono molte, e forse anche voi avete in casa qualche uccellino, e vi sarete certamente chiesti di che sesso sia o come si può riconoscere. Purtroppo in molti, come per il pappagallo cenerino, non è possibile riconoscerlo. Il pappagallo...
Volatili

Come allevare i calopsite

I calopsite sono graziosi pappagallini appartenenti alla famiglia dei cacatua. Socievoli e colorati, allietano le giornate con il loro canto. Di piccole dimensioni (raramente superano i 30 cm) e con un piumaggio tra le tonalità del grigio, giallo e bianco,...
Volatili

Come allestire una gabbia per calopsite

I calopsite, della famiglia dei Cacatuidi, sono pappagalli da compagnia dalla spiccata intelligenza. Affettuosi, pacifici e socievoli vivono molto bene con gli umani. Se ben integrati, possono tranquillamente raggiungere i 15 o i 20 anni d'età. Puoi...
Volatili

Come addestrare una calopsite allevata a mano

La calopsite è una specie di pappagallo originario dell'Australia che per le sue ridotte dimensioni è tra i più piccoli al mondo. Si tratta di un esemplare con una forma corporea allungata, una lunga coda e il classico ciuffetto sulla fronte. Vediamo...
Volatili

Come addestrare una calopsite

Per chi non la conoscesse, la calopsitta (Nymphicus hollandicus), comunemente chiamata calospite, anche se il termine non è del tutto corretto, vi presentiamo questo parrocchetto australiano appartenente alla famiglia dei cacatuidi.È un pappagallo di...
Volatili

Come Allevare Allo Stecco Una Calopsite

La categoria degli animali domestici si sta sempre piú allargando, e fra questi stiamo certamente includendo sempre piú famiglie di volatili: questi sono animali difficili da trattare poiché vi è il rischio che possano volare se non adeguatamente...
Volatili

Gli alimenti concessi e vietati per la tua calopsite

La calopsitta chiamata in gergo calopsite, è una specie di uccello appartenente alla famiglia dei Cacatuidi ed è simile ai pappagallini sia per forma che per dimensione. Nello specifico presenta un corpo piuttosto snello, delle ali decisamente affusolate...