Come Riconoscere La Grammostola Rosea

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La Grammostola rosea è uno dei ragni più docili e resistenti, adatto ad essere tenuto in casa. Si tratta di una tarantola molto tranquilla, proveniente da una delle zone più aride del mondo, ovvero dalla regione settentrionale del deserto di Atacama, in Cile. Le sue dimensioni sono nettamente superiori alla media di tutti gli altri aracnidi: ha delle zampe che possono arrivare fino a 12,5 cm di lunghezza quando sono adulti. Il suo colore varia dal marrone scuro al nero e il corpo è ricoperto da uno strato di peli di un colore che va dal rosso-arancio al rosa. Proprio per mezzo di queste caratteristiche, è facilmente distinguibile dagli altri ragni. Vediamo allora come riconoscere la Grammostola Rosea.

24

La Grammostola rosea o tarantola rosa del Cile appartiene alla famiglia dei Theraphosidae, che include le specie di ragni note al grande pubblico come "tarantole". In verità non si tratta di vere tarantole. I terafosidi sono ragni primitivi, detti ortognati perché i loro cheliceri possono muoversi solo dall'alto in basso e non lateralmente. La Grammostola rosa proviene dal Cile. Predilige gli ambienti aridi e semidesertici. Scava delle tane nel terreno ed attende pazientemente l'arrivo delle sue prede di cui percepisce anche i più leggeri movimenti, attraverso una fitta rete di fili di seta sulla galleria.

34

Si nutre di grossi e piccoli vertebrati, prediligendo in modo particolare scarafaggi, blatte, grilli, farfalle, cavallette, ma anche lucertole. La Grammostola rosa può raggiungere a zampe aperte un diametro di circa dodici centimetri. Le otto zampe sono grandi e robuste. I due pedipalpi piccoli anteriori nei maschi sono uncinati. L'addome è ovoidale; il cefalotorace è di un colore rosa metallizzato ed è abbastanza schiacciato; il corpo è marrone-roseo, ricoperto da una fitta peluria.

Continua la lettura
44

Il veleno non è troppo pericoloso per l'uomo ma è letale per piccoli animali. Contro eventuali aggressori il ragno si sfrega con l'ultimo paio di zampe l'addome strappandosi i piccoli peli urticanti, lanciandoli contro l'attaccante. Questi sono davvero molto fastidiosi e rappresentano l'unica arma per costringere i nemici alla ritirata. In natura può essere predata da alcune vespe parassitoidi. È una delle specie di ragni giganti più diffusa negli allevamenti in cattività come pet alternativo. Tuttavia, la legge n° 213 del 1° agosto 2003 sancisce il divieto assoluto di detenzione e commercializzazione di questi animali.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere gli insetti

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una rafidia

La Natura, nella sua vastità, ci offre davvero moltissime specie di animali, piante ed insetti da cui poter attingere molte informazini utili, e alle volte ispirarsi per la vita di tutti i giorni. Osservando il comportamento di alcuni insetti, in passato...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api fucaiole

Le api vivono in un contesto societario ben marcato e distinto. L'alveare si suddivide in tre caste: due costituite da esemplari femminili (regina ed api operaie) ed una da maschi o fuchi. All'interno della colonia tutti sono indispensabili, ma esistono...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una zanzara tigre

La famigerata zanzara tigre, la quale ci fa visita puntualmente ogni anno con la bella stagione, pare provenga dal continente asiatico. Individuare questo tipo di insetto è piuttosto facile, considerando la sua caratteristica colorazione. Purtroppo però...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere un insetto stecco

Il regno animale è pieno di meravigliose creature che affascinano tutti noi. In questa particolare giuda, scopriremo come riconoscere un insetto stecco. Se non ne abbiamo mai visto uno, impareremo a individuarlo facilmente. Se poi ci piacerà davvero...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il sesso di un camaleonte

Il camaleonte è un rettile affascinante, ma sapere come allevarlo non è da tutti. Soprattutto per chi è alle prime armi, prendere in casa un camaleonte potrebbe rivelarsi molto più complicato del previsto: cibo, terrario correttamente ventilato e...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una vedova nera

È sicuramente uno dei ragni più conosciuti e temuti, stiamo parlando della famosissima vedova nera. Essa è presente anche in Italia. Questa tipologia di ragno occupa un ruolo importantissimo per l'agricoltura; infatti è in grado di sterminare un gran...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api dalle vespe

Le api e le vespe sono due tipologie di insetti molto simili tra di loro, entrambi presentano il pungiglione e hanno un colorito giallo e nero a strisce; presentano però delle differenze che sono molto sottilissime e sono riportate in questa guida. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.