Come Riconoscere L'Insetto Foglia Gigante

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'insetto foglia gigante, chiamato anche Phyllium, è tra gli insetti dell'ordine dei Fasmidi che ha raggiunto gradi di specializzazione incredibili nel campo del mimetismo criptico, mettendo in difficoltà chiunque voglia riuscire a vederlo. Il corpo di un adulto (lungo fino a 12 cm) riproduce perfettamente per forma, dimensioni e spessore una foglia comune, e addirittura le zampe, le ali e la testa sono mimetizzate alla perfezione somigliando infatti a dei frammenti di foglia semi rosicchiati da altri insetti. Inoltre, sul bordo del corpo sono riprodotti dei margini di necrosi che rendono l'insetti ancora più veritiero. Vediamolo quindi come riconoscere l'insetto foglia gigante.

24

L'insetto foglia gigante, è originario della Malesia, che vive nelle foreste prediligendo gli alberi di pero indiano; non è facile comunque trovarli nel nostro paese. Quando si sposta o viene spaventato, l'insetto foglia ondeggia come se fosse una foglia scossa dal vento, e se con questa tecnica non riesce a distogliere l'attenzione del predatore (o dell'osservatore) si finge morto (tanatosi). I Phyllium sono insetti fitofagi voraci e si nutrono di foglie di rovo e di rosa, prediligendo gli ambienti notturni. Se si decide di allevare l'insetto foglia gigante, sarà un'ottima idea piantare direttamente nel terrario una pianta in modo da non dover cambiare continuamente le foglia (operazione che porterebbe a stressare gli insetti). Se questo non è possibile potremo mettere un vaso colmo d'acqua nel quale immergeremo i fusti dei rami di rovo o rosa. C'è chi sostiene che oltre a queste due piante, gli insetti foglia giganti accettino anche le foglie di quercia.

34

La maggior parte degli esemplari di questa specie raggiungono il loro massimo sviluppo con 8 mute svolte in 8-9 mesi. Durante questo lasso di tempo, gli insetti foglia giganti, composti quasi esclusivamente da femmine, in quanto i maschi sono davvero rarissimi, depongono molte uova, riproducendosi per partenogenesi, ovverosia le femmine producono uova che, pur non essendo state fecondate, si sviluppano comunque dando alla luce dei piccoli. Le uova vengono lasciate cadere al suolo dalla femmina, e presentano creste ed ondulazioni che le fanno assomigliare a dei buffi semi di qualche pianta tropicale. Le uova impiegano circa 4-6 mesi per schiudersi dando alla luce dei piccoli di circa 1,5-2 cm di lunghezza.

Continua la lettura
44

Appena nati i piccoli sono sottili e rossastri, e corrono velocemente per non essere attaccati, somigliando un po' a delle formiche. Solo dopo aver compiuto la prima muta iniziano a sembrare delle minuscole foglioline. Una caratteristica del fillio è che se attaccato può per difesa amputarsi da solo una o più zampe: queste poi ricresceranno con le mute successive.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Invertebrati e Insetti

Come riconoscere un insetto stecco

Il regno animale è pieno di meravigliose creature che affascinano tutti noi. In questa particolare giuda, scopriremo come riconoscere un insetto stecco. Se non ne abbiamo mai visto uno, impareremo a individuarlo facilmente. Se poi ci piacerà davvero...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una zanzara tigre

La famigerata zanzara tigre, la quale ci fa visita puntualmente ogni anno con la bella stagione, pare provenga dal continente asiatico. Individuare questo tipo di insetto è piuttosto facile, considerando la sua caratteristica colorazione. Purtroppo però...
Invertebrati e Insetti

Come Riconoscere La Nepa Cinerea

Tra gli insetti che dominano nell'ambiente delle acque dolci, c'è la Nepa cinerea nota anche come scorpione d'acqua. Per individuarla, è necessario recarsi dunque presso le rive di stagni, laghi, o lungo fiumi a corso lento. La Nepa cinerea a dispetto...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere gli insetti

Ogni giorno attorno a noi ruota un piccolo micro mondo costituito da piccole creature che si muovono e volano. Solitamente li definiamo tutti insetti senza tuttavia saperli distinguere tra loro.Se leggerai questa guida ti spiegherò in maniera semplice...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere la cavalletta

Le cavallette sono insetti che non godono certo di una buona fama. Nocivi per il raccolto e molesti per molte altre attività svolte dall'uomo, sono spesso combattute ricorrendo ai rimedi più disparati. In ogni caso, comunque, diventa fondamentale riconoscere...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere una rafidia

La Natura, nella sua vastità, ci offre davvero moltissime specie di animali, piante ed insetti da cui poter attingere molte informazini utili, e alle volte ispirarsi per la vita di tutti i giorni. Osservando il comportamento di alcuni insetti, in passato...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere il ragno Tegeneraria Agrestis

In questa semplice ed esauriente guida ci occuperemo di come identificare e riconoscere la Tegeneraria Agrestis, che rappresenta un tipo di ragno molto pericoloso. Esso è nativo dell'Europa occidentale, ma alcuni esemplari sono stati trovati anche negli...
Invertebrati e Insetti

Come riconoscere le api fucaiole

Le api vivono in un contesto societario ben marcato e distinto. L'alveare si suddivide in tre caste: due costituite da esemplari femminili (regina ed api operaie) ed una da maschi o fuchi. All'interno della colonia tutti sono indispensabili, ma esistono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.