Come Riconoscere La Cinciallegra

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Quando si entra a contatto con la natura si vive un'esperienza bella ed allo stesso tempo fortificante, sia da soli che in compagnia. In questo caso è molto importante saper riconoscere i diversi generi della flora e della fauna. Questo tutorial ha l'obiettivo di dare delle informazioni su come è possibile riconoscere le caratteristiche principali della cinciallegra. Questo piccolo uccello generalmente frequenta i giardini delle abitazioni per cercare qualche briciola di pane da mangiare. Adesso si entra nel dettaglio di questo argomento.

24

È opportuno sapere che scientificamente la cinciallegra viene anche denominata Parus major. Il termine deriva dal latino e sta ad indicare che si tratta del più grande uccello che appartiene alla famiglia dei Paridi. La cinciallegra è un animaletto abbastanza simpatico; infatti, non è molto timido. Quando questo uccellino si avvicina alle abitazioni si nota facilmente per la bellezza dei suoi colori. Infatti, riesce a catturare l'attenzione di tutti, grandi e piccini. Logicamente se si decide di avvicinarlo è consigliabile farlo con molta cautela per non correre il rischio di spaventarlo.

34

Abbastanza importante è conoscere la lunghezza media di questo uccellino. Essa generalmente si aggira tra i 12 e i 15 centimetri; la lunghezza varia in base al sesso. L'apertura alare può superare, anche se di poco, i 20 centimetri. Il capo e la gola sono molto caratteristici in quanto sono colorati di un nero lucido, mentre le guance sono bianche. Il resto del corpo racchiude una varietà di colori che sono altrettanto unici. Ad esempio il petto ha un colore giallo tenue, invece la coda e le ali sono di un grigio tendente al nero con riflessi bluastri.

Continua la lettura
44

Bisogna essere anche a conoscenza del fatto che questa specie vive nelle zone che vanno dall'Europa al nord Africa. La cinciallegra predilige quelle zone in cui si ha una grande presenza di conifere. La femmina generalmente depone le uova durante il periodo che va da marzo ad inizio maggio; la quantità si aggira intorno alle 8/15 unità. Si tratta di uova di colore bianco, ma che hanno la presenza di alcune piccole macchie rosse. Successivamente alla schiusa i piccoli preferiscono restare nel nido per circa un mese. Per ciò che concerne le abitudini alimentari di questo piccolo animale bisogna sapere che la cinciallegra si nutre di insetti, ma anche di bacche, frutta e semi. Tuttavia i cibi che preferisce maggiormente sono le larve.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cura dell'Animale

Cosa fare se si trova un uccellino

Con l'avvicinarsi del periodo estivo gli uccelli si riproducono. Per farlo costruiscono nidi su tetti, alberi e quant'altro. In alcuni casi però gli uccellini cadono dai loro nidi in assenza della loro mamma. Infatti ci può capitare di trovare un uccellino...
Volatili

Come aiutare un Uccellino caduto dal Nido

È possibile che vi sia capitato di trovare un uccellino impaurito caduto dal nido, impietrito e incapace di volare. E vi sarà anche capitato di domandarvi come poterlo aiutare per evitare che la piccola bestiola incorra in eventuali pericoli. Ma per...
Volatili

Come nutrire una rondine appena nata

Chi non ha mai trovato un povero uccellino caduto dal nido e dimenticato dalla mamma? Questo capita perché non appena si schiudono uova gli uccellini possono cadere dal nido posizionato in luoghi anche un po' scomodi e questo è sufficiente a determinarne...
Volatili

Come scegliere la gabbietta per l’uccellino

Se avete deciso di allevare un uccellino ed intendete acquistare una gabbietta, è importante valutare alcune cose prima di scegliere quella giusta. Si tratta principalmente dell' aspetto strutturale e di quello legato alla grandezza del volatile. In...
Volatili

Come accudire un ciuffolotto

Il Ciuffolotto, il cui nome scientifico è Pyrrhula pyrrhula, appartiene alla Famiglia dei Fringillidi. Codesto essere, è molto diffuso in Italia e in Europa, ed è molto apprezzato come uccelletto da voliera, proprio grazie al suo piumaggio, perché...
Cura dell'Animale

La pulizia della gabbia per uccelli

La pulizia della gabbia per uccelli è molto importante. Qualsiasi volatile è presente nella nostra gabbia, la pulizia quotidiana è d'obbligo. La manutenzione che viene fatta alla gabbia, è semplicemente, una questione d'igiene sia per noi, sia per...
Volatili

Come allevare il Verzellino

Chi ama gli animale sa bene quanto sia importante conoscerne ogni dettaglio della loro vita per poterli allevare nella maniera più corretta e appropriata. Chiaramente ogni specie di animale necessita di specifiche attenzioni per poter crescere e vivere...
Volatili

Come riconoscere la nitticora

Passeggiando per i boschi e osservando tutte le bellezze che la natura, silenziosa, ha da offrirci, possiamo notare il suono dolce e i voli liberi di molti volatili; talvolta però vorremmo imparare a conoscere e distinguere i vari animaletti che vediamo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.