Come riconoscere la folaga

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Gli uccelli sono una classe di vertebrati particolarmente adatti al volo, in conseguenza della trasformazione degli arti anteriori in ali. Essi sono sparsi in tutte le parti del globo, ma con aree di diffusione molto diverse da specie a specie. Alcuni sono stanziali, ossia vivono sempre nelle stesse località altri, invece, compiono lunghe migrazioni periodiche. All'interno di questa guida, troverete interessanti e curiose informazioni in merito ad uno dei volatili acquatici più caratteristici e misteriosi che popolano i nostri tratti fluviali: si tratta della folaga. In particolare, vi spiegherò come riconoscere nel modo migliore questo bellissimo uccello. Detto ciò, mettetevi comodi e continuate la lettura di questa guida.

25

Fisionomia della folaga

Anzitutto, la folaga è un uccello di medie-grandi dimensioni in quanto la sua lunghezza arriva a toccare i 50 centimetri, mentre il peso varia tra i 650 grammi e gli 800 grammi, dal momento che le femmine sono un po' più grosse rispetto agli esemplari maschi. È un uccello con caratteristiche appendici membranose ai lati di ogni falange delle dita: queste sono lunghe, ricoperte di squame e munite di forti unghie. Il becco, invece, presenta un'espansione cornea che si prolunga fino al vertice del capo. La folaga comune ricorda l'anatra sia per la forma che per le dimensioni. Il piumaggio, foltissimo, è di colore nero-ardesia sulle parti superiori del corpo, grigio sul ventre; il becco e la placca cornea frontale sono bianchi, l'occhio è rosso e le lunghe zampe sono grigio verdastre.

35

Caratteristiche comportamentali

La folaga, in genere sedentaria, è diffusa in Europa, Asia ed Africa nord-occidentale, mentre migra verso sud per svernare soltanto se nidifica in regioni fredde. È molto socievole e vive in gruppi numerosi negli stagni ed acquitrini d'acqua dolce o salmastra, nelle lagune e nei laghi, dove cerca vegetali, insetti, molluschi, pesci e crostacei di cui si ciba abitualmente. Nuota muovendo la testa in cadenza, si tuffa completamente ed emerge all'improvviso. Inoltre, prima di sollevarsi in volo, corre per un breve tratto sull'acqua e cammina agevolmente anche nella vegetazione più fitta.

Continua la lettura
45

Deposizione delle uova

La folaga si costruisce un nido, fisso o galleggiante, tra le erbe acquatiche. Durante il mese di maggio, depone dalle 6 alle 12 uova, poi covate alternativamente dalla femmina e dal maschio per circa 25 giorni. Una volta giunta la schiusa, i piccoli abbandonano il nido dopo circa un paio di mesi. Ha carne scura, dura e non gustosa: per tale motivo è poco cacciata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Volatili

Come Trovare La Nitticora

In questa guida, vogliamo parlare di come poter trovare la nitticora, per cercare di ammirarne tutto il suo splendore. Cercheremo di decicare interamente questa guida, alla scoperta di questo uccello, veramente speciale e diverso dal comune. Iniziamo...
Volatili

Come allevare l'uccello "organetto" in voliera

L'organetto è un uccello, facente parte della stessa famiglia dei passeri, abbastanza diffuso in quasi tutti i continenti. Lo ritroviamo, infatti, molto facilmente in Europa, in Asia e nella parte settentrionale dell'America. È un animale di piccole...
Volatili

Come nutrire una rondine appena nata

Chi non ha mai trovato un povero uccellino caduto dal nido e dimenticato dalla mamma? Questo capita perché non appena si schiudono uova gli uccellini possono cadere dal nido posizionato in luoghi anche un po' scomodi e questo è sufficiente a determinarne...
Volatili

Tutto sul tucano

Il Sud America è caratterizzato da un'ampia varietà di specie, sia nella flora che nella fauna. L'elevata estensione del suo territorio, che ha come conseguenza la coesistenza di più tipi di ambienti, permette, infatti, lo stanziarsi di numerosi animali,...
Volatili

Le caratteristiche degli struzzi

Nel mondo esistono moltissimi animali di tantissime specie e se siamo degli appassionati della natura, sarebbe molto bello conoscere le caratteristiche degli animali che più ci piacciono. Per farlo non dovremo fare altro che ricercare su internet, fra...
Volatili

Come Riconoscere La Nocciolaia

I grandi appassionati di uccelli e volatili sanno quanto può essere soddisfacente essere in grado di riconoscere, a prima vista, tutte le specie di questi animali. In questa guida in particolare, vedremo come riconoscere la Nocciolaia. È un uccello...
Volatili

Curiosità sull'albatro

L'albatro (famiglia Diomedeidae) è un grande uccello marino dal piumaggio candido e il becco uncinato. Prima di svelarvi le principali curiosità sull'albatro, ve lo presento. La sua famiglia comprende 21 specie, che in totale popolano vaste aeree oceaniche...
Volatili

Come aiutare un Uccellino caduto dal Nido

È possibile che vi sia capitato di trovare un uccellino impaurito caduto dal nido, impietrito e incapace di volare. E vi sarà anche capitato di domandarvi come poterlo aiutare per evitare che la piccola bestiola incorra in eventuali pericoli. Ma per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.