Come riconoscere la FIP

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La peritonite non è altro che un'infiammazione dei rivestimenti dell'addome del gatto. Essa, è dovuta principalmente ad uno specifico coronavirus dei gatti, chiamato FIP (peritonite infettiva felina). Nel corso del tempo, il termine è stato utilizzato per descrivere tutte le forme di malattie coronavirus letali nei gatti. Questo virus è molto imprevedibile, talvolta causa un'infiammazione del torace e dei polmoni, altre volte provoca un'infiammazione cronica degli altri organi. La peritonite infettiva colpisce solo i gatti, sia selvatici che domestici. Inoltre, in alcune aree urbane, fino a nove gatti su dieci possono essere colpiti. All'interno di questa guida, vi spiegherò come riconoscere la FIP.

26

Occorrente

  • Check up completo
36

Riconoscere la malattia

Innanzitutto, la peritonite infettiva felina attacca maggiormente i gatti giovani, dai 3 mesi ai 3 anni di età, i quali possono essere infettati da altri simili tramite il contatto con saliva, urina e sangue. Tuttavia, la malattia può essere anche trasmessa dalla madre ai piccoli per via placentare. Fortunatamente però, non è contagiosa né per l'uomo né per animali di specie diversa.

46

Distinguere due tipologie di peritonite infettiva felina

Si possono distinguere due tipologie dello stesso disturbo: la forma essudativa o umida e la forma secca. La prima si manifesta con un ammassamento di liquido nella zona dell'addome e nella cavità toracica, il quale causa un difficoltà a respirare. Questa è la tipologia più facile da diagnosticare. La FIP secca, invece, si manifesta con un ingrossamento dei linfonodi nell'area addominale e presenta delle lesioni nodulari a carico degli organi. Questa tipologia ha il vantaggio di avere un decorso più lungo e non fulminante come l'altra, anche se risulta più difficile da riconoscere.

Continua la lettura
56

Effettuare un check up almeno una volta all'anno

Tuttavia, il sintomo che per eccellenza caratterizza un corpo affetto da FIP è l'eccessiva magrezza che si contrappone ad un addome molto gonfio poiché carico di liquido. Oltre a quelli già citati, si possono manifestare altri sintomi che interessano il sistema nervoso quali tremore eccessivo, rigidità dei muscoli, difficoltà a muoversi e diametro della pupilla differente tra i due occhi. Purtroppo, le prospettive di guarigione sono davvero scarse e non esiste un vero e proprio test rapido in grado di individuare l'infezione. L'unica "cura" risiede nella prevenzione, quindi è consigliabile effettuare un check up completo almeno una volta all'anno, in modo tale da intervenire in maniera tempestiva nel caso di presenza di qualche patologia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gatti

Come fare se il gatto ha l'occhio infiammato

Se stiamo decidendo di adottare un animale, la cosa più importante prima di procedere con l'adozione sarà quella di capire se saremo veramente in grado di prenderci sempre cura del nostro nuovo amico, garantendoli sempre tutte il cibo di cui ha bisogno...
Cura dell'Animale

Come riconoscere e curare l'acne felina

Chi possiede un animale domestico sa quanto è importante controllare periodicamente il suo stato di salute, portandolo da un veterinario. Ma per certe malattie o disturbi si può evitare di ricorrere al parere di un esperto, soprattutto se si conosce...
Volatili

Malattia dell'occhio del canarino: sintomi e terapia

Il canarino, un uccellino domestico solitamente di colore giallo, prende il nome dalle isole Canarie, luogo da cui proviene. Prendersi cura di un canarino è relativamente poco impegnativo, ma a volte esso può manifestare una malattia infettiva, chiamata...
Animali da Compagnia

Come sapere se il coniglio ha la tigna

All'interno di questa guida, andremo a parlare di malattie infettive. Ci dedicheremo ad una malattia infettiva che molto spesso colpisce i conigli: la tigna. Proveremo a rispondere a quest'interrogativo ricorrente nel settore: come facciamo a sapere se...
Cura dell'Animale

Le principali malattie delle pecore

Le pecore sono animali bellissimi, ma al tempo stesso possono rivelarsi degli animali particolarmente delicati, soprattutto per quanto riguarda il rischio di contrarre delle speciali malattie, talvolta anche molto gravi e debilitanti. Le pecore, infatti,...
Cani

Come fare se il cane ha il naso infiammato

Il cane è un animale domestico affidabile e di compagnia, la gioia per ogni famiglia. Come tutti gli amici pelosi però, questo può soffrire di differenti problematiche legate alla salute. Una di queste patologie è la rinite, che consiste in un'infiammazione...
Gatti

Come iscrivere il proprio gatto all'anagrafe felina

Essere i padroni di animali da compagnia comporta diverse responsabilità. Adottare un amico a 4 zampe è un serio impegno da non sottovalutare. L'amore e l'affetto per questi compagni non è sufficiente per garantire il loro benessere. Sarà nostro dovere...
Gatti

Come preparare il gatto per un’esposizione felina

Preparare il gatto per un'esposizione felina può essere un'esperienza divertente ma bisogna seguire alcune regole. Per questo è importante informarsi bene sul regolamento previsto dalla singola Federazione o Associazione che organizza l'esposizione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.