Come Riconoscere La Nepa Cinerea

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tra gli insetti che dominano nell'ambiente delle acque dolci, c'è la Nepa cinerea nota anche come scorpione d'acqua. Per individuarla, è necessario recarsi dunque presso le rive di stagni, laghi, o lungo fiumi a corso lento. La Nepa cinerea a dispetto del suo soprannome, non è un vero scorpione (animale che appartenente invece agli Aracnidi), si tratta bensì di un insetto emittero. Un lontano parente delle cimici che ha evoluto il suo modo di vivere in ambiente acquatico. Il nome comune di scorpione d'acqua gli è stato dato a causa della vaga somiglianza con gli scorpioni. In questa guida dunque, vedremo come fare per riuscire a riconoscere la Nepa cinerea.

26

La Nepa cinerea ha un corpo piuttosto piatto e largo delle dimensioni di circa 2 centimetri esclusa la coda. Le femmine risultano più grandi rispetto ai maschi. Il loro colore è bruno o marrone scuro, notarle risulta difficile a causa delle capacità mimetiche. Di norma si seppellisce infatti nel fango delle rive degli stagni, o sott'acqua, in attesa di una facile preda. La lunga coda è in realtà un sifone con cui l'insetto incamera aria sotto le ali, aria che gli serve per respirare sott'acqua. Tale sifone è il motivo principale dell'associazione di vaga somiglianza con gli scorpioni.

36

Le zampe anteriori sono trasformate in zampe raptatorie come quelle della mantide religiosa, e possono afferrare i piccoli animali di cui la Nepa cinerea si nutre. La testa è di dimensioni molto ridotte rispetto al resto del corpo ed è dotata di grandi occhi composti e di un lungo rostro sottile con cui la nepa sugge la linfa vitale delle proprie prede. Essa caccia altri insetti acquatici, crostacei, girini, anfibi e pesciolini. Il morso della nepa è molto doloroso anche se viene inflitto all'uomo, ma privo di conseguenze serie. Sono inoltre presenti due piccole antenne che durante il riposo dell'insetto vengono alloggiate all'interno di due fossette situate situate sotto gli occhi.

Continua la lettura
46

Dopo l'accoppiamento la femmina depone una ventina di uova nel fango delle rive. Queste sono dotate di 7 piccoli sifoni che le aiutano a respirare. I piccoli che nascono sono simili agli adulti ma senza ali e coda, e si accrescono fino all'inverno. In primavera diventano adulti e vivono ancora un anno e mezzo.

Tenendo a mente le semplici indicazioni riportate all'interno di questa guida, sarà semplice riuscire a riconosce la Nepa cinerea. A questo punto non resta che armarsi di pazienza, recarsi sulle sponde di qualche fiume o lago per provare ad individuare questo particolarissimo insetto. Un occhio di riguardo va sempre tenuto in funzione del rischio, seppure lieve, di subire un dolorso morso: meglio evitare la cattura a mani nude!

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione al morso

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere gli insetti

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una rafidia

La Natura, nella sua vastità, ci offre davvero moltissime specie di animali, piante ed insetti da cui poter attingere molte informazini utili, e alle volte ispirarsi per la vita di tutti i giorni. Osservando il comportamento di alcuni insetti, in passato...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api fucaiole

Le api vivono in un contesto societario ben marcato e distinto. L'alveare si suddivide in tre caste: due costituite da esemplari femminili (regina ed api operaie) ed una da maschi o fuchi. All'interno della colonia tutti sono indispensabili, ma esistono...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una zanzara tigre

La famigerata zanzara tigre, la quale ci fa visita puntualmente ogni anno con la bella stagione, pare provenga dal continente asiatico. Individuare questo tipo di insetto è piuttosto facile, considerando la sua caratteristica colorazione. Purtroppo però...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere un insetto stecco

Il regno animale è pieno di meravigliose creature che affascinano tutti noi. In questa particolare giuda, scopriremo come riconoscere un insetto stecco. Se non ne abbiamo mai visto uno, impareremo a individuarlo facilmente. Se poi ci piacerà davvero...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il sesso di un camaleonte

Il camaleonte è un rettile affascinante, ma sapere come allevarlo non è da tutti. Soprattutto per chi è alle prime armi, prendere in casa un camaleonte potrebbe rivelarsi molto più complicato del previsto: cibo, terrario correttamente ventilato e...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una vedova nera

È sicuramente uno dei ragni più conosciuti e temuti, stiamo parlando della famosissima vedova nera. Essa è presente anche in Italia. Questa tipologia di ragno occupa un ruolo importantissimo per l'agricoltura; infatti è in grado di sterminare un gran...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api dalle vespe

Le api e le vespe sono due tipologie di insetti molto simili tra di loro, entrambi presentano il pungiglione e hanno un colorito giallo e nero a strisce; presentano però delle differenze che sono molto sottilissime e sono riportate in questa guida. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.