Come Riconoscere Il Tucano Toco

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il mondo animale è uno spazio che viene ammirato da bambini e adulti di ogni età ma non tutti sono in grado di dargli un nome e capire il loro habitat. Come riconoscere il Tucano Toco non è difficile per gli amanti della fauna, uomini esperti che non perdono occasione per fotografare le specie animali con caratteristiche fisiche particolari. La natura è ricca di esemplari rari ed eccezionali e grazie a questi pionieri che riusciamo a dargli un nome e a rispettarli come dovuto. In questa piccola guida cercheremo di riconoscere questa specie inquadrando i piccoli dettagli che lo differenziano.

26

Occorrente

  • viaggiare per incontrarli
36

Sentiamo parlare di volatili con forme bizzarre, dai colori sgargianti e dalle taglie differenti, con i loro becchi particolari, appuntito, curvo dritto, piccolo o enorme come quello del nostro Tucano Toco ecco la particolarità di questo fantastico esemplare, scientificamente conosciuto anche come Ramphastos toco, appartiene all'ordine dei Piciformes e alla famiglia dei Ramphastinae.
Esistono diversi tipi di esemplari circa una decina, che vengono identificati con il nome di Tucano, ma noi qui parleremo di quello più conosciuto. È uno dei più grandi volatili appartenenti alla stessa famiglia arriva a superare i 65 centimetri di lunghezza di cui 20 centimetri sono costituiti dal grande becco.

46

Avere conoscenze della fauna è un modo per riconoscere con più facilità questi volatili che occupano il nostro cielo, esemplari corposi che vanno dai 600gr ai 700 gr, con il loro becco prorompente di un arancione acceso, utile per alimentarsi afferrando i suoi bocconi prelibati. Sembrerebbe la parte corporea più pesante, in realtà è leggerissimo dato che è dotato di diverse sacche di aria, l'hanno reso uno degli uccelli più conosciuto al mondo, lo usa anche come arma di seduzione, uno dei rituali di accoppiamento di questi volatili è quello di lanciare dei bocconi di cibo fra maschio e femmina,.

Continua la lettura
56

La sua livrea è di un nero lucido su tutto il dorso, mentre gli occhi sono di un blu acceso e un piumaggio bianco sotto il becco, vivono nelle foreste del Sud America, del Brasile, del Perù, della Bolivia e in alcune zone dell' Argentina, per ammirarli non bisogna perdere uno di questi luoghi e imbattersi come per magia tra uno di questi affascinanti volatili. Il loro menù è ricco di insetti, uova, piccoli rettili, granchi e in alcuni casi anche pesci, loro amano i corsi d'acqua e le loro prede sono a portata di becco, in genere si spostano in gruppi ed escono durante le ore diurne. Insomma possiamo continuare conoscendo ancora che la femmina depone fino a 5 uova che schiudono dopo circa 20-25 giorni, con il piacere di noi umani nel vedere ancora nuova vita di Tucano Toco.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • rispettare sempre la fauna

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

I volatili più longevi al mondo

Tra i primati che si possono rilevare in natura uno dei più interessanti riguarda la longevità, argomento che affascina da sempre scienziati e filosofi. Questa volta ci soffermiamo sui volatili più longevi al mondo, tenendo conto che la media per queste...
Volatili

I volatili più rari al mondo

Osservare i volatili in natura o birdwatching, è un hobby. Di uccelli ne esistono milioni di tipi e specie diverse. Alcuni di questi volatili sono tra i più rari al mondo. Riuscire a scovarli e fotografarli può diventare un'impresa molto ardua. In...
Volatili

Tutto sugli uccelli: i pinguini

Quando si pensa alla fauna antartica, i pinguini sono spesso i primi animali che vengono in mente. Infatti, queste creature leggiadre, divertenti ed eleganti sono considerate da molti come la specie firma del sud polare. Lo sapevate che molte specie di...
Volatili

Come preparare i canarini all'accoppiamento

Qualsiasi tipologia di animale si decidesse di allevare, i momenti più delicati sono sicuramente quelli della fase di accoppiamento e dell'arrivo dei nuovi nati. Tuttavia per fare in modo che questi due importanti avvenimenti possano avere sia un'inizio...
Volatili

Come allevare un piccolo rondone caduto dal nido

Quando le temperature iniziano a salire, ecco che nel cielo è possibile osservare la danza che numerosi volatili fanno come benvenuto alla calda stagione estiva, inaugurando un lungo periodo di belle giornate. Proprio il periodo estivo infatti, per la...
Volatili

5 consigli per accudire un pappagallo

Come ben saprete, i pappagalli sono animali intelligenti, ma molto istintivi. Esistono tantissimi esemplari di pappagalli, ed ognuno possiede caratteristiche ben diverse, quindi se siete certi di voler acquistare uno di questi volatili, prendetevene uno...
Volatili

Come riconoscere il sesso del pappagallino cocorita

Questi simpatici e tenerissimi animali domestici, noti a tutti anche con il nome di cocorita o di parrocchetti ondulati, sono molto socievoli nonché i volatili più allevati al mondo, proprio grazie alle loro straordinarie capacità di adattarsi ai climi...
Volatili

Come nutrire le quaglie

Allevare le quaglie è abbastanza semplice, e può essere anche produttivo: da questi animali si possono ricavare grandi quantità di uova e di carne. In una voliera abbastanza grande infatti possono entrare sino a 20 esemplari, di cui 15 femmine, e la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.